i poker - Grimaldi Group

Comentarios

Transcripción

i poker - Grimaldi Group
Anno VIII - N° 1
La magia deL CaSiNo barCeLoNa
G rimaldi M agazine
Cv 233
torNei
di
poker
la casa del poker internazionale
roULette bLaCk-JaCk
Tangeri
Asinara
Lefkada
Miraggio oltre lo Stretto
Mirage beyond the Strait
Tra storia e natura
A blend of history and nature
Scelta dagli dei
Chosen by Gods
Tossa de Mar
Volterra &
San Gimignano
Erice
Paradiso Blu
Blue Paradise
Cene Spettacolo e Buffet con musica in diretta
eUropeaN poker toUr UNibet poker
Vulci
La sacra “u munti”
The sacred “u munti”
Gioielli toscani
Tuscan treasures
Nel mondo degli Etruschi
In the Etruscan world
worLd poker toUr FULL tiLt poker SerieS
teppaN-Yaki CaSiNo CaFÉ
cene di gruppo
ingresso gratuito per due persone
dietro presentazione della carta d’imbarco
Valido fino 30.12.2011
PORT OLÍMPIC - Marina, 19-21 - 08005 Barcelona - T. 93 225 78 78 - www.casino-barcelona.com
È obbligatorio presentare la carta d’identità, la patente di guida o il passaporto. Per i cittadini che non fanno parte dell’unione europea è obbligatorio
presentare soltanto il passaporto. Età minima: 18 anni.
Grimaldi Magazine Mare Nostrum
SLot-maChiNe
Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - DCB NA
la griglia giapponese
copia in omaggio
/
your complimentary copy
Venice • Igoumenitsa • Corfu • Patras
Ancona • Igoumenitsa • Patras
Piraeus • Crete
up to
30%
50%
Early Booking
up to
RD
PIN
OA
IN
P
N
M
VENICE
LINE
CAM
ALL I
ANCONA
LINE
U SIV E C A
CL
G
Offers
G ON B
www.minoan.gr
C
Dear Guest,
nel darti un caloroso benvenuto a bordo desideriamo informarti sulle
ultime novità che hanno caratterizzato l’andamento del nostro Gruppo
armatoriale. Lo scorso 2010 è stato un anno importante per il Gruppo
Grimaldi, che ha reagito molto bene alla crisi economica, chiudendo a
quota due milioni e 730mila passeggeri trasportati dalle navi di Grimaldi
Lines, Minoan Lines e Finnlines, ed ha risposto con un potenziamento
della flotta e l’avvio di un nuovo collegamento, quello per il Marocco.
while extending a warm welcome on board, we would like to tell you
about the latest news regarding our shipping Group. 2010 was an
important year for the Grimaldi Group, which responded very well
to the economic downturn. In the 12 months ending 31 December
2010, between them the ships of Grimaldi Lines, Minoan Lines
and Finnlines carried a total of 2,730,000 passengers. 2010 also
saw the expansion of the fleet and the addition of a new route, to
Morocco.
Per il 2011 confermiamo tutti i nostri servizi dall’Italia per Spagna, Tunisia, Malta, Marocco e Grecia (tramite la nostra controllata Minoan Lines)
oltre che per la Sicilia e la Sardegna, con una politica tariffaria improntata al low cost e soprattutto alla diversificazione dell’offerta. Grimaldi
Lines si caratterizza soprattutto per la particolare attenzione dedicata
a chi viaggia in famiglia. La tariffa “Super Family & Friends”, prevede,
infatti che su quattro passeggeri sistemati nella stessa cabina, i due più
giovani viaggino gratis, ed è cumulabile con la “Super Bonus”, che offre
la possibilità di imbarcare auto e moto gratis. Inoltre, i bambini accompagnati da almeno un adulto viaggiano gratis, fino a due anni non compiuti, e con il 50% di riduzione sul passaggio nave tra i due e i 12 anni
non compiuti. A misura di famiglia sono anche le navi della nostra flotta
e tutti i servizi offerti a bordo. In particolare, le ammiraglie Cruise Roma
e Cruise Barcelona sono due eleganti unità dotate di ogni comfort: dalla
sala gioco attrezzata per i più piccoli al centro benessere dove gli adulti
si possono rilassare grazie a bagno turco, sauna e trattamenti estetici,
dal ristorante panoramico con i piatti delle tradizioni italiane e spagnole
alla grande piscina esterna con solarium.
In 2011 we’ve confirmed all our services from Italy to Spain, Tunisia,
Malta, Morocco and Greece (operated by our subsidiary Minoan
Lines), as well as the routes to Sicily and Sardinia, with a low cost
pricing policy and, above all, diversification of our offer. Grimaldi
Lines has special discounts for people travelling together. With the
“Super Family & Friends” fare for example, four people stay in the
same cabin and the two youngest sail for free; what’s more, this
offer can be used together with the “Super Bonus”, whereby there
is no charge for your car or motorcycle either. Also, infants under
the age of two travelling with at least one adult sail for free, while
there is a 50% reduction for children under 12. The layout of our
ships and the facilities on board are also designed very much with
the family in mind. In particular, our flagships Cruise Roma and
Cruise Barcelona are both superbly appointed vessels; amenities
include a children’s playroom; wellness centre where adults can
enjoy a Turkish bath, sauna and beauty treatments; top deck restaurant with traditional Italian and Spanish cuisine; and a large outdoor
swimming pool with a solarium.
Grimaldi Lines ha, inoltre, incrementato il calendario degli eventi a tema,
proposti tutto l’anno sulla linea Civitavecchia-Barcellona per diversificare ulteriormente l’offerta: quattro giorni di minicrociera con formula di
hotel on board. Numerose proposte di pacchetti vacanza completi sono
offerti anche da Grimaldi Lines Tour Operator, che abbina, al viaggio in
nave, soggiorni nelle più belle località del Mediterraneo.
Grimaldi Lines has also increased the number of theme events, held
all year round on the Civitavecchia-Barcelona route so as to further
diversify our offer: 4-day mini-cruises with hotel accommodation
on board. Grimaldi Lines Tour Operator also offers many package
holidays combining a cruise with a stay in some of the loveliest
Mediterranean destinations.
Caro Ospite, nell’augurarti una piacevole navigazione, di auspicio per la
splendida vacanza che andrai ad iniziare, permettici di segnalarti una
buona ed attenta lettura di questa rivista. In essa troverai diversi articoli
che ti aiuteranno nella scelta di luoghi d’interesse, sia turistico sia culturale, una volta sbarcato.
Dear Guest, we wish you an enjoyable cruise and a wonderful
holiday. In the meantime, we recommend that you read the articles in this magazine. You’ll find a number of useful tips on how
to make the most of your stay when you get to your destination or
port of call.
Un caro arrivederci alla prossima traversata.
We look forward to welcoming you on board again.
aro Ospite
Gianluca Grimaldi
Presidente / President
Grimaldi Compagnia di Navigazione S.p.A.
Emanuele Grimaldi
Presidente /President
Atlantica S.p.A. di Navigazione
marenostrum
Editoriale
Editorial
3
Sommario
Contents
Marocco / Morocco
33
Tangeri, un miraggio oltre lo Stretto
Tangier, a mirage beyond the Strait
Tossa de Mar
42
“Paradiso Blu” e terra di illustri gabbiani
“Blue Paradise” and land of celebrity seagulls
Lazio
51
Con Vulci nel mondo degli Etruschi
Vulci, etruscan site full of ancient mystery
59
Asinara, dove storia e natura si fondono
A blend of history and nature on Asinara
marenostrum
Sardegna / Sardinia
5
Sommario
Contents
65
Toscana / Tuscany
Alla scoperta di Volterra e San Gimignano
Discovering Volterra and San Gimignano
73
Grecia
/ Greece
Lefkada, scelta dagli dei
Lefkada, chosen by Gods
81
Sicilia / Sicily
Erice, la sacra “u munti”
Erice, the sacred “u munti”
8 Grimaldi News
89 Benvenuti a bordo / Welcome OnBoard
Ristorante / Restaurant
Rivista di bordo, omaggio
del Gruppo Grimaldi
anno VIII, numero 1
Primavera / Estate 2011
Complimentary on board magazine
of the Grimaldi Group
year VIII, issue 1
Spring / Summer 2011
Registrazione Tribunale di Napoli
numero 144 del 12 luglio 2004
Direttore Responsabile / Editor in Chief
Luciano Bosso
Bar in piscina / Pool Bar
Progetto grafico / Graphic design
Marco Di Lorenzo
Centro benessere / Health Centre
Pubblicità / Advertising
[email protected]
Negozi / Shopping
Stampa / Print
Rossi s.r.l. - Nola (Napoli, Italy)
Flotta / Fleet
Società editrice / Publishing house
Atlantica SpA di Navigazione, Palermo
Rotte /Network
Orari / Timetable
marenostrum
PhotoCredits
- Archivio immagini Toscana Promozione
(pagg. 64, 68)
- Ente nazionale per il Turismo del Marocco
(pagg. 34, 36, 38, 40)
- Kaith Kakavouli
(pagg. 75, 77, 78)
- Parco naturalistico archeologico di Vulci
(pagg. 51, 53, 54)
- Parco nazionale dell’Asinara
6(pagg. 58, 60, 61, 62)
- Oficina de Turismo Tossa de Mar
(pagg. 42, 44, 46, 48)
- Carlos Solito
(pagg. 74, 76, 80, 81, 82, 83, 84)
- SIMEPHOTO
(Douglas Pearson/4Corners pagg. 66,
Kaos03 pagg. 67, 71, Olimpio Fantuz pag. 72,
Massimo Ripani pag. 87)
- TipsImage
(pag. 33)
Via Marchese Campodisola, 13
80133 Napoli, (Italy)
tel +39 081 496 111
[email protected]apoli.it
Grimaldi
news
Vivi l'estate con Grimaldi!
Le nuove, vantaggiose idee per la stagione estiva
marenostrum
D
8
opo aver chiuso positivamente il
difficile 2010 con un incremento
del 10% nel settore passeggeri, arrivando a quota 2,7 milioni, il Gruppo
Grimaldi lancia le grandi offerte per
l’estate. Diversificazione, flessibilità
e novità sono le parole d’ordine per
il 2011, con l’obiettivo di incontrare e
soddisfare le differenti esigenze dei
clienti.
Dallo scorso 16 aprile, il Gruppo
Grimaldi ha lanciato il nuovo collegamento tra Barcellona e il
porto marocchino di Tangeri, e
al contempo ha potenziato ulteriormente i collegamenti tra la città catalana e Livorno: quest’ultimo servizio
è cresciuto notevolmente ed è molto
apprezzato dagli utenti spagnoli che,
sbarcando in Toscana, possono conoscere e godersi la splendida e famosissima regione.
Inoltre, per il mercato spagnolo,
recentemente il Gruppo ha lanciato il concept “L’Italia di Grimaldi
Lines”, con la possibilità di scegliere il vantaggioso pacchetto nave
+ hotel attraverso il suggerimento di
alcuni circuiti da percorrere in auto. I
primi tre circuiti proposti sono: Arte
& cultura in Toscana, Il Cuore Verde
dell’Italia- Roma e Umbria, Napoli &
Costiera Amalfitana.
Vantaggiose sono inoltre le offerte
speciali pensate per le diverse esigenze dei passeggeri: famiglie e
gruppi di amici possono usufruire
della Super Family & Friends, grazie alla quale i due più giovani di un
gruppo di 4 persone con sistemazione nella stessa cabina viaggiano
gratis; esigenze di trasporto auto/
moto al seguito possono essere soddisfatte attraverso l’imbarco gratis
lines.com • infoline: +39 081 496 444 - www.grimaldi-lines.com • infoline: +39 08
Grimaldi
news
The Grimaldi Group
greets the new summer
season with a whole
range of new deals
and benefits!
offerta dalla Super Bonus; e, per
chi ha già idee chiare sulla destinazione dell’estate, c’è la tariffa
Advanced Booking, con sconti
del 20% sul prezzo del biglietto!
Il Gruppo, oltre a siglare importanti accordi con Banco Posta, CartaSi, Trenitalia, ha voluto incrementare ulteriormente l’offerta
di eventi, attraverso un nuovo e
ricco calendario di mini-crociere a tema, ospitate a bordo
delle ammiraglie Cruise Roma
e Cruise Barcelona, sulla tratta
Civitavecchia - Barcellona: quale
migliore occasione per staccare
dalla routine rilassandosi e divertendosi a bordo di bellissime navi,
che diventano per l’occasione eleganti hotel nel cuore del Mediterraneo?
espite the far from promising economic outlook in 2010, the Group
ended the year with 10% growth in the
passenger sector, carrying some 2.7 million persons, and is now launching special
offers to bring in the summer with a bang.
Diversification, flexibility and innovation
are Grimaldi Group’s watchwords for 2011,
the objective being to meet the different
demands of customers.
On 16 April the Group launched a new
maritime service from Barcelona to the
Moroccan port of Tangiers. At the same
time we have extended our link from the
Catalan city to Livorno; this service has
expanded considerably and is especially
popular with our Spanish guests, who can
disembark at the gateway to the walled
towns and rolling, vineyard-covered hills of
Tuscany. With the Spanish market in mind,
the Group has recently introduced the
“Grimaldi Lines’ Italy” concept including
great value ship + hotel packages and featuring some suggested routes for self-drive
motoring holidays. The first three routes
are Art & Culture in Tuscany, The Green
Heart of Italy: Rome & Umbria, and Naples
& the Amalfi Coast.
There are also a variety of special discounts
for different categories of passengers: with
the Super Family & Friends fare for example, four people stay in the same cabin
and the two youngest sail for free; meanwhile, thanks to the Super Bonus, there’s
no charge for your car or motorcycle either;
and, for people who’ve already decided
where they’re headed this summer, the
Advanced Booking option offers a 20% discount on the standard fare!
In other developments the Group has
signed important agreements with Banco
Posta, CartaSi and TrenItalia and further
extended its range of shipboard events with
the addition of brand new exciting theme
cruises on the flagships Cruise Roma and
Cruise Barcelona on the CivitavecchiaBarcelona route: what better way to enjoy
a relaxing break than on board one our
superbly appointed floating hotels in the
heart of the Mediterranean?
marenostrum
D
9
81 496 444 - www.grimaldi-lines.com • infoline: +39 081 496 444 - www.grimaldi-
Grimaldi
news
Vacanze scontate per i correntisti Banco Posta!
Discount holidays for Banco Posta savings account holders!
A
ccordo importante quello che il Gruppo ha siglato con Banco Posta: entrata a far parte del circuito Sconti Banco Posta, Grimaldi Lines offre ai suoi
correntisti sconti ed agevolazioni su tutta la programmazione! Inoltre, per tutti
i titolari della carta Postamat, è possibile ricevere pacchetti speciali focalizzati
sulla formula hotel on board, prenotando direttamente in agenzia di viaggio.
T
he Group has signed a major agreement with Banco Posta (the Italian Post Office’s
Savings Bank): under the new agreement Grimaldi Lines is offering all Banco Posta
savings account holders discounts and special deals on all sailings! What’s more, all
Postamat (ATM) card holders can obtain special packages with the shipboard hotel
formula, which they can book directly at their travel agents.
Alla scoperta
del Parco
archeologico
di Vulci!
A journey of
discovery to the Vulci
archaeological park!¡
Lines offre a tutti i visiGrimaldi
tatori del Parco Archeologico di
Vulci in possesso di Vulci Card l’8% di
sconto su tutti i collegamenti marittimi del Gruppo. L’agevolazione è inoltre cumulabile con le tariffe speciali
attive al momento della prenotazione! Il Parco Archeologico offre a tutti
i passeggeri Grimaldi Lines, dietro
esibizione di carta d’imbarco presso
le biglietterie del Parco Archeologico
e Naturalistico di Vulci, uno sconto del
20% sull’acquisto della Vulci Card.
Grimaldi e CartaSi…
sì ai vantaggi via mare!
Grimaldi & CartaSi…
yes to exclusive benefits
for travel by sea!
S
olo per gli iscritti al programma ioSi di CartaSi, la carta di credito più diffusa in Italia e accettata in tutto il mondo, Grimaldi Lines riserva nuovi e
convenienti vantaggi: sconto del 10%, cumulabile con le tariffe speciali attive
al momento della prenotazione, su tutti i collegamenti marittimi di Grimaldi
Lines, i pacchetti Nave&Hotel di Grimaldi Lines Tour Operator e la formula
Long Week-End a Barcellona. Per info www.cartasi.it
G
rimaldi Lines has announced new attractive benefits specially reserved for members of CartaSi’s ioSi customer loyalty program; CartaSi is the leading credit card
issuer in Italy and is accepted for payment by retailers around the world. IoSi members
are entitled to a 10% account – on top of the other special deals already offered at the
time of booking – on all Grimaldi’s routes, Grimaldi Lines Tour Operator Ship&Hotel
packages and the “Long Weekend in Barcelona” formula. For more information go to
www.cartasi.it
Partnership Ikea & Grimaldi Lines
G
marenostrum
G
10
rimaldi Lines gives all visitors to the
Vulci Archaeological Park who are
Vulci Cardholders an 8% discount on all
the Group’s routes, on top of the other
special deals already offered at the time
of booking! What’s more, any Grimaldi
Lines passenger who shows his boarding pass to the Parco Archeologico e
Naturalistico di Vulci ticket office will be
entitled to 20% off the purchase price
of the Vulci Card.
rimaldi Lines offre in esclusiva a tutti i soci IKEA
FAMILY dei negozi di Napoli (Afragola), Ancona,
Roma Anagnina, Roma Porta di Roma, Milano Corsico, Carugate e San Giuliano una riduzione sulle tariffe
ufficiali, automaticamente prenotando sul sito Grimaldi
Lines e inserendo il numero di tessera Ikea Family.
G
rimaldi Lines is offering all IKEA FAMILY members at the stores in Naples
(Afragola), Ancona, Roma Anagnina, Roma Porta di Roma, Milano Corsico,
Carugate and San Giuliano discounts on standard fares; to automatically qualify for
the discounted prices, members simply enter their Ikea Family card number at the
time of booking on the Grimaldi Lines website.
lines.com • infoline: +39 081 496 444 - www.grimaldi-lines.com • infoline: +39 08
Grimaldi
news
Grimaldi Lines & Basket Card Italia
B
asket card Italia è il nuovo strumento di adesione alla Federazione Italiana pallacanestro, che offre promozioni ed agevolazioni ai tesserati!
Grimaldi Lines offre a tutti i tesserati l’8% di sconto su tutti i suoi collegamenti,
formula Long Week-End a Barcellona e i pacchetti Nave+Hotel di Grimaldi Lines
Tour Operator; in più la Compagnia offre una tariffa particolare sull’acquisto dei
servizi ristorativi aggiuntivi (colazione, pranzo, cena) solo se preacquistati.
B
asket Card Italia, the new membership club for the Italian Basketball Federation, entitles card holders to a range of benefits and special offers!
Grimaldi Lines is offering all members an 8% discount on all routes, the “Long Weekend
in Barcelona” formula and Grimaldi Tour Operator Ship&Hotel packages; what’s more, the
Company is also providing Basket Card Italia members with the opportunity to pre-book
additional restaurant services (breakfast, lunch and dinner) at special low rates.
Un mare di sconti
con Amica Card!
Discounts on all sailings
with the Amica Card!
C
on l’ingresso di Grimaldi Lines
nel Circuito Convenzioni Azienda
Amica un mare di sconti ti aspettano!
Acquistando Amica card, la preziosa
carta sconti che ti regala fino a 50% di
sconto dai grandi marchi ai negozi vicino
casa tua, in oltre 50,000 attività convenzionate in tutta Italia, potrai usufruire
di sconti del 10% sui prodotti Grimaldi
Lines, cumulabili con le tariffe speciali
attive al momento della prenotazione!
Per info www.aziendaamica.it
Shopping in Sicilia!
Shopping in Sicily! ¡
S
icilia Fashion Village, il primo outlet village della Sicilia, e Grimaldi
Lines insieme per una vacanza all’insegna dello shopping! Ai possessori di Carta Fashion Pass o Fashion Year, o di una prova di acquisto
del valore minimo di 5 euro (per singolo scontrino) effettuato presso
il Fashion Village, Grimaldi Lines offre il 10% di sconto sui collegamenti marittimi da/per la Sicilia e l’8% di sconto su tutte le altre linee
nazionali ed internazionali. Gli sconti sono, rispettivamente, cumulabili
con le tariffe speciali attive al momento della prenotazione! E ancora
i passeggeri Grimaldi Lines che esibiscono la propria carta d’imbarco
presso l’Info Point del Sicilia Fashion Village hanno diritto gratuitamente
alla Tourist Pass, la carta sconto del Sicilia Fashion Village, che garantisce una riduzione ulteriore del 10% sul prezzo outlet presso i negozi
aderenti all’iniziativa (nel solo giorno di visita), e speciali menù a tariffa
agevolata presso le ristorazioni del centro.
G
rimaldi Lines has joined the list of businesses offering discounts to Azienda
Amica card holders, who can save up to 50%
on big-name high street shops everywhere,
with over 50,000 partner retail outlets all over
Italy. If you buy an Amica Card you’ll be entitled to a 10% discount on all Grimaldi Lines
products, on top of the other special deals
already offered at the time of booking!
For more information go to
www.aziendaamica.it
icily Fashion Village, the first factory outlet village in Sicily, and Grimaldi
Lines have joined forces to offer a great shopping holiday! Anyone with a
Fashion Pass or Fashion Year card, or a receipt for at least 5 euros for any one
purchase made at the Fashion Village, will be entitled to a 10% discount on all
Grimaldi Lines fares to/from Sicily and 8% off on all other domestic and international routes. The discount applies on top of the other special deals already
offered at the time of booking! What’s more, any Grimaldi Lines passenger who
shows his boarding pass at the Sicily Fashion Village Info Point will be issued
free of charge with the factory outlet centre’s Tourist Pass, entitling the holder
to a 10% discount (on the day of the visit) in all the participating outlet shops.
In addition to the Tourist Pass, Grimaldi passengers can also ask for a special
reduced price menu at the Fashion Village’s restaurants.
Per maggiori informazioni / For more details:
www.grimaldi-lines.com www.siciliafashionvillage.it
marenostrum
S
11
81 496 444 - www.grimaldi-lines.com • infoline: +39 081 496 444 - www.grimaldi-
events
Eventi
maggio
May …
Calendario weekend
BARCELlONA
Barcelona
CANTINE APERTE
IN TUTTA ITALIA!
Wineries open
all over Italy!
Sophocles, "Andromache"
by Euripides and "The
Clouds" by Aristophanes.
From 11 May to 26 June.
BARCELlONA
Barcelona
"Festival El Grec"
New independent bands
and established artists with
various styles including
electronic, underground,
pop and rock from 25 to
29 May, at one of Europe’s
best music events!
Il Festival Timitar
coniuga il meglio della
musica tradizionale della
cultura Amazigh con la
musica contemporanea
internazionale.
Agadir, 24 giugno 2011.
SIRACUSA
Syracuse
marenostrum
italiane socie del Movimento
12
Festival Timitar
GIUGNO
june…
Tra musica elettronica,
underground, pop e rock
dal 25 al 29 maggio,
per una primavera
all’insegna della musica!
Da 18 anni le cantine
MAROCCO
Morocco
Festival
Teatro greco
Turismo del Vino aprono le
Festival El Grec propone
proprie porte al pubblico,
ogni anno numerosi
che potrà assaggiare i
spettacoli di artisti
migliori vini, acquistarli
internazionali, rappresentati
direttamente in loco,
in vari luoghi della città.
partecipare a degustazioni
Inoltre, il Festival per la
guidate ed ad ogni altra
seconda volta collaborerà
iniziativa suggerita dalla
con il Sonar, famosissimo
fantasia dei titolari!
festival di musica
For the last 18 years
the Movimento Turismo
del Vino (Wine Tourism
Movement) has encouraged
Italian wineries, members
of this non-profit
association, to open their
doors to the public at an
annual event that has
become a must for wine
lovers everywhere; visitors
can take part in wine
tasting, wine appreciation
sessions, buying sprees
and much more besides!
elettronica che si terrà
Da non perdere
l’edizione 2011 del ciclo di
rappresentazioni classiche:
quest’anno il famoso
teatro greco ospiterà le
tragedie "Filottete "di Sofocle,
"Andromaca" di Euripide e "Le
Nuvole" di Aristofane.
Dall’ 11 maggio al 26 giugno
Don’t miss the 2011
season of classical drama in
the famous Greek theatre;
on the bill this year are the
tragedies "Philoctetes" by
Timitar Festival,
combines the very best
traditional Amazigh
music and contemporary
international sound.
Agadir, 24 June 2011.
LUGLIO
July…
dal 16 al 18 giugno.
Festival El Grec,
encompassing theatre,
music, dance, flamenco,
film and the circus with
international performers
all over the city. For the
second year running, El
Grec and the famous Sonar
festival of advanced music
and multimedia art, on
from 16 to 18 June, will
be held together with
joint performances.
Il festival quest’anno
ospiterà grandi artisti di
calibro internazionale,
quali 30 Seconds to Mars,
Afterhours, Chemical
Brothers, Ben Harper,
Skunk Anansie, Jamiroquai
e tanti altri ancora!
This year’s edition of
the festival features artists
of international standing
events
Eventi
and many others!
ISCHIA,
LA MAGICA NOTTE
DI SANT’ANNA
The magic night
of Sant’Anna
Nella splendida isola
d’Ischia, da circa 80
anni ogni 26 luglio si
festeggia Sant’Anna: nello
stupendo scenario dello
specchio d'acqua antistante
il Castello Aragonese si
svolge la processione a
mare dei carri allegorici
acquatici, accompagnata
da spettacolari fuochi
d’artificio. La festa culmina a
mezzanotte con il suggestivo
incendio del Castello.
For the last 80 years or
so, the festival of Sant’Anna
has been celebrated
annually on 26 July on the
Eden-like island of Ischia in
the splendid setting of the
stretch of water in front of
the offshore rock crowned
by the Castello Aragonese
and connected to the
main island by a short
causeway. The festivities
include a hypnotic
procession of boats and
fireworks. At midnight, the
highlight is the allegorical
burning of the fortress.
Agosto
August…
SARDEGNA
Sardinia
FESTA DEL REDENTORE
Fiesta del Redentor
Da 106 anni, il 29
agosto si festeggia a
Nuoro il Redentore, in
onore dell’omonima statua
innalzata sulla vetta del
Monte Ortobene, divenuta
poi meta di un suggestivo
pellegrinaggio; il sacro si
incontra con il profano in
una festa dove migliaia di
fedeli raggiungono la statua
sulla cima del monte, mentre
nella cittadina si svolge una
bellissima e coloratissima
sfilata, costituita da gruppi
provenienti da tutta
l'Isola, che percorrono
tutta la città tra canti e
balli tipici. Al termine, una
selezione di gruppi anima
il festival del folklore, che
si svolge nell'anfiteatro
nel centro di Nuoro.
For the last 106 years,
on 29 August Nuoro
has been the venue for
the annual "Festa del
Redentore", celebrated
both in Nuoro itself and at
the summit of the soaring
peak of Monte Ortobene,
as a procession from town
weaves up the mountain
to the bronze statue of the
Redeemer at the top. It’s
very much a case of the
sacred and the profane
with participants from all
over Sardinia and the airing
of thousands of costumes
from the local museum.
The dancing and dialect
singing are enthusiastically
performed, making this one
of the most vibrant events
on the island’s calendar.
The festival culminates
in a parade of folklore in
Nuoro’s amphitheatre.
SETTEMBRE
September…
statues – on loan from
leading European museums
and offers the chance to
ponder on the origins of
the Roman portrait as a
tool of communication
from Republican Rome to
late antiquity.
Capitoline Museums, until
25 September 2011.
BARCELLONA, FESTA
DELLA MERCè 2011
Barcelona, Festes
de la mercè 2011
ROMA “RITRATTI,
LE TANTE FACCE
DEL POTERE”
Rome, “Portraits, the
many faces of power”
La mostra, seconda tappa
del ciclo “I giorni di Roma”,
offre una ricchissima scelta
di ritratti di altissimo livello
artistico - oltre 150 pezzi
tra teste, busti e statue a
figura intera provenienti dai
maggiori musei europei-;
un’occasione per conoscere
meglio le origini del ritratto
romano quale strumento di
comunicazione, in un arco
di tempo che va dalla città
repubblicana all’età tardoantica. Musei Capitolini, fino
al 25 settembre 2011.
Second in the series
“The Days of Rome”, this
exhibition consists of over
150 splendid portraits –
heads, busts and life size
Musica, artisti di strada,
rappresentazioni teatrali
in migliaia di punti della
città per salutare l’estate
e festeggiare Mare de
Deu de la Merce, il Santo
Patrono di Barcellona: da
non perdere le “Castellers”,
le torri umane, la sfilata dei
“Gigantes” raffiguranti re,
regine e nobili, e i correfoc
per le stradine della città!
Music, street performers
and pageants all over
the city in this annual
extravaganza farewelling
the summer and
celebrating Barcelona’s
patron saint Mare de Deu
de la Merce. Don’t miss the
Castellers, or human castles,
the parade of the Gigantes
(huge papier mâché and
fibreglass giants dressed as
princesses, sultans etc) and
the correfoc fire run with
groups of horned devils
dancing through the streets
and brandishing tridents
that spout fireworks!
marenostrum
including 30 Seconds to
Mars, Afterhours, Chemical
Brothers, Ben Harper,
Skunk Anansie, Jamiroquai
13
events
Eventionboard
Un mare di birra a bordo della Cruise Roma!
A beer fest on board the Cruise Roma!¡
locandina grima
ldi_Layout
1 11/02/11
16:56 Pagin
a1
L
a prima minicrociera dedicata al mondo delle birre artigianali è organizzata da
Grimaldi Lines e Publigiovane, casa editrice romana molto attiva nel mondo
dell’editoria birraria. Tutti gli appassionati potranno partecipare al ricco programma di
eventi che coinvolgerà un gran numero di Maestri Birrai: dalle degustazioni agli incontri
e dibattiti di esperti beer-tester di fama internazionale. Inoltre, oltre a festeggiare i 10
anni del famoso pub romano “Ma che siete venuti a fà”, a Barcellona sarà possibile
prendere parte ai vari appuntamenti nei più famosi pub e birrifici locali! Dall’11 al 14 giugno a bordo della m/n Cruise Roma
F
our days at sea immersed in a sea of beer: the first beer-themed mini-cruise ever
has been arranged by Grimaldi Lines and Publigiovane, a Roman publisher closely
associated with the world of beer. Beer connoisseurs and enthusiasts will be able to
take part in a busy programme of events starring many of the world’s top Master
Brewers: this will include tasting of some of the best “handcrafted” beers as well
as discussions and debates with expert beer tasters. The festival coincides with the
10th anniversary celebrations of the famous Roman pub “Ma che siete venuti a fa’”.
Then, when you get to Barcelona, the enjoyment will continue with more events
scheduled in some of the Catalan city’s finest pubs and bars, serving brews of the
highest quality.
From 11 to 14 June on the M/V Cruise Roma
Love Beat Boat, la minicrociera più emozionante del Mediterraneo!
Love Beat Boat, the Mediterranean’s most exciting mini-cruise!¡
R
itorna Love Beat Boat, il party crociera più esclusivo del Mediterraneo, che avrà come protagonisti bella gente ed ottima
musica! Il lungo weekend di divertimento, attesissimo dai giovani
di tutta Italia, sarà animato da dj e performer professionisti,
importanti nomi del panorama artistico musicale della penisola: la
Cruise Roma si trasformerà in un vero e proprio trendy club galleggiante, mentre il party continuerà a Barcellona! Love beat Boat…
il modo migliore per salutare l’arrivo dell’estate! Dal 25 al 28 giugno a bordo della m/n Cruise Roma
marenostrum
T
14
his year sees the return of Love Beat Boat, the Mediterranean’s
most exclusive cruise party with beautiful people and
great music! During this long-awaited weekend of fun and
entertainment, party-goers aged between 25 and 40 from all
over Italy, rock the boat in the company of some of leading DJs
and performers. For four days, the Cruise Roma turns into a super
trendy floating nightclub and, when the party reaches Spain, it
moves ashore to Barcelona’s exclusive Sotavento lounge dance
club. Love Beat Boat…the best way to welcome the arrival of
summer!
From 25 to 28 June on the M/V Cruise Roma¡
per ulteriori informazioni : www.grimaldi-lines.com
Grimaldilandia,
il regno dei piccoli
Grimaldilandia, a kids’ paradise
D
al 9 al 12 luglio salperà a bordo della m/n Cruise Roma la minicrociera
interamente dedicata ai bambini tra i 2 e i 13 anni, che, accompagnati da animatori, attori, burattinai e ballerini vivranno un’indimenticabile esperienza di puro
divertimento, a cui si alterneranno anche momenti formativi; Guest star sarà Anna
Bergamaschi, che ha interpretato Belle nel musical di grande successo “La bella e
la bestia”: con lei, i bimbi daranno vita ad un vero e proprio spettacolo teatrale.
L’iniziativa è pensata per il divertimento dei piccoli, e per il relax di mamma e papà,
che potranno tranquillamente dedicarsi alla scoperta dei numerosi servizi offerti
dall’elegante Cruise Roma.
F
rom 9 to 12 July the M/V Cruise
Roma will be hosting a mini-cruise
for children aged between 2 and 13,
with shows, story-telling, films and
games galore; entertainers, actors,
puppeteers and dancers will provide
the kids with an unforgettable
experience of sheer enjoyment,
interspersed with educational
activities; the Special Guest Star is
Anna Bergamaschi, who played Belle
in the hit musical Beauty and the
Beast: she will help the children put
on a real live stage performance.
The whole idea of Grimaldilandia is
designed not only for the fun of the
young Guests on board, but also for
the relaxation of their parents, who will
be able to concentrate on making the
most of the many facilities provided on
the elegant Cruise Roma.
...
e
r
t
l
o
n
i
ed
also...
Dal 4 al 7 giugno "Fitness convention"
Dal 2 al 5 luglio "Crociera con delitto"
un week end di mezza estate all’insegna del giallo!
From 2 to 5 July "Murder Mystery Theme Cruise", a
midsummer murder mystery weekend on the high seas!
per ulteriori informazioni: www.grimaldi-lines.com
marenostrum
seconda edizione all’insegna dello sport e del benessere.
From 4 to 7 June "Fitness Convention", the second edition
of the event devoted to sport and wellness.
15
Mare Nostrum Awards 2010
L
marenostrum
a cerimonia di premiazione della
terza edizione del Premio Mare
Nostrum Awards si è tenuta lo
scorso 3 dicembre a Napoli, presso il
Renaissance Hotel Mediterraneo.
All’evento, condotto da Massimo
Giletti, noto e bravo presentatore
televisivo della RAI, hanno partecipato personalità della cultura,
dell’imprenditoria e del giornalismo
italiano.
I vincitori di quest’anno, su un nutrito numero di partecipanti, sono stati:
Nikolaos Chalaris per l’articolo “Le
Autostrade del Mare nel Mediterraneo.
Ieri e oggi”, pubblicato sulla testata
greca “Efoplistis”, specializzata nel
settore dello shipping; Bianca d’Antonio per l’articolo “Nel mare della
letteratura”, pubblicato sul quotidiano
“La Gazzetta del Sud”; Mattia Insolera per il servizio fotografico del
reportage “In mare lento”, pubblicato
su “Intelligence in Lifestyle”, mensile
de “Il Sole 24 Ore”; Patrizia Lupi per
l’articolo “Autostrade del Mare: una
via possibile per la prosperità e la tolleranza”, pubblicato sulla testata “Le
Strade”, specializzata in porti e logistica; Mohamed Hedi Abdellaoui
16
per l’articolo “Une nouvelle vision des
échanges maritimes en Méditerranée”,
pubblicato sul quotidiano tunisino “La
Presse de Tunisie”.
La giuria della terza edizione del premio Mare Nostrum Awards era composta dal presidente, Folco Quilici,
scrittore e regista, Brahim Aouam,
Console della Repubblica di Tunisia
a Napoli, Vassiliki Armogeni, giornalista greca co-editore della rivista
Efoplistis, Giorgio Mulè, Direttore di
Panorama, Michele Capasso, Presidente della Fondazione Mediterraneo,
Diana De Feo, giornalista RAI, Enric
Juliana, vice-direttore del quotidiano
spagnolo La Vanguardia, Mimmo
Jodice, fotografo, Paul Kyprianou,
già Presidente della Associazione
Armatori RoRo Europei. Segretario:
Luciano Bosso, giornalista e Direttore della rivista Grimaldi Magazine
Mare Nostrum.
Il Mare Nostrum Awards, premio
giornalistico bandito dalla rivista
Grimaldi Magazine Mare Nostrum,
si propone di comunicare e valorizzare, attraverso articoli, foto o video, i
vantaggi che le autostrade del mare
offrono al trasporto di passeggeri e
merci rispetto alla modalità stradale.
Il tutto si traduce in un triplo vantaggio: risparmio di tempo e denaro da
parte dell’automobilista o autotrasportatore; rispetto dell’ambiente in
quanto il trasporto marittimo genera
meno inquinamento atmosferico ed
acustico, contribuendo a ridurre la
circolazione via strada; riduzione di
incidenti autostradali.
Ogni anno sono messi in palio 50.000
euro, divisi in cinque premi per altrettanti articoli, foto o servizi radiotelevisivi che, secondo la giuria, sono
meritevoli di essere premiati.
Nel corso della serata dello scorso
3 dicembre è stata data notizia della
prossima edizione del Premio il cui
bando di gara pubblichiamo su questo stesso numero del Grimaldi Magazine Mare Nostrum. Tra le novità per
il 2011, la partecipazione anche di
articoli pubblicati su testate on‑line.
Da sinistra a destra: Patrizia Lupi premiata dal Presidente della giuria Folco Quilici; Mohamed Hedi Abdellaoui ed il console tunisino a Napoli
Brahim Aouam; Bianca d'Antonio con Diana De Feo; Nikolaos Chalaris con Vassiliki Armogeni; Mattia Insolera con Emanuele Grimaldi.
Nella pagina precedente in alto i premiati ed in basso da sinistra: Massimo Giletti, Luciano Bosso ed Emanuele Grimaldi.
From left to right: Patrizia Lupi awarded by the President of the jury Folco Quilici; Mohamed Hedi Abdellaoui and Brahim Aouam Consul of the
Republic of Tunisia in Naples; Bianca d'Antonio and Diana De Feo; Nikolaos Chalaris and Vassiliki Armogeni; Mattia Insolera and Emanuele Grimaldi.
In the previous page, on the top the prize-winners and below from left: Massimo Giletti, Luciano Bosso and Emanuele Grimaldi.
T
he prize-giving ceremony for the third
edition of the “Mare Nostrum Awards”
was held on December 3, 2010. The
venue was the Renaissance Hotel Mediterraneo in Naples.
The event, which was presented by popular RAI TV host Massimo Giletti, was
attended by influential people on the cultural scene, entrepreneurs and various
journalists.
The winners of the competition, chosen
from among numerous entries, were:
Nikolaos Chalaris for the article “The
Motorways of the Sea in the Mediterranean. Yesterday and Today”, published in
the Greek shipping magazine Efoplistis;
Bianca d’Antonio for the article “In
the Sea of Literature”, published in the
newspaper La Gazzetta del Sud; Mattia Insolera for the photo essay “In the
slow sea”, in Intelligence in Lifestyle, the
monthly magazine published by Il Sole
24 Ore; Patrizia Lupi for the article
“Motorways of the Sea: a possible route
to prosperity and tolerance”, published in
Le Strade, a trade magazine specialising
in ports and logistics; and Mohamed
Hedi Abdellaoui for the article “Une
nouvelle vision des échanges maritimes
en Méditerranée”, published in the Tunisian daily La Presse de Tunisie.
The members of the judging panel for
the third edition of the Mare Nostrum
Awards, which was chaired by writer
and director Folco Quilici, were as
follows: Brahim Aouam, Consul of
the Republic of Tunisia in Naples; Vassiliki Armogeni, Managing Editor
and Co-publisher of the Greek magazine Efoplistis; Giorgio Mulè, Editor of
Panorama; Michele Capasso, President of the “Fondazione Mediterraneo”;
RAI journalist Diana De Feo; Enric
Juliana, Deputy Editor of the Spanish daily La Vanguardia; photographer
Mimmo Jodice; and Paul Kyprianou, former President of the European Ro-Ro Carriers Action Group. The
Secretary of the international jury was
Luciano Bosso, journalist and Editor
of Grimaldi Magazine Mare Nostrum.
The Mare Nostrum Awards, organised
under the auspices of Grimaldi Magazine Mare Nostrum, are intended to
promote articles, photographs and videos fostering the advantages that the
Motorways of the Sea offer compared
to passenger and goods transport by
road. More specifically, three pluses of
shipping are stressed: drivers and hauliers save time and money; respect for
the environment insofar as ships cause
far less air and noise pollution, and their
greater use helps reduce traffic congestion; and fewer road accidents.
Every year the five winners of the competition chosen by the judging panel
each receive a 10,000 euro prize.
During the gala evening on December
3, details were announced of the next
edition of the Prize, which is advertised
in this issue of Grimaldi Magazine Mare
Nostrum. In 2011, for the first time, articles published by online newspapers and
magazines are also eligible for participation.
he 2011 edition of the awards
announced by Grimaldi Magaha un montepremi complessivo di 50 zine Mare Nostrum has a prize fund
mila euro ed è aperta a tutti gli articoli, of 50 thousand Euros and is open
to all articles, reports and photoservizi giornalistici e reportage fotograreports on the subject of Motorfici sul tema delle Autostrade del Mare ways of the Sea and their unifying
e della loro funzione di coesione tra role between nations and peoples.
nazioni e popoli. Gli elaborati dovranno Participants must send their works
pervenire alla segreteria organizzativa to the Award Organisation Secretary
entro il prossimo 20 settembre.
by September 20th.
marenostrum
mare nostrum awards 2011
2011 del premio indetto da
L’edizione
Grimaldi Magazine Mare Nostrum T
Per ulteriori informazioni / For further information:
Chiara Attena, [email protected]
17
Mare Nostrum Awards - I vincitori 2010 / The 2010 winners
Nel mare della letteratura
di / by Bianca d’Antonio
marenostrum
V
18
i racconto la mia storia. Lo voglio proprio fare perché di
solito i miei ospiti, dopo uno sguardo un po' frettoloso,
si dimenticano di me. Eppure io li accolgo, li coccolo, li
faccio divertire, dormire, sognare, raggiungere la loro destinazione di lavoro o di divertimento, ascolto i loro sfoghi, la loro
rabbia, le confidenze e gli scherzi. Dentro il mio "ventre" riposano tir ed auto carichi di prodotti tipici e merci destinate ai
vari paesi del Mediterraneo, bambini e genitori, orme vocianti
di ragazzi in gita scolastica che assaporano il gusto della libertà, professori stanchi e preoccupati per tanta responsabilità, vacanzieri festosi e poi loro, i camionisti, che portano i
camion con il loro prezioso carico da un continente all'altro.
Si incontrano davanti al banco bar, trangugiano birra e caffè,
affogano la loro stanchezza davanti a qualche slot machine o
al banco del black jack, condividono con i loro colleghi di varie
nazionalità, problemi e preoccupazioni.
Ascolto l'equipaggio che parla lingue diverse, che porta con
sé la tristezza e la storia di paesi e civiltà lontane e la grande
voglia di tornare a casa dopo aver realizzato il "sogno econo-
Across the sea of literature
I
will tell you my story. I really want to do this because my guests, after
a hasty look, use to forget about me. Yet, I do welcome them, entertain
them, accommodate them, help them dream, reach their destination of
business or pleasure, listen to their complaints, their secrets and jokes.
Inside my "hold" trailers and cars are carried loaded with local products
and goods bound for the various Mediterranean countries. Inside my
cabins and along my decks children and parents relax, noisy youngsters
on school trips savour the taste of freedom, their teachers tired and
worried for such a responsibility take a rest, holiday-makers enjoy
themselves in a festive mood, not to mention lorry drivers transporting
their precious cargoes from one continent to another who use to meet
at the bar counter and slurp beer and coffee to offset their stress while
playing on a slot machine and sharing their problems and worries with
colleagues from other countries.
I listen to the crew speaking different languages and bringing with
mico". Io guardo tutto, assorbo tutto, veglio sulla loro traversata, cerco di tenere a bada il mare, di acquietare il Golfo del
Leone e, se proprio è imbufalito, di vincerne la rabbia con la
forza dei miei motori. Ma so anche regalare teneri momenti
con l'incanto del mare azzurro e lo splendore del sole o attimi
romantici alle coppie che si appartano sul ponte al chiaro di
luna, il viso sferzato dal vento.
Sono io, il più bel cruise ferry del Mediterraneo e – non lo
faccio per vantarmi – ho piscina e casinò, area fitness e discoteca, ristoranti e bar, sala giochi per i bambini, boutique e
quant'altro per rendere piacevoli le venti ore di navigazione.
Vado su e giù tra Civitavecchia, il porto di Roma, e Barcellona,
la capitale della Catalogna. Avanti ed indietro in un viaggio
sempre uguale e sempre diverso. Ogni percorso un'avventura,
tanti incontri, tanti racconti che spesso condivido con il mio
comandante perché con lui ho, naturalmente, un rapporto speciale. Mi chiamo "Cruise Barcelona".
Ma quella che qui vi voglio raccontare è una storia che ha
radici antiche. E che piacerà ai miei padroni, gli armatori napoletani Grimaldi, che per le navi e con le navi hanno sempre
vissuto. Inebriata dalla bellezza delle mie fattezze, distratta da
tante storie e racconti, all'improvviso sono stata travolta dal
sacro fuoco della conoscenza. Era inevitabile. Da sempre i
miei padroni mangiano lavoro e cultura, sprigionano la passione per il bello e per l'arte, per cui è bastata la "crociera dei
libri", il racconto di tanti scrittori italiani e catalani insieme, a
permeare saloni, cabine e le stesse fiancate e quello che era
themselves the history of distant countries and civilizations as well
as the melancholic desire to return home after having achieved their
"golden dream". I care for everyone and everything, keep watch over the
crossing, trusting I will keep the sea at bay thanks to the power of my
engines and face the Lion Gulf, even when it is rough. But I also know
how to offer travellers tender romantic moments through the magic of
the blue sea and the splendour of the sun and how to enchant couples
secluded on the deck in the moon light with their faces whipped by the
wind.
I don’t mean to brag but I am the best cruise ferry of the Mediterranean
Sea being equipped with a swimming pool and casino, a fitness area
and a disco, restaurants and bars, a playroom for children, boutiques
and much more to make the twenty-hour long voyage pleasant. I go
up and down from Civitavecchia, the port of Rome, to Barcelona, the
capital of Catalonia. Back and forth in a never changing yet each time
diverse journey. Each trip is an adventure offering the chance of many
encounters and experiencing different events that I live together with
my commander with whom, of course, I have a special relationship. My
name is “Cruise Barcelona”.
But I also want to tell you the story of my owners, the Grimaldis, the
Neapolitan family who have always lived for ships and with ships, a
story dating back to very long ago. Intoxicated by the beauty of my
features, distracted by so many experiences, I was suddenly struck
by the sacred desire for knowledge. It was inevitable. My owners
have always lived for work, the arts and beauty, so the "books cruise",
providing the chance of transporting on the same ship so many Italian
and Catalan writers together, was the right occasion to let me clearly
Mare Nostrum Awards - I vincitori 2010 / The 2010 winners
Le foto illustrate in queste pagine e nelle seguenti sono di Mattia Insolera, vincitore del
Mare Nostrum Awards per il reportage fotografico “In mare lento”, pubblicato su “IL-Intelligence in Lifestyle”, mensile de “Il Sole 24 Ore”.
The photos shown in these pages were taken
by Mattia Insolera, winner of the Mare Nostrum
Awards for the photographic reportage “In mare
lento”, published in “Lifestyle Intelligence “, monthly
magazine of “Il Sole 24Ore”.
suo ragazzo passano alcune settimane in laguna a
pescare.
A destra: Gulay Dogan sua figlia Tugce trascorrono
alcune settimane in barca a pescare.
In the previous page: Yunus Isgender and her
boyfriend Gul spend a few weeks fishing in the
lagoon.
Right: Gulay Dogan and her daughter Tugce are living
in their boat for a few weeks fishing in the bay.
marenostrum
Nella pagina precedente: Yunus Isgender ed il
19
sopito in qualche angolo remoto del mio passato è esploso. Ho
scoperto la mia vera passione e la mia "mission": contribuire
alla divulgazione della cultura e farne, con il mio trasmigrare
tra un mare e l'altro, un veicolo di conoscenza tra i popoli per
unirli ed affratellarli, per scoprire talvolta radici comuni e sradicare le prevenzioni.
Mi sono così beata al racconto storico-romantico della contessa Lara, protagonista affascinante e trasgressiva del libro di
Brunella Schisa "Dopo ogni abbandono", ho tifato per il riscatto
della romantica donna-schiava, la sorprendente Floriana, protagonista de "Lo show della farfalla" di Franco Matteucci, mi
sono intristita al racconto di Valeria Parrella ne "Lo spazio
bianco", ove emerge il mondo partenopeo dove la tragedia
quotidiana s'intreccia con la farsa, ho tenuto il fiato sospeso
al racconto noir "Legame di sangue" del tenente colonnello dei
carabinieri Roberto Riccardi, ma ho apprezzato anche il thriller
"La maledetta" del catalano Marc Pastor.
Insomma, mi sono inebriata con il profumo dei libri, mi sono
inorgoglita di questa biblioteca viaggiante, mi sono innamorata
del "sapere" degli scrittori e, nei meandri reconditi della mia
memoria, ho trovato una storia antica: tra le mie antenate c'era
una nave da crociera straordinaria ed originale, l'"Ausonia"
che, per espressa volontà dei miei padroni, nella seconda metà
degli anni Ottanta fu destinata alle crociere culturali, trasformando ogni sosta nei porti mediterranei in un tuffo nella loro
storia archeologica e mitologica, letteraria ed artistica raccontata da storici, scrittori e studiosi di chiara fama, dal grecista
Marcello Gigante a Luca Goldoni, da Attilio Stazio a Luciano De
Crescenzo e Riccardo Pazzaglia tanto per citarne alcuni.
Io sono figlia del Terzo Millennio, sono più moderna, sbarco
sulla Rambla e la inondo di libri italiani, ma, soprattutto, oggi
cerco di trasformare il mio percorso in un prezioso messaggio
letterario e culturale che, leggero, sulla scia del vento irrompe
e s'insinua lungo tutti i Paesi in cui io attracco.
understand my true passion and my “mission”: to contribute, through
my sailings from one sea to the other, to the dissemination of culture
and make it a means to unite different peoples helping them discover
common roots and eradicate prejudices.
I was so thrilled by the romantic story of Contessa Lara, the fascinating
and rebellious protagonist of Brunella Schisa’s novel Dopo ogni
abbandono. I was intrigued by the story of the subjugated Floriana,
the heroine of “Lo show della farfalla” by Franco Matteucci. I was
moved by Valeria Parrella’s short story Lo spazio bianco depicting the
Neapolitan society where the tragedy of everyday life is interwoven
with farce. I held my breath in suspense with the noir fiction of Legame
di sangue by Roberto Ricci, former policeman and enjoyed the thriller
La maledetta by the Catalan Marc Pastor.
In brief, I succumbed to the charm of the books transported and felt
proud of such a “travelling” library. I fell in love with writers’ knowledge
and was induced to recall an old story from the depths of my memory:
among the vessels that had preceded me in the eighties there was an
extraordinary and original cruise ship, the Ausonia, which had been
destined for cultural cruises by the express will of my owners, thus
turning each call at any Mediterranean ports into a dip into the local
archaeology, arts and civilization as explained by renowned historians,
writers and scholars such as Marcello Gigante, Luca Goldoni, Attilio
Stazio, Luciano De Crescenzo and Riccardo Pazzaglia, to name but a
few.
I was born in the third millennium, I am more modern and, on calling at
Barcelona, I will flood the Rambla with Italian books, but what’s more
I will try to turn my journey into the opportunity of spreading a cultural
message that, following the wind, will be conveyed to all the countries
where I dock.
marenostrum
A sinistra: Un anziano abitante del villaggio Tepekoy/Agridia. A destra: I cantieri navali di Alessandria d’Egitto.
Left: An old inhabitant of the Tepekoy/Agridia village. Left: The Alexandria shipyard.
20
Mare Nostrum Awards - I vincitori 2010 / The 2010 winners
Mercanti cinesi in hotel a Suez
Chinese traders at hotel in Suez
Una nuova visione degli scambi
marittimi nel Mediterraneo
E’
A new vision for maritime
di / by Mohamed Hedi Abdellaoui
trade in the Mediterranean
It was the Mediterranean, and specifically Italy, that 25 years ago
saw the inception of the great Motorways of the Sea (MoS) project,
designed to relieve Italy’s congested motorways. And it was the
Mediterranean that witnessed the crowning of the project following
the launch in 2006 by the European Commission’s Directorate General
for Transport and the EuropeAid Co-operation Office of the MEDA-MoS
project, with funding to the tune of 4.8 million euros provided mainly
by the MEDA Aid Programme and by the European Neighbourhood and
Partnership Instrument.
After all, it must be recognised that trade is one of the world’s most
effective growth engines; in particular, it is a driver of economic
development both globally and in the region, with substantial
increases in GDP forecast for most countries. More specifically, the
Mediterranean is ideally situated due to its position at the crossroads
of traffic between East and West, and North and South.
According to a report published by the Tunisian Office of Merchant
Navy and Ports, overall traffic in the EU and the Mediterranean
marenostrum
proprio nel Mediterraneo, ed in particolare in Italia,
che 25 anni fa è stato elaborato per la prima volta il
grande progetto delle Autostrade del Mare (ADM),
destinato ad alleviare le autostrade della penisola. Ed è proprio
nel Mediterraneo che il progetto è arrivato al suo apogeo, a
seguito del lancio, nel 2006, da parte della Direzione Generale
Trasporti della Commissione Europea e la Direzione Generale
EuroAid, del progetto Meda-Mos, con un finanziamento di 4,8
milioni di euro provenienti, per gran parte, dai Fondi Meda, e
dallo Strumento Europeo di Vicinato e Partenariato.
D’altronde, bisogna riconoscere che il commercio presenta un
potenziale di sviluppo tra i più rapidi al mondo, in quanto è sostenuto dalla crescita economica globale della regione e dal livello elevato di crescita del PIL previsto per la maggior parte dei
paesi della zona. In più trae ulteriore profitto dalla situazione
centrale dei flussi di traffico tra l’Est e l’Ovest, il Nord e il Sud.
Infatti, secondo il rapporto dell’Ufficio Tunisino della marina
mercantile e dei porti, il traffico globale tra l’Unione Europea
e il Mediterraneo è stimato a 70 milioni di tonnellate per il 2004
(su un totale di 232 milioni di tonnellate incluso il commercio
alla rinfusa). Lo stesso rapporto afferma che il trasporto in container è il più utilizzato (71%) seguito dai rotabili, registrati al
10%. Quest’ultima tipologia di merce è concentrata sulle
21
relazioni Turchia/Italia, Tunisia/Francia ed Italia, e Marocco/
Spagna. La domanda dei container ha avuto un aumento di più
del 50% dal 2000 e ha superato 2milioni di TEU nel 2005. Questi
volumi dovrebbero registrare 25 milioni di TEU da qui al 2015.
Dunque, un buon numero di paesi del Mediterraneo ha previsto
importanti sviluppi per i propri porti e per i trasporti intermodali, aderendo così ad uno scambio marittimo fluido, efficace
e benefico per tutti i partner pubblici e privati. La Tunisia ne è
un chiaro esempio. E’ per questa ragione che la Commissione
europea si è pronunciata positivamente sul progetto tunisino,
qualificandolo eccellente, avendo tenuto conto della sua forte
dimensione intermodale e in grado di coprire i differenti aspetti
della catena logistica.
A questo proposito, bisogna notare che in Tunisia le parti interessate hanno stabilito obiettivi di miglioramento relativi
alla qualità dei servizi e delle infrastrutture portuali. Come la
riduzione della permanenza media dei rimorchi da tre a un
giorno alla fine del 2009, dei contenitori da nove a sei giorni
per lo stesso periodo e quello dei rimorchi e dei contenitori da
sette a tre giorni. In più anche il miglioramento della comunicazione relativa alla notifica dei ritardi ed altri rischi. Attualmente,
malgrado tutti gli sforzi compiuti dalla maggior parte dei paesi
mediterranei aventi aderito ai progetti pilota delle Autostrade
del Mare, i risultati attesi non sono stati ancora raggiunti. Alcune disfunzioni sono quindi da identificare e risolvere.
Il supporto tecnico e amministrativo, una sfida chiave
Scegliendo le relazioni economiche tra l’Unione Europea e la
regione mediterranea, o ancora tra le due rive del Mediterraneo, l’obiettivo era, evidentemente, l’instaurazione di basi
solide per l’integrazione logistica ed economica dello spazio
euro-mediterraneo. Dunque, la creazione di un’area mediterranea di libero scambio che porterà alla soppressione delle
barriere tariffarie che ostacolavano il commercio tra il Sud
e il Nord. Un obiettivo che non è ancora raggiunto, per vari
motivi. Infatti, nell’entroterra di alcuni paesi del sud non sono
state costruite né autostrade né ferrovie, l’entroterra dunque
è mal servito e le relazioni tra questi paesi sono deboli. Le
relazioni marittime tra il Nord ed il Sud sono poco frequenti e
accounted for an estimated 70 million tonnes in 2004 (out of a total
of 232 million tonnes, including break-bulk). The report also states
that the most widely used means of transport is the container (71%),
followed by trucks and trailers (10%). The latter type of goods transport
is concentrated in trade between Turkey & Italy, Tunisia, France &
Italy, and Morocco & Spain. The demand for containers has risen by
over 50% since 2000 and topped 2 million TEU in 2005. This figure is
expected to reach the 25 million mark by 2015.
Accordingly, a large number of Mediterranean countries are planning
major development of their port infrastructure and intermodal transport
facilities, thus guaranteeing maritime trade that is efficient, effective
and beneficial for all public and private partners. Tunisia is a good
example. Indeed, the European Commission has assessed the Tunisian
project very positively, defining it as excellent, especially in view of
the fact that it has a strongly intermodal dimension and can cover the
different aspects of the logistics chain.
In this connection it should be noted that in Tunisia the stakeholders
have laid down improvement objectives for the quality of services and
port infrastructure. For example, by the end of 2009 the reduction in
average lay time for trailers from three days to 24 hours, for containers
from nine days to a week, and for trailers with containers from a week
to three days. Improvement is also envisaged with regard to notification
of delays and other risks. At present, despite the joint efforts of most
Mediterranean countries taking part in the MoS pilot project, the
results anticipated have not yet been obtained. This means that certain
dysfunctions need to be identified and corrected.
Technical and administrative support, a key challenge
In terms of economic relations between the EU and the Mediterranean
region, or between the two sides of the Mediterranean, the objective
was clearly to lay solid foundations for the logistical and economic
integration of the Euro-Mediterranean region. This means the creation
of a Mediterranean free trade area leading to the elimination of tariff
barriers restricting trade between South and North. This goal has
not yet been achieved, for various reasons. In the hinterland of some
southern Mediterranean countries the road and rail infrastructure is
marenostrum
A bordo della motonave "Grande Napoli": a sinistra: membri dell'equipaggio; a destra: Alexandro Roumanian, esperto marinaio.
On board the m/v "Grande Napoli", left: Crew members; right: Alexandro Roumanian experienced seaman.
22
A sinistra: La nave da Canakkale (Turchia) arriva nell'isola di Imvros. A destra: Ufficiali italiani della motonave "Grande Napoli".
Left: The ferry from Canakkale (Turkey) arrives at the Island of Imvros. Right: Italian officers of the "Grande Napoli" freighter vessel.
still lacking, and this is a major weakness. Trade links by sea between
North and South are not that common and ships are often empty on
the return voyage. There are major issues here, the causes need to
be analysed and the problems and challenges tackled. Clearly, port
management in the Mediterranean varies greatly from one country
to another. Having said this, all the southern Mediterranean ports are
owned by the State. Nevertheless, most of the countries in question
have implemented reforms designed to attract foreign investment. This
applies to four southern Mediterranean countries that are participating
in the pilot projects; they have launched private concession systems
as well as decentralisation and privatisation programmes. Tunisia
and Morocco, for example, have introduced private concessions while
Algeria has opted for public-private partnerships. However, the results
have not met expectations. Clearly, there are critical issues requiring
corrective actions. The expansion of the role of the Motorways of
the Sea in the development of trade links between the two sides of
the Mediterranean entails the need to act in two different directions:
operations and services on the one hand, and the administrative aspect
on the other. Therefore, acceleration of the reforms is less important
than the commitment of the administration to firmly supporting this
pilot project for the Motorways of the Sea. This is because, in any
event, businesses are more interested in the efficiency and reliability of
transport than in speed. In particular, the desire for a dynamic logistics
chain is often obstructed by customs procedures and other red tape.
This means relatively lengthy lay time for containers, especially in
southern Mediterranean ports.
As for Tunisia, the country has taken all of these factors into
consideration in order to deal with certain dysfunctions, opting
for reforms in accordance with the needs of its trade partners, as
mentioned above. After all, in the Mediterranean context the state
of the MoS pilot projects shows that further challenges lie ahead,
particularly given the uneven rates of development in the region. In
short, to fulfil an objective you need to believe in it. And don’t they say
“slow and steady wins the race”?
marenostrum
le navi spesso fanno ritorno vuote. A questo proposito, ci sono
varie cause, problemi ed anche sfide da cogliere. E’ chiaro,
che la gestione portuaria nel Mediterraneo è caratterizzata
dall’eterogeneità delle situazioni. Detto ciò, tutti i porti della
sponda sud sono di proprietà dello Stato. Ciò non impedisce
di affermare che la maggior parte di questi paesi hanno intrapreso delle riforme volte alla costituzione di un quadro favorevole all’attrazione di investimenti stranieri. E’ questo il caso di
quattro paesi della riva sud coinvolti in questi progetti pilota i
quali hanno introdotto dei sistemi di concessione privati e dei
programmi di decentralizzazione e di privatizzazione, come
per esempio la Tunisia e il Marocco che hanno stabilito delle
concessioni private e l’Algeria che ha lanciato dei partenariati
pubblico-privato. Tuttavia, i risultati restano al di sotto delle aspettative. Di sicuro ci sono delle criticità da correggere. Il potenziamento del ruolo delle autostrade del mare nello sviluppo
delle relazioni economiche tra le due sponde del Mediterraneo
implica di agire su due grandi assi: le operazioni ed i servizi
da una parte e l’aspetto amministrativo dall’altra. Così, sarebbe
meno importante l'accelerazione delle riforme che l’impegno
dell’amministrazione a sostenere fino in fondo questo progetto
pilota: le autostrade del mare. Perchè, in ogni caso, le aziende
optano meno per la rapidità del trasporto che per la regolarità e
l’affidabilità. In particolare, una catena di logistica fluida tanto
ambita, ma che è spesso ostacolata da procedure doganali
e non. Il risultato è tempi di sosta dei container abbastanza
lunghi, soprattutto nei porti del Sud.
Quanto alla Tunisia, non ha mancato di prendere in considerazione tutti questi dati per affrontare alcune disfunzioni, optando
per le riforme in tandem con le esigenze dei suoi partner, alcuni
dei quali sono menzionati in precedenza. Del resto, nel contesto mediterraneo, lo stato dei progetti pilota delle autostrade
del mare mostra che ci sono ancora delle sfide da cogliere dati
i tassi di sviluppo sbilanciati. Nello specifico, bisogna crederci
per ottenere l’obiettivo. Ma non si dice che chi va piano va
sano e va lontano?
23
Mare Nostrum Awards - I vincitori 2010 / The 2010 winners
La cabina telefonica di fronte alla Marsa Open
Centre (Malta) per i richiedenti asilo.
The phone booth in front of the Marsa Open
Centre (Malta) for asylum seekers.
Le autostrade del mare
nel Mediterraneo. Ieri ed oggi
di / by Nikos Chalaris
marenostrum
I
24
l Mediterraneo congiunge e contemporaneamente disgiunge tre continenti; questa caratteristica geografica ha
avuto l’effetto di accrescere i contatti, sviluppare il commercio, creare speculazioni e fomentare guerre tra religioni,
civiltà e mentalità diverse.
Con il passare del tempo e l'evoluzione delle civiltà, l'osmosi
tra popoli confinanti e popolazioni costiere distanti diede
amalgami e sintesi nuove. Il commercio tra nazioni costiere e
l'approvvigionamento di viveri e generi non disponibili in tutti
i territori non si sarebbe sviluppato se non attraverso il mare.
Negli ultimi cinquant'anni, navi moderne e sempre più numerose solcano il Mediterraneo, consolidando il concetto delle
Autostrade del Mare.
La tipologia di nave che si è sviluppata e potenziata con maggior successo negli ultimi anni è quella detta “Roll On/Roll Off”,
meglio nota come “Ro/Ro”; le navi di questo tipo sono state
The Motorways of the Sea
in the Mediterranean.
Yesterday and Today
T
he Mediterranean is a sea that unites and at the same time separates
three continents. This geographical specificity led to the growth of
contact, the development of trade, the promotion of commerce and
the waging of wars between different religions, civilisations and
mentalities.
As time went by and civilisations evolved, neighbouring populations
and coastal populations were influenced by each other, thus generating
new social and cultural forces. Trade between coastal nations and
the supply of goods that would have been unavailable otherwise
necessarily developed via the sea.
create per il trasporto combinato di carico rotabile e passeggeri. Queste hanno consolidato nel tempo il concetto delle Autostrade del Mare, rappresentando un'estensione delle strade
della terraferma, aprendo nuovi orizzonti per il trasporto via
mare.
La tecnologia Ro/Ro ha il vantaggio di poter caricare e scaricare in poco tempo ogni mezzo gommato. La movimentazione
tecnologica del carico ne permette la movimentazione in tutta
sicurezza. Giunto a destinazione, il mezzo è subito pronto per
continuare il viaggio.
Una fondamentale distinzione è rappresentata dalla capacità
della nave di trasportare solo passeggeri o solo veicoli o una
combinazione di entrambi. Il Mediterraneo è solcato da molte
navi per trasporto esclusivo di autocarri non accompagnati
(trailers); queste navi assicurano gran parte dei trasporti via
mare di corto raggio, escludendo il trasporto di carichi liquidi
e alla rinfusa.
La modalità di funzionamento si fonda sul concetto di servizio
di linea regolare; i “viaggi di linea” sono viaggi con destinazioni
e orari stabiliti. L'armatore/amministratore di una nave di linea
(nave di trasporto pubblica che offre un servizio regolare con
orari fissi e percorso stabilito) offre il servizio al fine di rispondere alle esigenze di trasporto e di comunicazione in una determinata area. Nel Mediterraneo, ci sono servizi di linea regolari
che operano tutto l'anno, dunque le Autostrade del Mare non
si fermano mai.
Sebbene il Mediterraneo sia una delle destinazioni turistiche
preferite a livello mondiale, ha lo svantaggio che per molte
rotte marittime l’alta stagione è limitata ai mesi estivi. Di conseguenza si osserva un'enorme differenza del volume di trasporto
estivo rispetto a quello invernale. I trailers sono determinanti
per la sopravvivenza economica di molte linee regolari che forniscono indispensabili servizi di trasporto merci nel Mediter-
In the last 50 years in particular, growing numbers of increasingly
modern vessels have been sailing around the Mediterranean,
consolidating the idea of the motorways of the sea.
Roll On/Roll Off better known as Ro/Ro ships have developed faster and
had more commercial success over the last few years than any other
type of vessel. Ships designed for the carriage of some combination
of wheeled cargo, general cargo on wheels and passengers. The Ro/
Ro ship was always going to consolidate the concept of the motorway
of the sea, because this type of vessel is in fact a virtual extension
of overland roads, opening new horizons for sea-based transport. The
use of loading ramp, turned the ship into a bridge linking coasts and
extending road networks from the terra firma to the sea.
Ro/Ro technology has the advantage of being able to quickly load and
discharge all types of wheeled vehicles. Cargo handling technology
enables the safe handling and transportation of huge volumes of
freight. When the vessel reaches the destination the vehicle or trailer
is immediately ready for the onward leg overland.
A fundamental distinction is whether the ship is intended to carry
passengers only, vehicles only, or a combination of both. The
Mediterranean is full of ships intended solely for the carriage of
trailers; these vessels account for much of the region’s short sea
shipping, excluding liquid and break-bulk loads.
The method of operation is based on the concept of the regular
shipping line; “line voyages” are regular scheduled voyages on a set
route. The owner/manager of a vessel operating on a regular shipping
line (acting as a means of public transport on a set route at set times)
offers this service in response to a perceived demand for transport and
communication in a given area.
In the Mediterranean, there are regular line services operating all year
round, which means that the motorways of the sea are never closed.
Though the Mediterranean is one of the world’s most popular tourist
destinations, it has the disadvantage that for most of the shipping routes
high season is limited to the summer months. This means that there is a
A sinistra: Muntaz Ahmed, capitano ed unico membro dell'equipaggio, prega sul ponte della nave Stratis II, abbandonata nel porto di
Barcellona dal novembre 2007. Ha vissuto per 19 mesi senza elettricità. A destra: Yavuz Okumus and Taksim Karaosman sono ciò che rimane
dell'equipaggio della motonave Barika, ancorata ad Istanbul dal luglio del 2009.
Left: Muntaz Ahmed, captain and only remaining crew member praying on the deck of the motor vessel Stratis II, abandoned in the port of
marenostrum
Barcelona in November 2007. He lived in the vessel for 19 months without electricity. Right: Yavuz Okumus and Taksim Karaosman are the only
remaining crew members of the motor vessel Barika, abandoned in the Istanbul anchorage area since July 2009.
25
marenostrum
26
raneo, confermando che il modello commerciale vincente è in
molti casi il trasporto combinato di passeggeri e carico rotabile.
Le navi di oggi sono sempre più moderne, costruite con tecnologie avanzate, sicure e rispettose dell'ambiente; quest’ultima
caratteristica è dovuta alla grande riduzione dell’impatto ambientale: le emissioni di biossido di carbonio e di altre particelle
nocive sono ridotte e controllate, mentre i combustibili delle
macchine contengono una bassa percentuale di zolfo. Inoltre,
le vernici utilizzate per la parte sommersa della nave sono
compatibili con la tutela dell’ambiente marino.
Nella maggior parte dei Paesi le infrastrutture portuali seguono
standard collaudati e si evolvono parallelamente con l'ammodernamento delle navi. In particolare, per i carichi trasportati
con trailers a cura soprattutto di società di trasporti, gli itinerari
e gli orari delle navi sono studiati per facilitare le esigenze delle
società di trasporti. Nel caso di trasporto di autocarri, visto che
all'autista non è consentito guidare senza riposo, la nave è la
soluzione ideale.
Un vantaggio importante delle Autostrade del Mare è la riduzione del traffico sulle autostrade europee. Più trailers via mare
significa meno sulle strade. Nel contempo l'impatto ambientale
diminuisce ed il costo del trasporto rimane ridotto e competitivo.
Oggi le navi raggiungono velocità che nei decenni passati
erano ritenute proibitive e inusuali. Grazie alle economie di
scala, una nave più grande può sopravvivere nella competizione, aumentando anche il numero di passeggeri e merci.
Nonostante la forte concorrenza aerea, ci sono tuttora margini
operativi significativi per le navi per attrarre passeggeri, che
possono viaggiare con auto al seguito e godere delle altre comodità offerte a bordo, pari a quelle assicurate dalla navi da
crociera. La popolazione costiera considera le Autostrade del
Mare come una risorsa inestimabile, in grado di offrirgli non
solo sicurezza ma anche scambio culturale e crescita generale
dell’economia locale.
La nave è un ponte di comunicazione tra popoli. La sua esistenza e la sua apparizione regolare all’orizzonte la rende parte
integrante della comunità locale e allo stesso tempo parte integrante della quotidianità di una comunità.
Fino a cinquant'anni fa nel Mediterraneo imperavano solo navi
per il trasporto passeggeri e di pochi carichi. Poi hanno cominciato ad apparire timidamente i primi ferries, sempre più merci
sono state trasportate, mentre i tempi sono stati notevolmente
ridotti.
Oggi gli abitanti di Maiorca, Corsica, Sardegna, Malta e Creta
hanno collegamenti quotidiani con la terraferma e con altre
destinazioni, viaggiando ogni giorno su navi moderne, sicure,
veloci e confortevoli.
Tutto questo è accaduto grazie all’apertura delle Autostrade
del Mare.
huge difference between the volume of business in summer and the level
of demand in the off season, when operations are often severely limited.
Cargo trailers are crucial to the economic survival of many regular lines
that provide essential short sea shipping services in the Mediterranean.
They confirm the fact that in many cases the best Ro/Ro business model
is the combined carriage of passengers and trailers.
Today’s cutting-edge vessels are increasingly technological, safe and
environmentally friendly.
The basic principle is that a properly built, operated and maintained
ship remains safe and environmentally friendly for its whole life. With
regard to this last point, cutting-edge ships have a greatly reduced
environmental impact; CO2 and other atmospheric emissions are
reduced and closely assessed, and vessels consume fuel oil with a low
sulphur content. The paints used for the underwater body prevent toxic
biocides from entering the marine environment.
In most countries, the evolution of shipbuilding technology is
accompanied by similar advancement in the standard of port
infrastructure and cargo handling facilities.
In particular, with regard to goods transported on trailers by haulage
contractors, vessel itineraries and schedules are planned so as to meet
the needs of hauliers.
As for trailers, given that lorry drivers are required to take compulsory
rest periods, the ship represents the ideal solution.
An important advantage of the use of the motorways of the sea is the
reduction of traffic congestion on the over-stretched European road
system. More trailers at sea means fewer on the roads. At the same
time the environmental impact is lessened and the associated transport
costs are lower and therefore more competitive.
Today’s ships can reach a rate of knots that would have been rare, if not
impossible, a few decades ago. Thanks to the principle of economies
of scale, a larger ship can maintain its competitive edge while carrying
more goods and more passengers.
Despite the tough competition from air transport, there are still
significant operating margins for ships such as to attract passengers,
who can travel with their cars and enjoy cruise ship standard amenities.
Coastal populations see the motorways of the sea as a priceless asset
giving them not only a sense of security but also affording opportunities
for cultural exchange and general growth of the local economy.
The vessel is a bridge of communication between populations. Its
repeated appearance on the horizon and in port makes it an integral
part of the local community, part and parcel of the social fabric.
Up until 50 years ago, the waters of the Mediterranean were plied by
pure passenger ships and by a fleet of traditional general cargo vessels
carrying goods of all kinds. Then, the first Ro/Ro ferries made their
appearance.
More and more goods are being shipped, while transport times have
been cut substantially. Today, the inhabitants of Mallorca, Corsica,
Sardinia, Malta and Crete have daily maritime links with the mainland
and other destinations, provided by ships that are modern, safe, fast
and comfortable.
All this happened thanks to the opening of the motorways of the sea
Mare Nostrum Awards - I vincitori 2010 / The 2010 winners
Pescatori nei dintorni di Ismailia (Egitto).
Fishermen near Ismailia (Egypt).
Autostrade del mare: una “via possibile”
per la prosperità e la tolleranza
di / by Patrizia Lupi
L
e rotte tracciate dagli antichi scafi - fenici, etruschi, greci,
romani, arabi - hanno creato quella fitta rete di scambi di
merci, idee, conoscenze, tecnologie, che è stata il canovaccio
sul quale hanno preso forma le magnifiche civiltà mediterranee.
Un destino nel nome, mare di mezzo, mare non chiuso ma racchiuso, dove l’acqua è elemento e simbolo d’incontri, non di
separazione. Un ecosistema particolarmente favorevole, ma
anche un topos ideale che mette in comunicazione tre continenti e tre civiltà, invitandoli all'incontro, allo scambio tra
mercati, lingue, religioni, culture: altrettanto ricche anche se
diverse.
Non sarebbe stato facile neanche per uomini visionari come
Colombo, Vasco De Gama, Caboto immaginare fino a qual
Motorways of the sea: a "way
forward" to prosperity and tolerance
The idea of the Mediterranean
as an integrated trading area
was already conceived of by the
French geographer Elisée Reclus
T
he sea routes traced by peoples of the past - the Phoenicians,
the Etruscans, the Greeks, the Romans, the Arabs - generated
a dense network of busy traffics and favoured the exchange not
only of merchandise but also ideas, knowledge, technology, thus
helping creating the canvas on which the magnificent Mediterranean
civilisations took shape. The name itself contains its destiny: middle
sea, that is a sea not closed but enclosed, where water is an element
and a symbol of union, not of separation. A particularly favourable
ecosystem, but also an ideal topos that connects three continents
and three civilisations, inviting them to meet, to exchange goods,
marenostrum
Si deve al geografo francese Elisée
Reclus l’idea del Mediterraneo come
area integrata di scambio, come
luogo di “incontro dei popoli su un
terreno neutro di pace e di libertà"
27
punto sarebbero potuti arrivare gli scambi e la rete dei trasporti del nostro continente. Le vie d’acqua - oggi si chiamano
Autostrade del Mare - svolgevano un ruolo fondamentale per
i trasporti commerciali ma, anche allora, era necessario raccordare la navigazione con gli itinerari stradali, soprattutto per
i percorsi più lunghi e di più ampia portata come ad esempio
quelli che collegavano l’Europa con l’Oriente o l’Africa. Lungo
questo percorso, fra mare e terra, i porti rappresentavano la
cerniera, il luogo dello scambio fra le diverse modalità di trasporto, ma anche l’agorà dove si incrociavano razze e destini.
E’ così ancora oggi.
Agli albori di questo terzo millennio oltre 50 milioni di persone in
Italia sono trasportate su comodi e veloci traghetti. Se nel passato era una necessità per la carenza di strade, oggi lo diventa
per coniugare la crescente richiesta di mobilità, commerciale
e turistica, con la sostenibilità ambientale. Navi ro-ro, o quelle
ro-pax di ultima generazione, ripercorrono così le antiche rotte,
approdando nei porti capolinea: le porte, come lo erano gli antichi scali, di territori ricchi di arte e di mestieri.
marenostrum
Le Autostrade del Mare
28
Nella complessità degli equilibri produttivi e distributivi globalizzati, l’Italia riveste un ruolo di rilievo nell’ intercettare i traffici fra Suez e Gibilterra. Ma la crisi ha messo in evidenza un
diverso aspetto. Rispetto ai traffici containerizzati cresce la
domanda di trasporto ro-ro: è una conseguenza della rivoluzione nei flussi commerciali nel contesto infra-mediterraneo
ed in particolare nell'interscambio sulla direttrice Sud-Nord,
cioè nel collegamento tra i mercati dell'Europa comunitaria e
le economie emergenti della Sponda Sud del Mediterraneo i
cui tassi di crescita, com'è noto, sono ormai a due cifre, tra
l'altro con massicci investimenti infrastrutturali nella portualità,
da Damietta e Port-Said fino ad Orano e Tangeri.
L’Italia ha una conformazione che favorirebbe l’utilizzo delle
Autostrade del Mare. Il condizionale è d’obbligo perché i problemi permangono nonostante i vantaggi, in termini economici,
ambientali, sociali. Grazie alla lungimiranza di alcuni imprenditori e alle politiche nazionali ed europee che attribuiscono loro
una valenza strategica, hanno registrato dal 2002 un raddoppio
delle merci trasportate: oggi sono un milione e mezzo i Tir che
usufruiscono delle vie d’acqua. Eppure non sono ancora abbastanza. In Italia circa il 66% delle merci viaggia su gomma
e solo il 4% dei trasporti su distanze superiori ai 500 chilometri
utilizza le navi. Se si aumentasse questa percentuale del 10%
si potrebbero eliminare 240mila tir dalla strada. I vettori hanno
una capacità di riempimento di stiva che si ferma al 50%. Il
resto sarebbe utilizzabile senza aggiuntivi costi economici, sociali ed ambientali.
Le Autostrade del Mare sono più di venti, incluse le rotte verso
la Sicilia, 26 collegano la Sardegna al resto del Paese, 48 garantiscono i collegamenti con l'Europa e 55 con i porti extra europei. L’offerta settimanale complessiva è di circa 500 partenze,
per quasi ottocentomila metri lineari. Tuttavia, il traffico merci
spostato dalla gomma al mare rimane inferiore al 5% del totale.
languages, religions, cultures: all equally rich though different to one
another. Also visionaries like Columbus, Vasco De Gama, Cabot could not have
fancied how far the exchanges and transport networks of our continent
would evolve. The waterways - now called Motorways of the Sea played a key role in the transport of freight, but even at that time, it was
necessary to connect navigation to road routes, especially for longer
and far-reaching journeys such as those linking Europe to the Far East
or Africa. Along this route, from the sea to the land, ports were the
hubs, where different modes of transport were provided, but also the
agora where different races and destinies crossed. This is still the case
today. At the dawn of the third millennium, more than 50 million people
in Italy are carried on comfortable and fast ferries. If in the past it was
a necessity due to the lack of roads, now it is essential to match the
growing demand for mobility, trade and tourism with environmental
sustainability. To that purpose, Ro-Ro ships, or latest generation
Ro-Pax ships, sail again through ancient routes disseminated with
archaeological finds preserved by the Mare Nostrum and call at the
main ports which are the gates to territories rich in arts and crafts, as
the ancient ports of call used to be.
Motorways of the Sea
In the complex equilibrium of globalised production and distribution
systems, Italy plays a major role in intercepting traffic travelling between
Suez and Gibraltar. The current recession has however highlighted a
different aspect. Compared to container traffic, the demand for ro-ro
freight is growing: this is a consequence of the revolution in trade flows
in the infra-Mediterranean context and in particular in the interchange
carried out along the north-south corridor, that is the route connecting
the markets of the European community and the emerging economies
of the southern shores of the Mediterranean, where rates of growth,
of course, are now in double digits and massive investments are
being made in port facility infrastructures from Damietta and Port
Said to Oran and Tangier. Italy is known to hold a central position
in the Mediterranean and its shape would favour the employment
of the Motorways of the Sea. The conditional mode is mandatory
because problems persist despite the fact that everyone perceives the
advantages of the Sea Motorways in financial, environmental and social
terms. Thanks to the farsightedness of a number of entrepreneurs and
also as a result of national and European policies which have attributed
them a strategic value, cargos transported along the Motorways of the
Sea has doubled in 2002: today a million and a half trucks are carried
through waterways. Still this is not enough yet. In Italy about 66% of
freight travels by road and only 4% of cargos transported to distances
over 500 km is shipped by sea. If this percentage were raised by 10%,
240 thousand heavy good vehicles could be shifted from the road. Only
50% of the ship hold capacity is exploited. The volume left might be
used without additional financial, social or environmental costs. More than 20 Motorways of the Sea are operated in Italy including the
routes to Sicily, 26 connecting Sardinia to the rest of the country, 48
ensuring connections with Europe and 55 to ports outside Europe. The
total weekly supply is around 500 departures, for almost eight hundred
L’obiettivo è quello di arrivare all' 8% entro il 2011.
Una sfida importante per evitare il collasso della rete stradale.
Anche l’Europa ha ben chiaro il problema e, con una comunicazione, nel dicembre 2008, ha chiarito le modalità finanziarie con
cui gli Stati membri possono erogare aiuti di Stato a progetti
per la realizzazione di nuove Autostrade del Mare. Ha avviato
i programmi Marco Polo II e le reti transeuropee di trasporto
TEN-T.
Le best practices
L’armamento, in tempi di crisi, si è rimboccato le maniche cercando di supportare l’economia nazionale e i commerci in attesa della ripresa. Lo ha fatto anche attivando nuove linee dato
che rafforzare le Autostrade del Mare e i collegamenti con la
sponda sud del Mediterraneo significa dare alle aziende italiane l’opportunità di aprire nuovi mercati. La capacità di stiva
offerta annualmente raggiunge l’equivalente di 2,3 mln di veicoli commerciali che corrispondono a circa 2,8 mln di semirimorchi.
Il Gruppo Grimaldi – uno dei più lungimiranti armatori che ha
investito fin dai primi anni del Duemila nel potenziamento delle
Autostrade del Mare - ha inaugurato, dopo i collegamenti con
Barcellona e Malta, un nuovo servizio Genova-Tunisi-Tripoli, il
primo collegamento diretto per camion semirimorchi e merci
rotabili in genere, che in meno di 3 giorni vengono trasferite
fra la Libia e Genova, rendendo più agevoli e meno costosi gli
scambi commerciali tra il centro Europa e i due paesi Nord Africani.
13 sono i collegamenti delle navi dell’armatore partenopeo nel
Mare Nostrum fra Italia, Spagna, Tunisia e Malta, tutti effettuati
anche utilizzando la formula low-cost, con cruise ferries di ultima generazione o moderni traghetti tradizionali. A questi si
aggiungono i collegamenti effettuati con la controllata Minoan
Lines, leader nei collegamenti adriatici fra Italia e Grecia da e
per i porti di Venezia, Ancona, Igoumenitsa e Patrasso, operati
anche con le due splendide Cruise Olympia e Cruise Europa,
due gioielli in grado di trasportare 3000 passeggeri, 250 auto e
3000 metri lineari di carico rotabile.
thousand linear meters. However, freight traffic shifted from the road to
the sea is less than 5% of the total. The goal is to reach 8% by 2011. A
major challenge if we want to prevent the collapse of the road network.
Europe too has become aware of the problem and, with a note issued in
December 2008, clarified the measures by which Member States may
grant government aids for projects aiming at creating new Motorways
of the Sea. The Marco Polo II program was accordingly started as well
as the TEN-T Trans-European Transport Network program. Best practices
Shipowners are used to roll up sleeves even in times of recession,
trying to support the national economy and trade while awaiting the
recovery. This was also done by activating new lines, considering that
the enhancement of the Motorways of the Sea and the links with the
southern shores of the Mediterranean would give Italian companies
the opportunity to open new markets by a means of transport which
is both economic and environmentally friendly. The in-take capacity
offered annually is reaching the equivalent of 2.3 million commercial
vehicles, which equals about 2.8 million semi-trailers.
The Grimaldi Group- one of the most forward-thinking shipowners who
invested in the early years of the millennium in the strengthening of
the Motorways of the Sea with excellent results - after the opening of
connections with Barcelona and Malta, it inaugrated in spring a new
service Genoa-Tunis-Tripoli, the first direct link for semi-trailers and
rolling stock in general, which in less than 3 days are transferred from
and to Libya and Genoa, making trade between central Europe and the
two North African countries easier and cheaper.
13 links are provided in Mare Nostrum between Italy, Spain, Tunisia
and Malta by the Neapolitan shipowner, all of them by the low-cost
formula and by means of latest generation cruise ferries or modern
traditional ferries. In addition other connections are provided by their
subsidiary, Minoan Lines, a leader in Adriatic connections between Italy
and Greece to and from the ports of Venice, Ancona, Igoumenitsa and
Patras, carried out, among others, by the two beautiful Cruise Olympia
and Cruise Europa cruise ferries, two jewels capable of carrying 3,000
passengers, 250 cars and 3,000 linear metres of rolling cargo.
marenostrum
A sinistra: Una famiglia di pescatori del villaggio di Akcapinar (Turchia). A destra: I cantieri navali di Alessandria d’Egitto.
Left: A fisher family in Akcapinar village (Turkey). Right: The Alexandria shipyard.
29
Premio Giornalistico Internazionale - Edizione 2011
(Euro 50.000)
1. Finalità e area tematica
La quarta edizione del premio giornalistico internazionale Mare
Nostrum Awards, bandito dalla rivista Grimaldi Magazine Mare
Nostrum, si propone di promuovere e valorizzare la conoscenza
delle Autostrade del Mare che costituiscono una valida alternativa
al trasporto stradale ed un’eccezionale opportunità per lo sviluppo
sostenibile dei paesi bagnati dal Mediterraneo.
Gli elaborati in concorso dovranno, pertanto, sottolineare i vantaggi
che questi collegamenti marittimi regolari, effettuati con navi moderne,
sicure e veloci, vantano dal punto di vista economico, sociale, turistico
ed ambientale nonché il loro contributo a creare un’area di scambi e
cooperazione tra le varie sponde del Mare Nostrum.
2. Requisiti per la partecipazione
Al Premio possono partecipare giornalisti pubblicisti e professionisti,
autori in generale e fotografi che avranno diffuso l’argomento descritto
nell’area tematica tra il 10 febbraio ed il 15 settembre 2011.
La partecipazione al concorso è aperta ad autori residenti in Italia,
Spagna, Grecia, Tunisia e Marocco che potranno presentare i propri
lavori in italiano, inglese, spagnolo, catalano, francese o greco.
I premi saranno assegnati a servizi giornalistici, documentari,
servizi televisivi o radiofonici, reportage fotografici, nonché inchieste
economico-turistiche giudicati dalla Giuria coincidenti con le finalità
istitutive del Premio.
3. Media
Saranno ammessi al concorso gli elaborati divulgati, nelle lingue sopra
indicate, in Italia, Spagna, Grecia, Tunisia e Marocco attraverso:
-- quotidiani e periodici a diffusione nazionale (incluso le versioni
online);
-- pubblicazioni a diffusione nazionale e testate online di trasporto e
di turismo;
-- agenzie di stampa;
-- emittenti radio e/o televisive nazionali e locali;
-- riviste di fotografia e mostre fotografiche.
marenostrum
4. Modalità di partecipazione
30
La partecipazione al Premio è gratuita, ma non è consentita a
dipendenti o collaboratori di società del Gruppo Grimaldi.
I partecipanti dovranno far pervenire i loro elaborati, con lettera di
accompagnamento firmata, entro il 20 settembre 2011 alla Segreteria
Organizzativa del Premio tramite i servizi postali tradizionali.
Le opere pervenute non saranno restituite.
5. Ospitalità ai concorrenti
Per favorire l’acquisizione di informazioni ed esperienze dirette, utili
per l’elaborazione delle loro opere, agli autori interessati a partecipare
al premio Mare Nostrum Awards sarà offerto un viaggio di andata e
ritorno a bordo di una delle navi di Grimaldi Lines o di Minoan Lines
in servizio tra Italia, Spagna, Tunisia, Marocco e Grecia, da effettuarsi
entro il 31 luglio 2011. Per informazioni sulle linee passeggeri è
possibile consultare i siti www.grimaldi-lines.com e www.minoan.gr.
6. Premi
I premi consistono nella corresponsione di cinque riconoscimenti in
denaro, ognuno dell’importo di euro 10.000 netti.
I premi saranno attribuiti secondo l’insindacabile giudizio della Giuria.
7. Giuria
La Giuria Internazionale del Premio è così composta:
Presidente: Folco Quilici, scrittore e regista;
Componenti: Brahim Aouam, Console della Repubblica di Tunisia
a Napoli, Vassiliki Armogeni, giornalista greca co-editore della
rivista Efoplistis, Michele Capasso, Presidente della Fondazione
Mediterraneo, Virman Cusenza, Direttore de Il Mattino, Diana De
Feo, giornalista RAI, Mimmo Jodice fotografo, Enric Juliana, vicedirettore del quotidiano spagnolo La Vanguardia, Paul Kyprianou, già
Presidente della Associazione Armatori RoRo Europei.
Segretario: Luciano Bosso, giornalista e Direttore della rivista
Grimaldi Magazine Mare Nostrum ([email protected]).
Le decisioni della Giuria sono definitive ed inappellabili. Le motivazioni
dell’assegnazione saranno illustrate nel corso della Cerimonia di
Premiazione.
8. Premiazione
La Cerimonia di Premiazione si svolgerà in autunno 2011 in luogo
e data da individuare, con l’impegno dei membri della Giuria e dei
vincitori a presenziare personalmente all’evento.
Tutte le informazioni necessarie ai fini della partecipazione all’evento
saranno tempestivamente comunicate ai vincitori.
9. Riserve
Il Gruppo Grimaldi si riserva la facoltà di pubblicare le opere dei
vincitori. Tutti i partecipanti consentono, quindi, di utilizzare e
pubblicare gli articoli o i servizi inviati o parte di essi, mantenendo il
diritto ad essere menzionati come autori.
10. Segreteria Organizzativa del Premio
Dr.ssa Chiara Attena
Tel. +39 081 496685 – Fax +39 081 5517716
e-mail: [email protected]
Via Marchese Campodisola 13, IT- 80133 Napoli
Napoli, 1 febbraio 2011
info: +39 081 496685 • [email protected]
Il Segretario
(Luciano Bosso)
International Press Award - Competition 2011
(Euros 50,000)
The fourth edition of the international press award Mare Nostrum
Awards, sponsored by the magazine Grimaldi Magazine Mare
Nostrum, aims to promote and increase the knowledge of the Motorways
of the Sea which represents a valid alternative to road transport as
well as an excellent opportunity for a sustainable development of the
Mediterranean countries.
The competing works shall therefore emphasize the advantages that
these regular maritime links, served by modern, safe and fast ships,
offer from an economic, tourist, social and environmental view, as well
as their contribution in creating an area of exchanges and cooperation
between the various shores of the Mediterranean.
2. Requirements to participate
Part-time reporters and professional journalists, as well as photographers,
who have treated and published this topic between February 10th and
September 16th, 2011, may take part to the Mare Nostrum Awards.
Participation at this competition is open to all authors who reside in Italy,
Spain, Greece, Tunisia and Morocco. They can present their works in
Italian, English, Spanish, French, Catalan or Greek languages.
Awards will be assigned to press reports, correspondence,
documentaries or radio and television services, photographic reports,
as well as economic-tourist report investigations, if satisfying the aims
set up by the Award.
3. Media
All works admitted and taken into account will have to be published in
the respective languages, in Italy, Spain, Greece, Tunisia and Morocco
through the following means:
-- national diffusion newspapers and magazines (including their online
formats);
-- national diffusion and online transport and tourist journals and
magazines;
-- press agencies;
-- radio and/or television stations;
-- photography magazines and exhibitions.
4. Participation procedures
Participating to this Award is free but is forbidden to employees or
consultants of companies of the Grimaldi Group.
Participants must send their works with an accompanying signed letter
to the Award Organisation Secretary by September 20th, 2011 by the
traditional mail service. All the works sent will not be given back.
5. Participants hospitality
In order to get direct information and experiences useful to prepare
their works, the authors interested in taking part to the Mare Nostrum
Awards will be offered for a round trip (to be performed by 31st July,
2011) on one of the Grimaldi Lines or Minoan Lines ships operating
between Italy, Spain, Greece, Tunisia and Morocco.
For information on the above mentioned passenger services please
click on: www.grimaldi-lines.com and www.minoan.gr.
6. Awards
The Awards consist of five prizes of 10,000 Euros each and will be given
according the final decision of the Jury.
7. Jury
The International Award Jury is made up as follows:
President: Folco Quilici, writer and film director.
Members: Brahim Aouam, Consul of Tunisia in Naples, Vassiliki
Armogeni, managing editor and co-publisher of the Greek magazine
Efoplistis, Michele Capasso, President of the Fondazione Mediterraneo,
Virman Cusenza, Editor of the Italian newspaper Il Mattino, Diana De
Feo, journalist at RAI, Mimmo Jodice, photographer, Enric Juliana,
Vice-director of the Spanish newspaper La Vanguardia, Paul Kyprianou,
former President of the European RoRo Carriers Action Group.
Secretary: Luciano Bosso, journalist, Editor of Grimaldi Magazine Mare
Nostrum ([email protected]).
The Jury’s decisions are final and irrevocable and will be illustrated
during the Award ceremony.
8. Award ceremony
The Award ceremony will be performed in autumn 2011, at a date and
place to be established, and the winners are engaged to be present
or, in case of attested impossibility to take part, to send representative
delegates to receive the Award.
All information required to take part to the ceremony will be communicated
to the winners on due time.
9. Conditions
The Grimaldi Group reserves the right to publish the works of the
winners. All competitors will therefore authorize the use and publication
of the articles or reports sent or any part of them, but they have the right
to be mentioned as authors.
10. Award organisation secretary
Ms. Chiara Attena
Tel. no. +39 081 496685 – fax no. +39 081 5517716
e-mail: [email protected]
Via Marchese Campodisola 13, IT- 80133 Napoli
Naples, February 1st, 2011
The Secretary
(Luciano Bosso)
marenostrum
1. Aim and topic
31
PortAventura Park
PortAventura Aquatic Park
PortAventura Hotels
Il tuo parco tematico a solo
un’ora da Barcellona!
Maggiori informazioni presso la tua agenzia di viaggi o su www.portaventura.com
marenostrum
Già a Gibilterra l’Africa è nell’aria.
L’avverti, l’avvisti e l’immagini.
Più a sud a Tarifa, in pieno
Stretto, tra le visioni ottiche
del cosiddetto effetto “fata
morgana”, dirimpetto alle
afose alitate di scirocco, ecco
Tangeri:
Un miraggio
oltre lo Stretto
di / de Carlos Solito
Tánger,
un espejismo más allá del Estrecho
Llegados a Gibraltar ya se respira África. La sientes, la ves y
la imaginas. Más al sur de Tarifa, en el centro del Estrecho,
se vislumbra, como si de una ilusión óptica se tratara,
Tánger, un espejismo que aparece en medio del sofocante
viento de siroco
33
marenostrum
Tangeri, la città che stregò Matisse. Incrocio di contraddizioni. Il motto recita che Tangeri vive con i piedi in Oriente e la testa in Occidente.
L
a città che stregò Henri Matisse, e non solo, è tutta
lì, come allora: stesse atmosfere, stesso guazzabuglio di voci e profumi e, soprattutto, le stesse luci e
colori dello sconfinato continente africano. Molti arrivano a
Tangeri e fuggono verso sud per le città imperiali e l’Olimpo marocchino, l’Atlante. Un attimo, solo un attimo di sosta
in più e si capisce subito che questo luogo è portatore sano
di tutto il mondo africano, insomma è la giusta introduzione.
Nel suo ultimo capolavoro “Marocco, romanzo”, Tahar Ben
Jelloun scrive: “Da allora vivono da innamorati come adolescenti. E’ l’effetto di Tangeri! Una città che non bisogna
rifiutare né maledire … In questa città le epoche più remote
coesistono con i tempi più moderni … Forse Tangeri è un
isolotto di modernità, uno spazio in cui si incontrano anco-
34
L
a ciudad que embrujó a Henri Matisse, entre otros, sigue allí,
igual que entonces: el mismo ambiente, la mezcla de olores,
el bullicio de la gente, las mismas luces y colores, en el norte
del continente africano. Muchos llegan a Tánger y huyen hacía el
sur en busca de las ciudades imperiales y el Olimpo marroquí,
el Atlas. Tan solo hace falta hacer un alto en el camino para
darse cuenta que este lugar es un exponente claro del mundo
africano, una sutil pincelada para introducirnos en él. En su
última obra ”Marruecos, una novela”, Tahar Ben Jelloun escribe:
“Desde entonces viven enamorados como adolescentes. Es el
encanto de Tánger! Una ciudad digna de ver y la cual es mejor
no maldecir…En esta ciudad los tiempos antiguos conviven con
los tiempos modernos… Tal vez Tánger es una isla de modernidad, un lugar donde todavía se pueden encontrar personas de
una época sin tiempo…”.
marenostrum
Tánger, la ciudad que embrujó a Matisse. Cruce de contradicciones. El dicho dice que Tánger vive con los pies en Oriente y la cabeza en Occidente
ra persone di un’epoca senza tempo …”.
Ed è proprio così, appena sbarchi Tangeri si mostra subito
per quella che è, un dualismo, una coppia in tutto: Mediterraneo e Atlantico, Africa ed Europa, genio e sregolatezza,
silenzio e chiasso, nobile e sciatta, lecito e illecito, vizi e
virtù, scrittura e pittura, campanili e minareti, e perfino
nel mito fondativo con la lotta tra i giganti Anteo ed Ercole. Addirittura un motto qui recita che la città vive con i
piedi in Oriente e la testa in Occidente. Per non parlare
dei due epiteti più famosi: città maledetta e città bianca.
Infatti per vederla nella sua graziata bellezza, la città bianca, occorre recarsi sull’alto del Cap Malabata, poco a est.
Da lassù, tra la liquida aria africana, si distingue, oltre il
lungo arenile dell’omonima baia, la folla di candide case
Y así es, una vez llegados a Tánger ésta se muestra tal y como
es, un dualismo, una mezcla entre: Mediterráneo y Atlántico,
África y Europa, genio y temeridad, silencio y ruido, nobleza y
descuido, lo legal e ilegal, vicios y virtudes, escritura y pintura,
campanarios y minaretes, e incluso en el mito fundacional la
lucha entre el gigante Anteo y Hércules. Además hay un dicho
que dice que la ciudad vive con los pies en Oriente y la cabeza
en Occidente. Sin olvidar los dos epítetos más famosos: la
ciudad maldita y la ciudad blanca. De hecho, para apreciar su
belleza, la ciudad blanca, se tiene que contemplar desde la
parte superior de Cabo Malabata, al este. Desde ese punto,
entre el aire húmedo de África, se vislumbra, más allá de la
playa de la homónima bahía, una multitud de casas blancas
con puertos comerciales y turísticos; recordando las palabras
del escritor Pierre Loti: “Vista desde la lejanía parece casi que
35
marenostrum
Tra due mari e tra due continenti. Tangeri è un fulcro di storia e luogo di arrivi e partenze rispettivamente per l’Africa e l’Europa.
con i porti, commerciale e turistico, ricordando le parole dello
scrittore Pierre Loti: “Vista da lontano, sembra quasi ridente
con le circostanti ville costruite alla maniera europea dentro
un giardino, eppure esotiche con i loro muri di un bianco candido, con l’alta kasba merlata e i minareti rivestiti di antiche
ceramiche”.
Poi finalmente il cuore cittadino, la Medina. Per entrarci una
ragnatela di strade tra le quali affiorano i ricordi della Tangeri internazionale amministrata da delegazioni straniere prima
della notte del 29 ottobre 1956, quando la città tornò sotto il
dominio del Marocco ripiombando nel suo “tempo” che per
oltre trent’anni era stato falsato da un via vai mondano farcito
da stravaganze con pittori, scrittori della Beat Generation,
diplomatici inglesi, spie e festaioli da tutte le parti del mondo.
36
sonría rodeada de villas construidas al estilo europeo, con
jardín exótico en el interior y muros blancos, la Kasba y
minaretes cubiertos de cerámica antigua”.
Finalmente, en el corazón de la ciudad, la Medina. Se entra
en una gran telaraña de calles entre las que aparecen los
recuerdos de la etapa del Tánger internacional, por aquel
entonces, administrado por las delegaciones extranjeras
hasta el 29 de octubre de 1956 cuando la ciudad volvió bajo
el dominio de Marruecos y de nuevo regresó a su “tiempo”,
acaparada durante más de treinta años por el bullicio
mundano y las extravagancias de pintores, escritores de la
Beat Generation, diplomáticos ingleses, espías y juerguistas
de todo el mundo. En este lugar muchos personajes, no
tan solo Matisse, se han podido embriagar de varias emociones, por ejemplo James Wilson, Charles Camoin, William
marenostrum
Allí está, entre dos mares y dos continentes. Tánger, un centro de historia y un lugar de llegadas y salidas hacía Africa y Europa.
Qui sono venuti a fare collezione di emozioni non solo Matisse,
ma anche James Wilson, Charles Camoin, William Burroughs, Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Truman Capote, Tennessee Williams, Paul Bowles, Francis Bacon, Samuel Beckett,
Barbara Hutton. I nomi delle rues e avenues (d’Espagne, de
l’Amerique, du Mexique, de Belgique, d’Italie, de Portugal,
d’Hollande), unitamente a ciò che resta dei grandi alberghi,
dei café, gli indirizzi dello shopping (soprattutto l’emporio del
boulevard Pasteur con le Librairie des Colonnes) e degli eleganti palazzi abbelliti da colonne, capitelli, balconi traforati e
coloratissimi zellij, sono le “vestigia” recenti di quel glorioso
passato che ha reso Tangeri celebre ovunque.
L’ingresso alla Medina avviene dal Grand Socco, la piazza
sempre affollata da un traffico automobilistico e da un colorato
Burroughs, Jack Kerouac, Allen Ginsberg, Truman Capote,
Tennessee Williams, Paul Bowles, Francis Bacon, Samuel
Beckett, Barbara Hutton. Los nombres de las rues y avenues (d’Espagne, de l’Amerique, du Mexique, de Belgique,
d’Italie, de Portugal, d’Hollande), junto con lo que queda
de los grandes hoteles, los cafés, las avenidas para ir de
compras (sobretodo la tienda en el Boulevard Pasteur con
la Librairie des Colonnes) y los elegantes palacios-adornados
con columnas, capiteles, balcones y coloridos zellij; son los
“restos” del glorioso pasado que han hecho famoso Tánger
en todo el mundo.
En la entrada a la Medina encontramos el Grand Socco,
una gran plaza concurrida por el tráfico y dominada por un
mercado berebere con agricultores provenientes del Rif,
vestidos con atuendos tradicionales, que venden verduras,
37
marenostrum
L’ingresso alla Medina avviene dal Gran Socco, piazza sempre affollata ma che accoglie un colorato mercato berbero con fiori, verdure,
spezie e prodotti dell’artigianato
mercato berbero con contadine provenienti dal Rif, in abiti
tradizionali, che vendono verdure, fiori e spezie. Seguendo
la Rue des Siaghines si entra nella piazzetta del Petit Socco,
dove poter cogliere il genius loci della Tangeri cosmopolita tra i numerosi café e una folla calma, forse l’unica al
mondo. Da qui il giro per la Medina è un piacevole perdersi tra scalinate, viuzze e passaggi coperti con i souk per
lo shopping berbero zeppi di tappeti, sandali, ceramiche,
argento e ferro battuto. Continuando per case bianche e dai
colori pastello, si sale per la kasba passando per l’omonima
piazza e quella Amrah fino al palazzo del Sultano con la
grande moschea preziosa per la triplice arcata dell’antica
Tesoreria. Il terminale migliore per il tour urbano è la porta
38
flores y especies. Siguiendo por la Rue des Siaghines se llega a la
plaza del Petit Socco, donde se respira el Genius loci de Tánger,
entre los numerosos cafés cosmopolitas y una multitud tranquila, tal vez única en el mundo. En conclusión, pasear alrededor
de la Medina es perderse entre escalinatas, callejuelas, pasajes
cubiertos y el zoco berebere, repleto de alfombras, sandalias,
cerámicas, plata y hierro. Siguiendo el recorrido, entre casas
blancas y de color pastel, subiendo hacía la kasba, ubicada en
la plaza homónima, y pasando por la Amrah, se llega hasta el
palacio del Sultán, donde se encuentra la gran mezquita decorada con un triple arco de la antigua Tesorería. Y para terminar
el recorrido no se puede dejar de visitar la puerta de Bab el
Bahar, la antigua puerta donde se condenaba a los criminales y
malhechores. Ésta posee vistas al estrecho de Gibraltar y una
marenostrum
En la entrada a la Medina encontramos el Grand Socco, una gran plaza concurrida por el tráfico y dominada por un mercado berebere con
verduras, flores y especies.
Bab el-Bahar, l’antica porta dove venivano puniti i malfattori,
che si affaccia sullo Stretto di Gibilterra con una scalinata
che conduce direttamente al porto. Prima di lasciare Tangeri
un’ultima sosta è il quartiere Marshan punteggiato da ville
di chiara architettura orientale con contaminazioni europee
costruite a partire dagli anni Cinquanta. Qui si ammira lo
Stretto sorseggiando un tè alla menta al Café Hafa, già luogo
di ritrovo di grandi musicisti internazionali.
Fuori Tangeri le mete da non perdere sono sulle coste. Verso
ovest, oltre Cap Spartel, dove le acque del Mediterraneo
incontrano quelle dell’Atlantico, ecco Asilah. Assiepata dietro
le mura portoghesi, volute da Alfonso V, che fanno capo a
un corollario di castelli e bastioni eretti in tutta la costa del
escalera que conduce directamente al puerto. Antes de dejar
Tánger, se recomienda hacer un alto en el barrio Marshan lleno
de villas de arquitectura oriental e influencias europeas, construidas en los años cincuenta. Desde allí, se puede admirar el
Estrecho tomando un té a la menta en el Café Hafa, antiguo
refugio de grandes músicos internacionales.
Fuera de Tánger hay destinos en las costas que no pueden
pasar por alto. Hacía el oeste, más allá de Cabo Espartel, donde
las aguas del Mediterráneo se cruzan con las del Atlántico, está
Asilah. Ciudad protegida detrás de las murallas portuguesas,
construidas por Alfonso V, que hacen memoria a los castillos
y fortificaciones construidos en toda la costa de Marruecos
por los lusitanos en el ‘500 con Enrique el Navegante. En el
corazón de la Medina, blanca como la leche, se encuentra una
39
marenostrum
Fuori Tangeri due mete sulla costa da non perdere: Asilah, sull’Atlantico e Tétouan, sul Mediterraneo. Entrambe ricche di storia e con
piazzette dove in estate si tengono concerti e spettacoli di danza tra ristorantini di pesce arrostito
Fuera de Tánger dos lugares dignos de ser visitados: Asilah, en el Atlántico y Tetuán, en el Mediterráneo. Ambos ricos en historia. En sus plazas,
en verano, se celebran conciertos y espectáculos de danza entre restaurantes que hacen pescado asado.
Marocco da parte dei lusitani a partire dal ‘500 con Enrico il
Navigatore. Il cuore dell’abitato, bianchissimo come il latte, è
una Medina intricata di vicoli e piazzette dove ogni estate si
tengono concerti e spettacoli di danza tra i profumi dei ristorantini che propongono pesce arrostito. Poco più a sud l’ultima
sosta sull’Atlantico è Larache con il castello di Kelibach (altro
fortino portoghese), stretto da lunghissimi arenili, e la grande
Plaza de España in stile andaluso e ricca di café. Alle spalle
un vasto deserto dove si possono fare piacevoli escursioni.
Sul Mediterraneo, invece, è Tétouan la meta da raggiungere,
alle pendici del Debel Gersa, con la Medina dominata dalla
kasba e dall’intricato tessuto urbano ricco di viuzze, scalinate
e piazzette colorate da botteghe artigianali di conciatori di
pelle, armaioli e tessitrici. Più celebre il souk el Fouki dove si
riuniscono i venditori di spezie. La storia del posto è ben rappresentata nei musei d’Arte Marocchina, tipicamente sulle arti
e i mestieri del Rif, e Archeologico con reperti della colonia
romana di Lixus che ha restituito il mosaico delle Tre Grazie
e le preziose statuette di Leda, Ercole e Teseo che uccide il
Minotauro. Presenti anche reperti delle vicine rovine dell’antica città berbera di Tamuda. Da Tétouan, con una guida
adeguata, si possono visitare, con facili trekking e anche giri
in bici e a cavallo, i posti naturali d’intatta bellezza del Rif le
cui rocce, dalle alte quote – che sfiorano i 2.500 metri – precipitano verso la costa mediterranea di Ghomara con falesie
ingentiliti da querce, ulivi, sugheri e pini.
40
rica estructura urbana llena de calles enrevesadas y plazas,
donde cada verano se celebran conciertos y espectáculos
de danza entre los olores de los restaurantes que preparan
pescado a la parrilla. Un poco más al sur, en el Atlántico, se
encuentra Larache con el castillo de Kelíbach (otro fuerte
portugués), cerca de las largas playas de arena, con la Plaza
de España de estilo andaluz y una multitud de cafés. Detrás
un grande desierto donde se puede hacer excursiones.
En el Mediterráneo, sin embargo, Tetúan es el objetivo a
alcanzar, en una de las laderas del Debel Gersa, la Medina
con la kasba está estructurada a través de una amalgama de
calles, escaleras y plazas coloridas por tiendas artesanales
de curtidores, tejedores y comerciantes. El más famoso
zoco es el Fouke donde se encuentran los vendedores de
especies. La historia del lugar está muy bien representada
en los museos de arte marroquí, sobre las artes y los oficios
del Rif, y los museos arqueológicos que conservan piezas de
la colonia romana de Lixus ,el mosaico de las Tres Gracias y
las preciosas estatuas de Leda, Hércules y Teseo, personaje
mitológico que mató al Minotauro. También se encuentran piezas de las ruinas de la antigua ciudad berebere de
Tamuda. Desde Tetúan, con una guía adecuada, se puede
visitar, haciendo senderismo, bicicleta o caballo, la belleza de
los paisajes naturales del Rif, cuyas rocas -alcanzan los 2.500
metros- se precipitan hacia la costa mediterránea de Ghomara con acantilados adornados por robles, olivos, alcornoques y pinos.
ADV
marenostrum
Tossa de Mar
“Paradiso Blu”
e terra di illustri
gabbiani
di / de Dea Cucciniello
“Paraíso Azul” y tierra de gaviotas celebres
42
marenostrum
43
marenostrum
D
al genio onirico e visionario di Chagall,
che vi soggiornò a lungo, viene una
calzante definizione di Tossa de Mar: il
Paradiso Blu, come confermato dalle sue acque
cristalline. Ma Tossa è anche la cittadina del
gabbiano Jonathan Livingston, il monumento
ispirato al protagonista della celebre opera di
Richard Bach, il gabbiano metafora di “auto
perfezionamento”, che racconta il sacrificio di
vivere come sacrificio del volo. E poi Tossa è
una meravigliosa terra di muraglie, feritoie, fari
e memorie di pirati.
Scogliere, pinete, cale e spiagge ritagliano il
litorale della regione della Selva, in cui sorge
la suggestiva cittadina di Tossa de Mar. Questa
località della provincia di Girona mette a disposizione del viaggiatore un affascinante ventaglio
di storia, ricchezze naturali e paesaggistiche.
Una località ideale per un bagno di relax tra
suggestioni artistiche e culturali.
Tossa de Mar è il vero gioiello della Costa Brava,
una cittadina incantevole, con un centro storico
a picco sul mare perfettamente conservato: la
Ciutat Vella, dichiarata, già nel 1931, Monumento Storico-Artistico Nazionale.
La possente cinta muraria, esempio unico in
tutta la Costa Brava, è il risultato di una ricostruzione realizzata nel 1387 per difendere la
città dalle continue incursioni dei pirati mori. Si
è conservata quasi la totalità del recinto muragliato, con i suoi merloni, le porte arcuate, le
feritoie di difesa del XII secolo, e le torri romaniche a pianta rotonda: tre grandi torri cilindriche chiamate del Codolar, delle Ore e di Joanàs.
Oggi il paese, che conta circa 4360 abitanti, si
presenta stretto nell’abbraccio di questa caratteristica fortificazione medievale, ed è caratterizzato da ripide stradine fiancheggiate da antiche
case in pietra.
All’interno del centro storico è possibile visitare
il Museo Municipale, nella parte bassa di Vila
Vella. Agli inizi del XX secolo, la Costa Brava,
44
marenostrum
D
el genio onírico y visionario de Chagall, que
vivió durante un largo periodo en Tossa de
Mar, nos llega esta definición: El Paraíso Azul, así lo
confirman sus aguas cristalinas. Tossa es también la
ciudad de la gaviota Jonathan Livingston, el monumento inspirado en la famosa obra de Richard Bach,
la gaviota metáfora del “auto perfeccionamiento”,
que explica cómo el sacrificio del vuelo sea el sacrificio de vivir. Además Tossa es una maravillosa tierra
de murallas, aspilleras, faros e historias de piratas.
Acantilados, pinares, calas y playas perfilan el litoral
de la comarca de la Selva, de la cual nace la encantadora ciudad de Tossa de Mar. Esta localidad, provincia de Gerona, pone a disposición del viajante un
maravilloso abanico de historia, riquezas naturales y
paisajísticas. Una localidad ideal para hacer un baño
Spiagge stupende, premiate con la Bandiera Blu comunitaria. La
più grande è Platja Gran che parte dalla Città Vecchia per arrivare
fino al monumento del gabbiano Jonathan Livingston.
Magníficas playas galardonadas con el distintivo de Bandera Azul.
La más grande de las playas es Platja Gran que va des de Ciudad Vieja
(Vila Vella) hasta la estatua de la gaviota Jonathan Livingston.
relajante entre actividades artísticas y culturales.
Tossa de Mar es la verdadera joya de la Costa Brava,
una ciudad encantadora, con un centro histórico
perfectamente conservado con vistas al mar: la
Ciutat Vella, declarada en 1913 Monumento Histórico-Artístico Nacional.
La sólida muralla, ejemplo único en toda la Costa
Brava, es el resultado de una reconstrucción
realizada en 1387 para defender la ciudad de los
continuos ataques de los piratas. Se ha podido conservar casi toda la totalidad del recinto amurallado,
con sus merlones y baluartes, arcos, matacanes de
defensa del siglo XII y las torres románicas de planta
redonda: tres grandes torres circulares llamadas
torre del Codolar, del Homenaje y de Jonás.
Actualmente el pueblo, que cuenta con aproximadamente 4.360 habitantes, se identifica con la fortificación medieval y la caracterización de sus empinadas
calles delineadas por antiguas casas de piedra.
En el interior del centro histórico se puede visitar
el Museo Municipal, en la parte baja de Vila Vella. A
principios del siglo XX, la Costa Brava, en concreto
Tossa de Mar, se convirtió en un lugar de peregrinaje de la vanguardia artística del momento y es en
este museo donde se conservan grandes obras de
prestigio. Muchos llegan con modestas expectativas
45
marenostrum
e in particolare Tossa de Mar, diventarono un
luogo di pellegrinaggio dell'avanguardia artistica del periodo e questo museo conserva infatti
numerose opere di pregio. Molti vi accedono con
modeste aspettative e si lasciano sorprendere
invece da alcuni capolavori, compreso un quadro di Marc Chagall: Il Violinista. Un regalo che
l'artista rese alla città che lo ospitava.
L’accesso alla parte vecchia della città è segnato
dalla Cappella della Vergine del Soccorso, situata nel punto in cui prima terminava il quartiere
dei pescatori e dove, oggi, inizia la zona commerciale. Un piccolo edificio con una sola navata
e un campanile a biodo di stile rinascimentale,
distrutto durante la Guerra Civile. Originariamente la cappella della Virgen del Socorro
ospitava la Cruz de término (Croce di confine, di
solito una colonna con una croce o un'immagine
sacra posta all'entrata di un paese). Attualmente,
invece, la croce è vicino al portale d'ingresso
della Vila Vella. È in stile gotico e di fattura tardomedievale, con i bracci a forma di giglio.
Altro simbolo di Tossa de Mar è la Statua di
Minerva, opera dello scultore modernista Frederic Marés. La statua presiede la baia, proprio
sopra la piccola insenatura di Reig.
Ma c’è ancora un elemento distintivo di Tossa:
il Faro. Il vecchio faro, situato nella parte più
alta della Vila Vella, è un edificio degli inizi del
XX secolo, recentemente convertito nel centro di
interpretazione dei segnali marittimi. L'edificio
ospita anche un bar, le cui terrazze si affacciano su vedute spettacolari della Costa Brava. E,
infatti, se Tossa è resa una piccola perla dalla
ricchezza del suo patrimonio storico e culturale,
altro punto di forza è il suo appeal paesaggistico,
in larga misura dovuto alle sue spiagge stupende, premiate con la Bandiera Blu dell'Unione
Europea.
La più grande di tutte è Platja Gran che parte
dalla Città Vecchia e arriva fino al monumento
del gabbiano Jonathan Livingston. Subito dopo
si trova la Platja del Reig, la caletta situata nella
zona dei macigni, che separa la spiaggia Grande
di Tossa da quella di Mar Menuda. Ha la forma
di una mezzaluna di sabbia tra le rocce, alla
46
marenostrum
y se dejan sorprender por obras maestras de la talla
de Marc Chagall como el cuadro de El Violinista. Un
regalo que el artista dejó a la ciudad que lo acogió.
La entrada a la zona antigua de la ciudad está
delimitada por la Capilla de la Virgen del Socorro,
situada en el punto en el que anteriormente terminaba el barrio de los pescadores y donde empieza
hoy en día la zona comercial. Un pequeño edificio con una sola nave y un campanario de estilo
renacentista, destruido durante la Guerra Civil.
Originariamente la capilla de la Virgen del Socorro
albergaba la Cruz de término (columna con cruz o
imagen sagrada ubicada en la entrada de un pueblo).
Actualmente, la cruz está situada junto al portal de
entrada de la Vila Vella. Es de estilo gótico y de factura tardiomedieval, y presenta las aspas de la cruz
en forma de flores de lis.
Otro de los símbolos de Tossa de Mar es la Estatua
de Minerva, obra del escultor modernista Frederic
Marés. La estatua preside la bahía, justo encima de
la pequeña cala del Reig.
Pero aun hay un elemento más significativo de
Tossa: el Faro. El antiguo faro, situado en la parte
más elevada de Vila Vella, es un edificio de principios del siglo XX, que ha sido reconvertido en un
centro de interpretación de las señales marítimas.
El edificio también alberga un bar, desde cuyas
terrazas se divisan espectaculares vistas de la Costa
Brava. Por todo ello Tossa se ha convertido en un
pequeño tesoro del patrimonio histórico y cultural.
Otro punto fuerte a destacar es su paisaje caracterizado por magníficas playas galardonadas con el
distintivo de Bandera Azul.
La más grande de las playas es Platja Gran que
va desde Vila Vella hasta la estatua de la gaviota
Jonathan Livingston. Inmediatamente después se
encuentra la Platja del Reig, cala situada en la zona
de peñascos, que separa la playa Grande de Tossa
con la de la Mar Menuda. Es una pequeña media
luna de arena entre rocas a la que se accede por
Oggi il paese è caratterizzato da ripide stradine
fiancheggiate da antiche case in pietra.
Actualmente el pueblo se identifica con la
caracterización de sus empinadas calles
delineadas por antiguas casas de piedra.
una escalera bastante empinada excavada en la
piedra.
En cambio, la Playa de Mar Menuda, se encuentra
en el extremo norte de la ciudad y es conocida por
su pequeña piscina natural, concurrida por niños
47
marenostrum
quale si accede attraverso una scalinata abba-
además de los submarinistas que la usan como
stanza ripida scavata nella pietra.
entrada al mar. Y solo falta mencionar la más sin-
La spiaggia di Mar Menuda, invece, si trova
gular de las playas: la Playa de Es Codolar, situada
verso la fine della cittadina ed è nota per la sua
en el casco urbano de la Ciudad Vieja y donde los
piccola piscina naturale, frequentata dai bambi-
pescadores resguardan sus barcas cuando hace
ni oltre che dai sub che la usano come ingresso
mal tiempo. Está rodeada de rocas y su oleaje es
in mare. Infine resta la più caratteristica spiag-
moderado ya que está protegida del viento, razón
gia di Es Codolar, che si trova proprio alla base
por la cual fue elegida para faenar. Para acceder es
della Città Vecchia e dove i pescatori mettono al
riparo le loro barche durante le giornate di mal
tempo. E’ circondata da rocce e la sua ondosità
è moderata dato che è al riparo dal vento, per
cui è stata scelta per la pesca. Per accedervi si
deve prima salire per Carrer Portal, nella città
antica, e poi ridiscendere le scale.
Per gli amanti delle escursioni segnaliamo una
tappa ulteriore: Les Illetes. Appena passata la
48
necesario subir por la Calle Portal, del casco antiguo,
y bajar por las escaleras.
Para los amantes de las excursiones aconsejamos
una etapa más: Les Illetes. Nada más terminar la
playa del Mar Menuda, el paisaje sufre un cambio
brusco, con varios kilómetros de costa abrupta y
rocosa. Asomándonos por encima del promontorio que cierra por el lado septentrional la playa,
spiaggia del Mar Menuda, si assiste ad un repen-
descubrimos un pequeño banco de rocas. Son las
tino cambiamento del paesaggio, che cede il
llamadas Illetes (islitas), situadas en una ensenada
passo a vari chilometri di costa ripida e rocciosa.
dominada por escarpados acantilados. Este pequeño
Salendo sul promontorio che chiude il lato set-
archipiélago de rocas es desde hace tiempo un lugar
tentrionale della spiaggia, si incontra un piccolo
favorito para la inmersión, donde los buceadores
marenostrum
banco di rocce. Sono chiamate Illetes (isolette),
hacen sus primeros pinitos y la pesca submarina.
e ridisegnano una baia dominata da imponenti
Finalmente, tenemos que destacar algunas tapas
scogliere. Questo piccolo arcipelago di rocce è
un luogo prediletto per le immersioni e la pesca
subacquea.
Chiudiamo segnalando qualche tappa “gustosa”,
“sabrosas” no tan solo de pescado. En Tossa se
puede encontrar una variada oferta de restaurantes
y bares de tapas. Entre ellos El Portal, en la homó-
a base di pesce e non solo. A Tossa si trova una
nima calle. Menú de 15 euros por persona con
ricca offerta di ristoranti e tapas bar. Uno per
aperitivos elaborados con productos del mar, ración
tutti è El Portal, nell'omonima via. Menu di 15
de paella de marisco, deliciosa crema catalana y
euro a testa per un antipasto di mare, un'abbondante paella marinara, una squisita crema catalana e una brocca di sangria. Per uno spuntino
una jarra de sangría. Para hacer un aperitivo, está
Es Congre, justo en el Passeig del Mar, la avenida
veloce, c'è Es Congre, proprio sul Passeig del
arbolada que bordea la playa. Después de la comida,
Mar, il viale alberato che costeggia la spiaggia.
para quien busca un excelente café o dulces típicos
Dopo il pranzo per chi cerca un ottimo caffè o
de Tossa, está la Pastisseria Jukar, antes de la Plaça
dei dolci tipici di Tossa, c'è la Pastisseria Jukar,
prima della Placa de l'Eglesia, o il Caffè Berlin,
in un vicoletto nella parte nuova della città. Sali-
de l’Esglesia, o el Café Berlín, en una callejón de
la zona nueva de la ciudad. Subir por Carrer La
te per Carrer La Guardia, in Piazza dell'Eglesia
Guardia, en Plaça de la Esglesia y después girar a la
e poi girate a sinistra per Nou Sant Antoni.
izquierda por Carrer Nou Sant Antoni.
49
TRAVEL
CHIC.
ADV
FAI SHOPPING AL SICILIA FASHION VILLAGE
E PARTI CON GRIMALDI LINES A PREZZI SCONTATI.
BASTA PRESENTARE LA TUA CARTA FASHION PASS, FASHION YEAR O UNA PROVA D'ACQUISTO
DEL SICILIA FASHION VILLAGE. AVRAI IL 10% DI SCONTO SULLE TRATTE SICILIANE
E L'8% SU TUTTE LE ROTTE NAZIONALI E INTERNAZIONALI DI GRIMALDI LINES .
E CONSEGNANDO LA TUA CARTA D'IMBARCO PRESSO IL SICILIA FASHION VILLAGE,
RICEVERAI L'ESCLUSIVA CARTA TOURIST PASS, CHE TI OFFRE ULTERIORI SCONTI SUI PREZZI OUTLET.
PER INFORMAZIONI VISITA SICILIAFASHIONVILLAGE.IT, GRIMALDI-LINES.COM O CHIAMA LO 081 496444.
IL PRIMO OUTLET DELLA MODA IN SICILIA
CON SCONTI FINO AL 70%
SULLE MIGLIORI FIRME INTERNAZIONALI.
AUTOSTRADA A19 PALERMO-CATANIA, USCITA DITTAINO.
marenostrum
A 40 km de
Civitavecchia
el Parque refleja
el encanto de la
misteriosa y próspera
civilización etrusca
La ciudad
de Vulci
en el mundo
de los
Etruscos
A 40 chilometri da Civitavecchia il Parco offre
il fascino della misteriosa e prospera civiltà etrusca
Con Vulci
nel mondo
degli Etruschi
di / de Deborah Appolloni
51
marenostrum
E’
leggiadro ed emozionante
l’incontro con gli Etruschi di Vulci. La città,
fondata tre secoli prima di Roma
nella Maremma selvaggia, a circa 40
chilometri dall’attuale porto di Civitavecchia, conserva intatto ancora oggi
il fascino di una civiltà misteriosa
quanto prospera.
Il parco di Vulci è un insieme perfetto
per scoprire l’epoca degli Etruschi:
gli scavi hanno riportato alla luce
l’antico centro con abitazioni e templi. Una metropoli importantissima e
ricchissima che, insieme a Cerveteri e
Tarquinia, ebbe il controllo sul Mediterraneo per il commercio del ferro, di
cui gli Etruschi furono grandi produttori. Una delle dodici città-stato, più
volte a capo della Lega contro Roma,
che conobbe il massimo splendore dal
600 a.C. fino alla caduta nel 280 a.C.
per opera del console romano Tiberio
Coruncanio. Sulla sponda destra del
fiume Fiora, che attraversa completamente il parco, si apre la necropoli,
resa famosa da tombe sontuose e
ricercate, come quella della Cuccumella, descritta in un celebre racconto di D.H. Lawrence, e la Tomba
di François, forse la più strabiliante
delle sepolture etrusche attualmente
visitabili in Italia. In fondo, passato
l’imponente ponte dell’Arcobaleno – di
impianto etrusco, ma di fattura medievale – si arriva al castello dell’Abbadia, oggi sede di un museo ricchissimo
di reperti raccolti nella zona. Il tutto
incastonato in una cornice naturale di
grande suggestione, contraddistinta da
quell’aspetto incontaminato che diversi
angoli della Maremma possono ancora
vantare.
52
E
s magnífico y apasionante el
encuentro con los Etruscos de Vulci.
La ciudad, fundada tres siglos antes de
Roma en la Maremma salvaje, a unos 40
km del puerto de Civitavecchia, aún conserva todo el encanto de una misteriosa
y próspera civilización.
El parque de Vulci es el lugar perfecto
para descubrir la época de los Etruscos:
en las excavaciones se ha descubierto
el antiguo centro de la ciudad con casas
y templos. Una metrópolis importantísima y rica que, junto a Cerveteri y
Tarquinia, tenía el control del Mediterráneo en el comercio del hierro, de
los cuales los Etruscos fueron grandes
productores. Una de las doce ciudadestado, que estaba a la cabeza de la Liga
contra Roma y que logró su máximo
esplendor en el año 600 a.C. hasta el
declive en el año 280 a.C. por aquel
entonces, en manos del cónsul romano
Tiberio Coruncanio. En la orilla derecha
del río Fiora, que cruza todo el parque,
se encuentra la necrópolis, conocida
por sus tumbas suntuosas, como la de
la Cuccumella, descrita en un famoso
relato de D.H. Lawrence, y la tumba
de François, probablemente la tumba
etrusca más fascinante que se puede
visitar en la actualidad. Al final, más allá
del imponente Puente del Arcoíris – de
creación etrusca pero de construcción
medieval- se llega al castillo de la Abadía,
actualmente sede de un museo donde
se encuentran varios hallazgos del lugar.
Todo ello en un entorno natural de gran
encanto, caracterizado por sus espacios
sin contaminar como muchos de los rincones de la Maremma.
Cada persona puede elegir su propio
camino para visitar el parque arqueológico de Vulci, lo importante es hacerlo
sin prisa, concediéndose el tiempo necesario para imaginar como seria la vida de
los antepasados que influyeron en Roma
en los gustos, el amor por el lujo y los
banquetes, el espíritu creativo y la educación. A pie, el camino más corto para
admirar los restos arqueológicos de la
antigua ciudad, es de aproximadamente 2
km, a pesar de esto es un recorrido fácil.
marenostrum
Passato l’imponente ponte dell’Arcobaleno si
arriva al castello dell’Abbadia, oggi sede di un
museo ricchissimo di reperti raccolti nella zona.
Más allá del imponente Puente del Arcoíris
se llega al castillo de la Abadía, actualmente
sede de un museo donde se encuentran varios
hallazgos del lugar.
53
marenostrum
Ognuno potrà scegliere il proprio modo per visitare il Parco: a
piedi, in mountain bike o a cavallo. Importante non avere fretta
per vedere il massimo. E sul laghetto del Pellicone, Troisi e
Benigni incontrarono Leonardo da Vinci. Ma era una scena del
celebre film “Non ci resta che piangere”.
Cada persona puede elegir su manera para visitar el parque: a pie,
en mountain bike o a caballo. Lo importante es no tener prisa para
poder ver más cosas. Es en el lago del Pellicone donde los actores
Troisi e Benigni encontraron a Leonardo da Vinci. Pero era una
escena de la famosa película “Sólo queda llorar”.
54
marenostrum
Ognuno potrà scegliere il proprio
modo per visitare il parco archeologico di Vulci, l’importante è farlo
senza fretta, concedendosi il tempo
di immaginare la vita di questi colti
antenati che fortemente influenzarono
la grande Roma soprattutto nel gusto,
nell’amore per il lusso e per i banchetti, per lo spirito creativo e per l’istruzione. A piedi, l’anello più breve per
ammirare i resti archeologici dell’antica città è lungo un paio di chilometri,
ma il percorso è agevole. Volendo, si
può organizzare un trekking, richiedere una visita in mountain bike o
addirittura, imitando i locali butteri, i
cow boys della Maremma, ancora oggi
presenti nelle praterie che si estendono all’interno della costa tosco-laziale,
è possibile montare a cavallo e seguire
un percorso molto suggestivo (per
informazioni e prenotazioni +39 0766
879729).
Passeggiando dolcemente sul selciato
dell’antico decumano si incontrano
un tempio etrusco e alcuni edifici
di epoca romana. Da non perdere la
Domus del Criptoportico, un’abitazione
estremamente raffinata risalente al
280 a.C. che conserva quasi intatto un
piccolo impianto termale sotterraneo.
Dopo il Mitreo, anch’esso di epoca
romana, il percorso si biforca. A nord
si continua verso il laghetto del Pellicone, reso familiare per la celebre
scena del film “Non ci resta che piangere” nella quale Massimo Troisi e
Roberto Benigni incontrano Leonardo
Da Vinci. Qui vale la pena di fare una
sosta e bearsi della natura: le acque
del lago riflettono il nero delle lave ed
il verde della lussureggiante vegetazione. Con l’aiuto di corde si può raggiungere un plateau dall’aspetto “lunare”,
scolpito dall’acqua che scorre sulle
rocce scure. Poco oltre, una cascata fa
risaltare il bianco candore di millenarie formazioni calcaree, che sembrano
Si lo prefiere, puede organizar un trekking, hacer una visita en mountain bike o
incluso, como los antiguos vaqueros de
la Maremma, todavía presentes en las
praderas que se extienden en la costa de
la Toscana y el Lazio, se puede montar a
caballo y hacer un espectacular recorrido
(para más información y reservas +39
0766 879 729).
Si va caminando por el antiguo decumano se encontrará un templo etrusco
y algunos edificios de la época romana.
No se puede perder la Domus del
Criptopórtico, una casa muy elegante
que data del 280 a.C. y que conserva
prácticamente intacta una instalación
termal en el subterráneo. Después de
la Domus del Mitreo, también de época
romana, el camino se bifurca. Al norte se
encuentra el lago del Pellicone, conocido
por la famosa escena de la película “Sólo
queda llorar” en la que Massimo Troisi
y Roberto Benigni se encuentran a Leonardo Da Vinci. Merece la pena tomarse
un descanso y disfrutar de la naturaleza:
las aguas del lago reflejan el color negro
de la lava y el verde de la vegetación
exuberante. Con la ayuda de unas
cuerdas se puede alcanzar una meseta
de aspecto lunar tallada por la incesante
acción del agua en las rocas. Más allá, una
cascada resalta el blanco de numerosas
formaciones calcáreas, que parecen
montar guardia delante del Puente
etrusco y el castillo medieval. Al oeste, a
lo largo del valle del Fiora, se pueden ver
las antiguas murallas de cinta, los almacenes del puerto fluvial y los hornos para
la cocción de jarrones, exportados por
vía marítima.
En la otra orilla del río, encontramos
la necrópolis oriental con la Tumba de
François, el arqueólogo que la descubrió
en1857. Este quedó asombrado por la
reveladora visión del pasado etrusco en
su máximo esplendor. Joyas preciadas,
elegantes jarrones griegos y etruscos,
pero sobretodo, aquello que más le
emocionó fue la pintura al fresco que
decoraba la pared, motivo por el cual
la tumba de François es conocida en
todo el mundo. A la izquierda, estaba
representado el sacrificio de los prisioneros de Troya por Aquiles en honor a
Pátroclo. En la pared opuesta, estaba
Mastarna, el futuro rey de Roma bajo el
nombre de Servio Tulio. Los extraordinarios documentos de pintura etrusca
de la tumba François se conservaron y
55
marenostrum
poste a guardia del Ponte etrusco e
terreno al tempo degli scavi. A quanto
del castello medievale. A Ovest, lungo
pare, l’importante famiglia romana
la valle del Fiora, si possono scorgere
tiene particolarmente al piccolo tesoro
le antiche mura di cinta, i magazzini
etrusco, tanto da rifiutare la proposta
del porto fluviale e i forni di cottura
di acquisto, per circa 7 milioni di
dei vasi, esportati via mare.
euro, avanzata dallo Stato italiano
Sull’altra sponda del fiume si apre la
diversi anni fa. Tra le altre tombe visi-
necropoli orientale con la Tomba di
tabili, da non perdere il tumulo della
François, dal nome dall’archeologo
Cucumella, risalente al VII secolo
che la scoprì nel 1857, rimanendo
a.C. Qui, più che altrove, è evidente
incantato quando davanti ai suoi
il costume di riprodurre, nella tomba,
occhi si rivelò il passato etrusco in
l’ambiente in cui il defunto aveva vis-
tutto il suo splendore. Raffinati gioiel-
suto in osservanza dalla particolare
li, eleganti vasi greci ed etruschi, ma
concezione della morte che, per gli
soprattutto ciò che più lo emozionò
Etruschi, prevedeva il perpetuarsi
fu la ricercata pittura etrusca che
della vita nell’oltretomba. E’ infatti
affrescava le pareti, e per la quale
rimasta intatta una gradinata dove
la tomba François è nota in tutto il
gli spettatori potevano accomodarsi e
mondo. Sulla sinistra era raffigurato
assistere ai giochi funebri che veni-
il sacrificio di prigionieri troiani da
vano celebrati in onore del defunto.
parte di Achille in onore di Patroclo.
Rimane infine un mito da sfatare: il
Sulla parete opposta Mastarna, futuro
famoso labirinto di Vulci, descritto
re di Roma con il nome di Servio
anche da Lawrence, non risale al
Tullio. Gli eccezionali documenti di
tempo degli Etruschi, ma fu fatto
pittura etrusca della tomba François
nell’Ottocento, all’avvio degli scavi
furono asportati e oggi fanno ancora
archeologici nella zona, nel tentativo
parte della collezione privata della
di arrivare prima alla scoperta di
famiglia Torlonia, proprietaria del
altre tombe.
hoy siguen siendo parte de la colección
privada de la familia Torlonia, propietaria
del terreno en el momento de las excavaciones. Al parecer, la familia romana
apreciaba mucho este pequeño tesoro
etrusco, hasta el punto de rechazar la
propuesta de adquisición, por aproximadamente 7 millones de euros, hecha por
el Gobierno Italiano hace varios años.
Entre las otras tumbas que se pueden
visitar, cabe destacar el montículo de
Cuccumella, que data del siglo VII a. C.
Precisamente en este lugar es costumbre
reproducir, en la tumba, el entorno en el
que el difunto había vivido de acuerdo
con la concepción de la muerte que, para
los Etruscos, suponía la perpetuación de
la vida a través de la vida de ultratumba.
De hecho, se mantiene intacta una escalinata donde los espectadores podían
sentarse y asistir a las celebraciones fúnebres que se hacían en honor del difunto.
Queda, por último, destacar un mito:
el famoso laberinto de Vulci, descrito
también por Lawrence, no pertenece a
la época etrusca, pero se hizo en el siglo
XIX, al inicio de las excavaciones arqueológicas del lugar, con la intención de descubrir nuevas tumbas.
Viaggia con la nuova carta
Grimaldi Lines,
per te tantissimi sconti!
scopri la carta vincente !
√ Sconto del 40%
• sulle consumazioni al Ristorante ed ai Bar
• sul biglietto di ingresso al Fitness Center
• sull’entrata e sui trattamenti del Wellness Center
√ Sconto del 10%
• sugli acquisti effettuati presso i negozi della nave
• sui prodotti acquistati presso il Wellnes Centre
56
√ Up-grade gratuito per uso esclusivo cabina
http://cargo.grimaldi-lines.com
marenostrum
En Asinara historia
y naturaleza se funden
a la perfección
Asinara tiene una longitud de 17 km de largo y 6 km de
ancho, es la segunda isla más grande de Cerdeña y
siempre ha sido reservada para unos pocos.
58
marenostrum
Asinara
Dove storia
e natura si
fondono
di / de Susanna Lavazza
Lunga 17 chilometri e larga 6, è la seconda
isola per estensione della Sardegna
59
marenostrum
60
marenostrum
Dopo oltre un secolo di isolamento, nel 1998 diventa Parco nazionale e dal 1999 apre al pubblico.
Después de más de un siglo de aislamiento, en 1998 se convierte en Parco nacional y en 1999 abre sus puertas al público.
P
er cause di forza maggiore o per scelta, quelli che
hanno vissuto o soggiornato su questa terra estrema,
bellissima e solitaria, sono piccoli gruppi. Di pescatori, pastori, monaci, pirati, prigionieri, turisti e cassintegrati. Anche oggi chi vuole metterci piede deve rispettare
certe regole. Dal 1998 l’Asinara è diventata Parco Nazionale e dal 1999 è aperta al pubblico; le visite, (massimo
1.000 presenze giornaliere), sono a pagamento, mentre i
servizi di fruizione con guide esclusive al Parco devono
essere prenotati con anticipo. Si parte in barca da Porto
Torres o da Stintino, all’estremo nord ovest della Sardegna
e, superata l’isola Piana, si approda su quella che i romani
chiamavano Herculis Insula, o Insula sinuaria per la sua
forma sinuosa. In realtà l’Asinara era già abitata in epoca
prenuragica, intorno al Neolitico. Il suo nome cambiò spesso: era La Linayre nel periodo di dominazione aragonese
(XIV-XVIII secolo), venne abitata da monaci camaldolesi
nel medioevo, dai pirati nel 1638, contesa anche da Pisa e
la Repubblica di Genova finché nel 1718 passò sotto il controllo dei Savoia. L’attuale denominazione deriva dagli asinelli albini, piccoli e dallo sguardo dolcissimo, che la popolano. Se si è fortunati si riesce anche a intravederli durante
uno dei trekking tematici segnalati dal Parco sulla fauna
locale o durante una delle escursioni in bicicletta, a cavallo
o in jeep che partono dai luoghi di approdo, principalmente
dal Porticciolo Fornelli, sull’estremità meridionale. Tranne
per qualche rudere e i centri visita, il paesaggio è primordiale, con 100 chilometri di coste incontaminate che se
dalla parte a ovest si innalzano in falesie, si aprono in baie
molto ampie o prendono le forme del vento che scolpisce il
P
or causas de fuerza mayor o bien por elección, los que
vivían o se quedaron en esta tierra, hermosa y solitaria, han
sido grupos pequeños. Desde pescadores, pastores, monjes,
piratas, presos, turistas y parados. Incluso hoy en día aquellos
que quieren ir tienen que respetar ciertas normas. Desde 1998
Asinara se ha convertido en un Parque Nacional y en 1999 se
ha abierto al público con un número máximo de visitas (1000
personas) y previa reserva. Se inicia en barco desde Porto
Torres o Stintino, en el extremo noroeste de Cerdeña, y superada la isla Piana, se llega a la isla conocida por los romanos
como Herculis insula, o Insula sinuaria por su forma sinuosa.
De hecho, Asinara ya estaba habitada en la época prenurágica,
en el Neolítico. Su nombre ha sido modificado varias veces:
Linayre en el periodo de dominio aragonés (siglos XIV-XVIII),
habitada por monjes camaldulenses en la Edad Media, por
piratas en 1638 y codiciada por Pisa y la República de Génova
hasta que en 1718 pasó bajo el control de los Saboya. El
nombre actual proviene de los asnos albinos, pequeños y de
mirada tierna, que la ocupan. Si tiene suerte, puede llegar a
verlos durante uno de los trekking informativos sobre la fauna
local ofrecidos por el Parque o una de las excursiones en bicicleta, caballo o jeep que se inician en puntos de desembarque,
principalmente desde la Dársena Fornelli, en el extremo sur. El
paisaje es el elemento a destacar, sin obviar las ruinas y otros
puntos de interés, con 100 kilómetros de costas incontaminadas que, en la parte oeste se alzan en acantilados y bahías
muy amplias con formas que el viento esculpe en el granito
rosa, y en cambio, en la parte del golfo forman calas de colores
61
marenostrum
Nelle sue meravigliose cale la storia, i profumi,
le spiagge, le tartarughe marine.
Calas espectaculares, historia, olores, playas,
tortugas marinas.
granito rosa, dalla parte del golfo formano calette dai colori
caraibici con sabbia bianchissima e scorci alla Robinson
Crusoe. D’altronde come stupirsene? L’isola è rimasta chiusa al pubblico dal 1885 al 1999. Oltre un secolo di vero e
proprio isolamento.
Tutto iniziò quando re Umberto I emanò un decreto per
espropriare i terreni ai pastori sardi e ai pescatori originari
di Camogli, in Liguria, che abitavano sull’isola: voleva
realizzare una colonia penale agricola e un Lazzaretto dove
tenere in quarantena i marittimi. Così i circa 500 abitanti
dell’Asinara furono costretti ad andarsene, dopo aver opposto una timida resistenza. Quasi tutte le famiglie -45 su
54- si fermarono sulla costa di fronte e costruirono il paese
di Stintino, le altre arrivarono fino ad Alghero e a Porto
Torres. La stazione sanitaria venne utilizzata per le vittime
del colera o della tubercolosi. Durante la Prima guerra
mondiale vi furono rinchiusi 25 mila prigionieri austroungarici dei quali ben 6.000 perirono di stenti e malattie.
Il momento più delicato della storia dell’Asinara furono gli
anni Sessanta-Novanta quando venne istituito il carcere
di massima sicurezza. In quelle celle, ancora visitabili a
Fornelli, vennero rinchiusi terroristi, mafiosi come Raffaele Cutolo e Salvatore Riina, sequestratori dell’anonima
sarda, malviventi comuni che talvolta riuscivano a evadere
62
caribeños con arena blanca y paisajes incontaminados como en
la isla de Robinson Crusoe ¿Qué más podría sorprenderle? La
isla ha permanecido cerrada al público desde 1885 hasta 1999.
Más de un siglo de verdadero aislamiento.
Todo ello tuvo lugar cuando el rey Humberto I emitió un
decreto para expropiar la tierra a los pastores sardos y los
pescadores autóctonos de Camogli, en Liguria, que vivían en la
isla: quería crear una colonia penal agrícola y un lazareto donde
tener en cuarentena a los marinos. De este modo aproximadamente 500 habitantes de Asinara se vieron obligados
a irse, después de oponer una tímida resistencia. Casi todas
las familias-45 de 54- se trasladaron en la costa de enfrente y
construyeron el pueblo de Stintino, el resto llegaron a Alghero
y Porto Torres. El puesto sanitario se utilizó para las víctimas
del cólera y la tuberculosis. Durante la Primera Guerra Mundial fueron encerrados 25 mil prisioneros austro-húngaros
de los cuales 6,000 murieron de hambre y enfermedades. El
momento más crítico de la historia de Asinara fueron los años
sesenta – noventa cuando se instaura la cárcel de máxima
seguridad. En esas celdas, que todavía se pueden visitar en Fornelli, fueron encarcelados terroristas, mafiosos como Raffaele
Cutolo y Salvatore Riina, secuestradores de la anónima sarda,
criminales que conseguían escapar y para obligarlos a salir de
marenostrum
e per stanare i quali veniva dato fuoco
alla macchia, tanto che gran parte
degli alberi che ricoprivano l’interno
sono ormai perduti. A Cala D’Oliva
si vede ancora la foresteria sul mare
dove soggiornavano i giudici Giovanni
Falcone e Paolo Borsellino, oggi sede
operativa del Corpo Foresta e di Vigilanza Ambientale, e le abitazioni delle
famiglie delle guardie carcerarie. Dal
febbraio 2010 è presidiata dai lavoratori in cassa integrazione della Vinyls
di Porto Torres che hanno messo in
scena una parodia dell’Isola dei famosi ribattezzando l’Asinara “L’isola dei
cassintegrati”.
Sono da cartolina Cala dei Detenuti, a
dieci minuti a piedi dal paese, Cala
Sabina, a circa mezz’ora, ma anche la
spiaggia di Spalmatore e Cala Li Giorri a sud dell’Isola.
Difficile dire se dell’Asinara sia
più affascinante la storia o la natura. Nella sua ricchissima macchia
Mediterranea si riconoscono lentischi,
olivastri, ginepri, cespugli profumati
di cisto dai fiori bianchi, di mirto o di
euforbia. I mufloni, in via di estinzione nel resto della Sardegna, qui prosperano indisturbati, così come le lepri
sarde, i maiali selvatici e le capre.
In cielo volteggiano falchi pellegrini,
uccelli delle tempeste e gabbiani corsi.
Sulla costa rocciosa si schiudono le
orchidee selvatiche e distese di salicornia. L’unica lecceta rimasta intatta
è quella di Eliche Mannu, zona in cui
si trovano anche diversi pini domestici, mentre sparsi per il territorio si
riconoscono ciliegi, susini, mandorli,
acacie, castagni, eucalipti e pioppi
bianchi. I fondali non sono da meno.
Praterie intatte di Posidonia e Pinne
Nobilis, rocce multicolori e branchi di
pesci come in un acquario. C'è inoltre
la possibilità di scoprire la biodiversità nel Centro del Mare a Cala Reale,
perché l’Asinara è anche un’Area
marina protetta.
sus escondites se hacia fuego, por lo que
se perdieron la mayoría de los árboles
que poblaban el interior de la isla. En
Cala D’Oliva aún se puede ver la hospedería en el mar donde residían los jueces
Giovanni Falcone y Paolo Borsellino, hoy
sede de la Guardia Forestal y de Vigilancia ambiental, y las habitaciones de
las familias de los guardias de la prisión.
Desde febrero de 2010 está dirigida por
los trabajadores parados de la Vinyls
de Porto Torres que han realizado una
parodia de la transmisión "La isla de los
famosos" y han rebautizado Asinara con
el nombre de ”La isla de los parados”.
Son de postal Cala dei Detenuti, a diez
minutos del pueblo, y Cala Sabina, a casi
media hora, pero también la playa de
Spalmatore y Cala Li Giorri, en el sur de
la isla.
Es difícil decir si la Asinara es más fascinante por su historia o por su naturaleza.
Dentro de la rica y diversa vegetación
mediterránea se distinguen lentiscos,
olivos, acebuches, enebros, arbustos de
fragantes flores blancas, de mirto o de
tártago. En esta zona el muflón, en vías
de extinción en el resto de Cerdeña,
crece tranquilo, al igual que las liebres
sardas, los jabalís y las cabras. En el cielo
sobrevuelan halcones peregrinos, pájaros
de tormenta y gaviotas. Entre las rocas
de la costa se protegen orquídeas silvestres y salicores. La única encina intacta
es la de Eliche Mannu, zona en la cual
se encuentran pinos piñoneros. En el
territorio también se diferencian cerezos,
ciruelos, almendros, acacias, castaños,
eucaliptos y álamos blancos. El fondo
marino también es digno de admirar. Praderas marinas enteras de Posidonia oceánica y Pinna nobilis, rocas multicolores
y bancos de peces como en un acuario.
Se puede también descubrir la biodiversidad en el medio del mar en Cala Reale,
porque Asinara también es una área
marina protegida.
63
marenostrum
64
marenostrum
Descubriendo Volterra
y San Gimignano
Alla scoperta
di Volterra e
San Gimignano
di / de Renzo Vatti
65
marenostrum
Dall’alto di un colle a 550 metri
si può ammirare un suggestivo
panorama sulle valli circostanti
En lo alto de una colina de 550
metros se puede contemplar un
magnífico paraje de los valles
que la rodean
66
marenostrum
La passeggiata è breve ma “intensa”. Nel centro la storia della cittadina, tra musei, chiese e fiabeschi panorami.
Una sosta dal “Gelataio” e, per un buon pasto, non c’è che l’imbarazzo della scelta.
El paseo es breve pero “intenso”. En el centro la historia de la ciudad, tres museos, iglesias y maravillosos paisajes.
Un alto en el camino para ir al “Gelataio” y, para comer un gran abanico de posibilidades.
I
ntanto la prima domanda che si porrà il turista, che vuole raggiungere questa deliziosa cittadina da Livorno o dalla costa
tirrenica in bus o in auto, è quale sia la strada più agevole. La
risposta è semplice: imboccare la variante Aurelia in direzione sud
(Grosseto/Roma) e uscire a Cecina. Da qui bisogna seguire la strada
statale 68 in direzione Volterra e dopo 40 chilometri siamo arrivati.
I tempi medi di percorrenza Livorno/Volterra sono all’incirca un’ora
e mezzo.
Volterra, gioiello d’arte etrusca, romana, medievale e rinascimentale
domina da un colle di 550 metri tutta la valle del Cecina, fino al
mare. La storia ha lasciato innumerevoli testimonianze artistiche e
monumentali sulle comunità che hanno abitato la zona dal periodo
etrusco fino all’Ottocento. Si possono ammirare passeggiando per le
vie del centro storico, ma anche visitando i tre musei cittadini: quello Etrusco, la Pinacoteca Civica e il Museo d’arte sacra.
Le origini di Volterra si perdono nei secoli. Le prime testimonianze
risalgono a duemila anni prima di Cristo, nel periodo neolitico.
Oggi l’affascinante Volterra appare come un tipico borgo medievale,
il cui punto centrale è rappresentato da Piazza dei Priori, da dove
si può iniziare la passeggiata turistica. E’ d’obbligo una visita al
palazzo dei Priori – servì da modello per costruire Palazzo Vecchio
a Firenze – oggi sede del municipio. Di fronte c’è Palazzo Pretorio
con la cosiddetta torre del Porcellino.
Se questa piazza rappresenta il centro della vita politica, la vicina
piazza di San Giovanni è il fulcro della vita religiosa, sempre molto
intensa da diversi secoli. Sulla piazza c’è il Duomo, iniziato nel
1120, che costituisce un esempio classico di architettura medievale.
Accanto sorge il Battistero, di pianta ottagonale, costruito nella metà
del ‘200: anche qui colpisce la somiglianza incredibile con la cupo-
L
a primera pregunta que se planteará el turista, que
quiere conocer esta hermosa ciudad de Livorno o
la costa tirrenica en bus o coche, será la manera más
fácil de llegar a su destino. La respuesta es simple:
coger el desvío de Aurelia en dirección sur (Grosseto/
Roma) y salir en Cecina. A partir de este punto es
necesario seguir la carretera estatal 68 en dirección
Volterra y después de 40 kilómetros habremos llegado.
El tiempo estimado del recorrido Livorno/Volterra es
de aproximadamente una hora y media.
Volterra, joya del arte etrusca, romana, medieval y del
renacimiento domina desde una colina de 550 metros
todo el valle del Cecina, hasta el mar. La historia ha
dejado innumerables testimonios artísticos y monumentales en la comunidad que habitó la zona durante
el periodo etrusco hasta el siglo XIX. Se pueden
admirar paseando por las calles del centro histórico,
así como visitando los tres museos de la ciudad: el
Etrusco, la Pinacoteca Cívica y el Museo de arte sacro.
Los orígenes de Volterra se pierden através de los
siglos. Los primeros testimonios datan de dos mil años
antes de Cristo, en el periodo neolítico.
Actualmente la cautivadora Volterra es un burgo
medieval que converge en un punto central representado por la Plaza dei Priori, desde donde se puede
iniciar el recorrido turístico. No se puede ir a Volterra
sin visitar el palacio dei Priori - sirvió como modelo
para construir Palazzo Vecchio en Florencia - hoy en
día, sede del municipio. En frente está el palacio Pretorio conocido como torre del Porcellino.
Si esta plaza representa el centro de la vida política,
la plaza de San Giovanni es el centro de la vida religiosa, importante a lo largo de tantos siglos. En esta
plaza encontramos el Duomo, catedral construida en
67
marenostrum
Delle celebri 72 torri dell’alto medioevo ne sono rimaste solo 17, ma tre
milioni di visitatori l’anno restano sempre affascinati da San Gimignano.
De las 72 torres de la Alta Edad Media han permanecido 17, no obstante
los tres millones de visitantes al año quedan deslumbrados por el
encanto de San Gimignano.
la della cattedrale di Santa Maria del Fiore di Firenze.
Camminando in centro si ammira, tra uno scorcio e l’altro, un panorama estremamente suggestivo sulle valli circostanti, mentre il turista può curiosare nelle numerose antiche botteghe artigiane.
Una visita merita anche la piazzetta San Michele e la chiesa romanica, ma soprattutto la casa-torre Toscano, originariamente costruita
per difendere la cittadina. Proseguendo si arriva al grazioso teatro
Romano, da dove si ha una splendida veduta panoramica.
Volterra vanta anche un’eccellente produzione di alabastro statuario,
la sua lavorazione è un’attività tipica della zona e risale al periodo
etrusco. L’opportunità di scoprire la magìa dell’alabastro e le sue
caratteristiche opere l’offre – fra gli altri - l’antica bottega Rossi,
con laboratorio e vendita diretta nelle vicinanze del teatro Romano.
Un vero e puro artigianato alla vecchia maniera.
Del resto le fortune di Volterra in epoca antica sono strettamente
legate allo sfruttamento dei giacimenti minerari presenti nelle
colline circostanti. Piombo, argento e sali minerali (celebri nel
mondo le saline di Volterra) sono le risorse che contraddistinguono
il bacino del Volterrano e della Val di Cecina. Fra queste non si
possono dimenticare i celebri soffioni boraciferi di Larderello, oggi
in costante diffusione. Per arrivarci, percorrere la strada statale 439
che attraversa la stupenda valle del fiume Cecina.
Infine, una breve visita alla vicina zona delle Balze, consentirà di
68
1120, que simboliza un ejemplo clásico de arquitectura
medieval. Al lado, está el Baptisterio, de planta octagonal, construido a mediados del ‘200, que comparte
un gran parecido con la cúpula de la catedral de Santa
Maria del Fiore de Florencia.
Paseando por el centro se puede contemplar, entre un
espacio y otro, un espectacular panorama de los valles
que lo rodean, mientras el turista puede curiosear en
las diversas tiendas artesanales.
También merece la pena visitar la plaza de San Miguel
y la iglesia románica, pero sobre todo la casa-torre
Toscano, construida para defender la ciudad. Continuando se llega al precioso teatro romano con una
vista panorámica maravillosa.
Volterra también ofrece una excelente producción de
estatuas de alabastro, su elaboración es una actividad
típica de la zona que surge en el periodo etrusco. La
oportunidad de descubrir la magia del alabastro y sus
obras características las ofrece el antiguo establecimiento Rossi, con taller propio y venta directa en las
cercanías del teatro Romano. Un verdadero trabajo
artesanal a la antigua usanza.
Las riquezas de Volterra de la época antigua están
vinculadas al usufructo de los yacimientos minerales de
las colinas circundantes. Plomo, plata y sales minerales
(las salinas de Volterra mundialmente conocidas) son los
recursos que caracterizan la cuenca de Volterrano y el
marenostrum
ammirare uno spettacolo impressionante della natura: una grande
finestra aperta sulla morfologia della collina, sulla quale sorge
Volterra.
Una cittadina da vivere intensamente, dunque, e da scoprire a poco
a poco, con le sue atmosfere, i suoi contrasti, il pulsare di una civiltà e di una cultura che la rendono “unica” e irripetibile.
San Gimignano (Siena), ecco l’itinerario più comodo per raggiungere
in auto o in bus la celebre cittadina delle belle torri: da Livorno
prendere la superstrada Livorno/Pisa/Firenze, uscire a Pontedera
e quindi percorrere la strada verso Montaione. E si arriva in poco
tempo a San Gimignano, città del patrimonio mondiale, culturale e
naturale dell’Unesco.
La storia e la cultura della città di San Gimignano è conosciuta nel
mondo, grazie ai suoi tre milioni di visitatori che ogni anno arrivano
per ammirarne le sue virtù. Le celebri torri, in particolare, ne sono
rimaste solo 17 in piedi delle 72 dell’alto medioevo, e poi i musei,
le chiese, i fiabeschi panorami. Il tutto si ammira percorrendo
solamente la via principale del grazioso e originale centro storico.
Bastano poche ore per vedere, assaporare, gustare la cittadina. Il
panorama delle torri fa storia a sé. Una bella passeggiata nel centro
storico, con sosta consigliata dal “Gelataio” di piazza della Cisterna,
Sergio Dondoli, con la pergamena di “campione del mondo” e docente della ghiotta materia nelle scuole americane della California.
valle de Cecina. Sin olvidar los famosos géiseres de Larderello. Para llegar, hay que recorrer la carretera estatal
439 que atraviesa el magnifico valle del río Cecina.
En fin, una visita a la cercana ciudad de Balze, ofrecerá
al visitante la posibilidad de contemplar un espectáculo
único de la naturaleza: una ventana abierta que descubrirá la morfología de las colinas, de las cuales nace
Volterra.
Una ciudad para vivirla intensamente e ir descubriéndola poco a poco, con sus ambientes y contrastes y el
latido de una civilización y de una cultura que la convierten en “única” e irrepetible.
San Gimignano (Siena), aquí está el itinerario más
cómodo para ir en coche o en bus a la famosa ciudad
de las bellas torres: desde Livorno coger la autovía
Livorno/Pisa/Florencia, salir en Pontedera y recorrer la
carretera hacia Montaione. Y en poco tiempo llegará
a San Gimignano, ciudad del patrimonio mundial, cultural y natural de la Unesco.
La historia y la cultura de la ciudad de San Gimignano
es conocida en todo el mundo, gracias a sus tres
millones de visitantes que cada año llegan para admirar
los encantos de la ciudad. Las famosas torres, de
las cuales siguen en pie 17 de las 72 de la Alta Edad
Media, los museos, las iglesias, los maravillosos paisajes. Todo ello se puede admirar recorriendo la calle
principal del encantador y original centro histórico. En
69
marenostrum
Poi non può mancare una visita alla
medievale casa di Santa Fina, la santa
delle viole della città, del XIII secolo, nel suggestivo vicolo a due passi
da piazza della Cisterna, e una sosta
nella terrazza panoramica di via degli
Innocenti. Diverse strade della città
murata del centro storico ricordano un
personaggio famoso, Filippo Buonaccorsi “Il Callimaco Espediente” che è
stato primo ministro alla corte polacca,
la famiglia Nomi Venerosi Pesciolini,
fondatrice del celebre centro sportivo
“Mens Sana” di Siena.
Una città vivibile, silenziosa d’inverno, animata ma tranquilla nella sua
bellezza a primavera e d’estate. Sono
suoi alcuni prodotti enogastronomici
che hanno fatto il giro del mondo: la
celebre Vernaccia di San Gimignano,
vino medievale bianco imbandito sulle
tavole di papi, principi e poeti, lo
Zafferano di San Gimignano, che da
quanto era prezioso veniva scambiato
nel medioevo in Estremo Oriente con
sete e stoffe.
Una particolare curiosità: fra i bar
“brasserie” e i ristoranti per un buon
pasto c’è il nuovo elegante “Granducato” (anche per gruppi) con piatti che
vanno dalla pizza calabrese a, manco
a dirsi, il pesce fresco, sotto le torri
fuori porta San Giovanni. Ai fornelli
il direttore, Gennaro Ferraro, docente
di cucina all’istituto alberghiero di
Castelfiorentino (Firenze).
Come si vede, San Gimignano è una
città su misura, una città per tutti. Da
visitare almeno un giorno, in ogni stagione dell’anno. C’è proprio tutto: arte,
artigianato, paesaggi, vino, gastronomia e tanto relax.
E per concludere, merita una sosta
enogastronomica dal “Latini”, alla
vicina Steccaia, in Val d’Elsa. Il
celebre ristorante è il principe della
famosa bistecca alla fiorentina, della
zuppa di farro, della ribollita, della
pappa, degli affettati e di ghiottissimi
dolci locali.
70
pocas horas se puede ver y degustar los
sabores de la ciudad. Durante el paseo
por el centro histórico se recomienda
hacer un alto en el "Gelataio" (heladero)
de plaza de la Cisterna, el señor Sergio
Dondoli, conocido como “campeón del
mundo” y profesor de esta asignatura en
las escuelas americanas de California.
No puede faltar una visita a la casa
medieval de Santa Fina, la santa de las
violetas, del siglo XIII, en el encantador
pasaje a dos pasos de la plaza de la
Cisterna, y una parada en la terraza
panorámica de la calle de los Innocenti.
Diferentes calles de la ciudad amurallada
del centro histórico recuerdan a un
famoso personaje, Filippo Buonaccorsi “Il
Callimaco Espediente” que fue el primer
ministro de la corte polaca, la familia
Nomi Venerosi Pesciolini, fundador del
famoso centro deportivo “Mens Sana”
de Siena.
Una ciudad vivible y animada, silenciosa
en invierno, pero a su vez tranquila con
su belleza más acentuada en primavera y
verano. Sus productos enogastronómicos
han dado la vuelta al mundo: la Vernaccia
di San Gimignano, vino medieval blanco
presente en las mesas de los papas, príncipes y poetas y el azafrán de San Gimignano, tan preciado que en la Edad Media
era intercambiado por sedas y alfombras
en el Extremo Oriente.
Una curiosidad: entre los diferentes bares
“braserias” y restaurantes encontramos el
nuevo y elegante “Granducato” (también
para grupos), que ofrece grandes platos
que van desde la pizza calabrese sin
olvidar el pescado fresco, bajo las torres
fuera de la puerta de San Giovanni. En
los fogones el director, Gennaro Ferraro,
instructor/docente de cocina en el
instituto hotelero de Castelfiorentino
(Florencia).
Como puede apreciarse, San Gimignano
es una ciudad hecha a medida para todos.
Para visitar al menos un día en cada estación del año. Ofrece una gran variedad
de atractivos: arte, productos artesanales,
paisajes, vino, gastronomía y relax.
Para finalizar, se puede hacer un alto en
el camino para hacer una degustación
enogastronómica en el “Latini”, en La
Steccaia, en el Valle de Elsa. El famoso
restaurante es el rey del bistec a la Florentina, de la sopa de trigo, los cocidos,
los purés, los embutidos y los deliciosos
dulces locales.
marenostrum
71
marenostrum
Lefkada, elegida por los dioses
Podría ser la mítica Itaca, la tierra de Ulises, por su consonancia con los
lugares cantados por Omero. Pero también la isla ideal creada por los
dioses para complacerse a ellos mismos y al hombre
72
marenostrum
Lefkada,
scelta dagli dei
di / de Massimo Minella *
Potrebbe essere la mitica Itaca, la terra di Ulisse, per la sua
consonanza con i luoghi cantati da Omero. Ma anche l’isola
ideale creata dagli Dei per compiacere se stessi e l’Uomo
73
marenostrum
Luogo ricco di angoli “privati”
da cui osservare l’azzurro
turchese del mare e il verde
della vegetazione, lussureggiante
e foltissima
Lugar de rincones “privados”
desde donde observar el azul
turquesa del mar y el verde de la
vegetación espesa y frondosa.
74
marenostrum
M
iti e leggende a parte, Lefkada è un sogno che
diventa realtà. E’ un’isola di grande suggestione e
di bellezze naturali che non può sfuggire a chi ama
la Grecia. A un centinaio di chilometri dal porto di Igoumenitsa, l’isola di Lefkada, che in italiano è nota come Leucade,
fa parte dello splendido arcipelago delle isole ioniche, quarta
per estensione dopo Zante, Cefalonia e Corfù (e anche qui
i rimandi alla storia e alla cultura sono immediati), pronta
a stupire per le sue doti naturali. Intanto, contrariamente
all’assunto che la bellezza è spesso inarrivabile, Lefkada
è facilissima da raggiungere. Una volta arrivati al porto di
Igoumenitsa, infatti, si può proseguire direttamente in auto
fino all’isola evitando un nuovo imbarco visto che Lefkada è
collegata alla terraferma con un ponte mobile che consente il
transito delle auto, ma anche il passaggio delle imbarcazioni.
Un elemento in più, quello della facilità dei collegamenti,
che non guasta proprio a chi ha deciso di staccare per un
po’ dalla frenesia quotidiana e ha scelto la Grecia per il suo
riposo.
Per raccontare Lefkada, però, al di là di tante parole, forse
è sufficiente far riferimento ai colori, due sopra a tutti gli
altri: l’azzurro turchese del mare e il verde della vegetazione,
foltissima e lussureggiante. Una macchia magica nel cuore
del Mediterraneo, con ampi tratti di costa e dell’interno
ancora incontaminati, che dev’essere vissuta nel profondo.
Un luogo, per intenderci, che nessuna macchina fotografica,
anche la più sofisticata, riesce a restituire nella sua bellezza così come può farlo l’occhio e, ancor di più, il cuore. In
fondo, non è difficile innamorarsi di Lefkada, così a portata
M
itos y leyendas a parte, Lefkada es un sueño hecho
realidad. Es una isla de grandes atractivos y bellezas
naturales que no pueden perderse los amantes de Grecia. A
un centenar de kilómetros del puerto de Igoumenitsa, la isla
de Lefkada forma parte del maravilloso archipiélago de las islas
jónicas, la cuarta isla más grande después de Zante, Cefalonia
y Corfù (también aquí las referencias históricas y culturales son
recientes) cautivadora por sus dones naturales.
Mientras la creencia de que la belleza es normalmente inalcanzable, Lefkada es fácil de apreciar. Una vez llegado al puerto
de Igoumenitsa se puede seguir hasta la isla directamente en
coche, evitando coger de nuevo un barco, ya que Lefkada está
unida a tierra firme mediante un puente móvil que permite el
tránsito terrestre y marítimo. Hay que destacar la facilidad de
las conexiones que ayudan aquellos que quieren desconectar
del estrés cotidiano y han elegido Grecia para su relax.
Par definir Lefkada, sin tener que recurrir a tantas palabras,
quizás es suficiente mencionar los dos colores predominantes:
el azul turquesa del mar y el verde de la vegetación espesa y
frondosa. Una pincelada mágica en el corazón del Mediterráneo,
con anchos tramos de costa y un interior incontaminado que
vale la pena conocer en profundidad. Un lugar que ninguna
cámara fotográfica, ni la más sofisticada, puede sustituir la
belleza de verlo y sentirlo en vivo. En el fondo, no es difícil enamorarse de Lefkada, isla bien comunicada (gracias a la combinación ferry-auto) y rica de atractivos y oportunidades.
Isla en la que el verano invade el calendario desde la primavera
75
marenostrum
di mano (grazie alla formula traghetto-auto) e così ricca di
suggestioni e di opportunità.
Isola in cui l’estate sconfina il calendario e dalla primavera
si trascina fino all’autunno, Lefkada è una sorta di sistema
solare circondato dai pianeti. Il cielo in terra, infatti, è una
costellazione di isole che ha appunto al centro Lefkada
e, tutt’intorno, statiche nella loro bellezza, nove isolette:
Meganisi, Thilia, Petalu, Kithros, Kalamos, Kastos, Madouri, Skorpidi e Skorpios. Forse proprio quest’ultima è la più
nota, perché unica a essere di proprietà di una famiglia
particolarmente nota sul fronte dell’economia e, ancor di più,
del gossip, come gli Onassis, con il patriarca Aristotele che
elesse Skorpios a suo ritiro mondano.
Ma non c’è solo questo, nella storia di Lefkada. Perché a
ridosso di pochi anni, fra il 1948 e il 1953, l’isola fu travolta da due violenti terremoti che distrussero tutti gli edifici, imponendo ai residenti una faticosa ricostruzione. Gli
abitanti non si persero d’animo e ricostruirono la loro isola,
con la tenacia che li contraddistingue, unita anche da una
cordialità innata che il turista coglie fin dal primo incontro.
L’arrivo a Lefkada, infatti, non spinge solo a godere delle
sue bellezze naturali, ma induce a una visita più approfondita al cuore dell’isola, con il desiderio non solo di conoscere e
scoprire, ma anche un po’ di perdersi, di vagare alla ricerca
di angoli “privati” da cui osservare il mare e di suggestioni
a portata di mano. Si comincia con il capoluogo dell’isola,
che ha appunto il nome di Lefkada, così carico di storia (fu
76
hasta el otoño, Lefkada es como un sistema solar rodeado de
planetas. Es como el cielo en la tierra, una constelación de islas
en la que justamente el centro es Lefkada rodeada de nueve
islas: Meganisi, Thilia, Petalu, Kithros, Kalamos, Kastos, Madouri,
Skorpidi y Skorpios. Probablemente ésta última (Skorpios) es la
más singular, porque no solo es propiedad de la famosa familia
Onassis, familia de gran poder económico y mediático, sino que
fue elegida por su patriarca Aristóteles como lugar de retiro
mundano.
Pero no solo esto forma parte de la historia de Lefkada.
Porque años atrás, entre el 1948 y el 1953, la isla fue sorprendida por dos violentos terremotos que destruyeron todos los
edificios, obligando a los pobladores a hacerse cargo de una
costosa reconstrucción. Los habitantes no se desanimaron y
reconstruyeron su isla, con la tenacidad que los caracteriza
unida a la cordialidad innata que percibe el turista nada más
llegar. La llegada a Lefkada no tan solo anima a disfrutar de
sus bellezas naturales sino que incita a descubrir con más
profundidad el corazón de la isla, con el deseo de conocer y
descubrir, pero también perderse, merodear en busca de sitios
recónditos desde donde observar el mar y otros atractivos
de la isla. Se empieza por la capital, que tiene justamente el
nombre de Lefkada, cargada de historia (fue el comandante
veneciano Morosini quien eligió esta parte septentrional de la
isla como capital) siguiendo por los otros pueblos: Vlico, en la
marenostrum
Sulla pagina del “Time”, in una pubblicità della Grecia che
ritraeva un’isola senza nome, c’era scritto: “Chosen by Gods”.
Quell’isola era Lefkada
En una de las paginas del “Time”, en una publicidad de Grecia
que retrataba una isla sin nombre, estaba escrito: “Chosen by
Gods”. Esa era la isla de Lefkada
77
marenostrum
A poco più di un’ora da Igoumenitsa, Lefkada è un vero scrigno di bellezze ed attrazioni, dallo sport al divertimento fino al buon mangiare.
A una hora aproximadamente de Igoumenitsa, Lefkada es un verdadero tesoro de atractivos y bellezas naturales, del deporte a la diversión sin
olvidar la buena comida.
infatti il comandante veneziano Morosini a scegliere questa
parte settentrionale dell’isola come capoluogo) e si prosegue
con gli altri paesi: Vlico, nell’omonima baia; Agios Nikitas,
sulla costa occidentale; Nidri, il più variopinto tra i paesi,
aperto allo sport e al divertimento; Sivota, ricercatissimo dai
diportisti che ormeggiano le loro barche per poi scendere a
cenare nelle taverne locali; Vassiliki, ventosa quanto basta
per essere rifugio di velisti e surfisti, con una splendida
spiaggia di ciottoli; Athani, su una rocca da cui si domina
uno squarcio strepitoso di Ionio, costruito in questa parte
dell’isola per difendersi dai pirati.
E molto altro si potrebbe ancora dire e scrivere di questo
scrigno di bellezza nel Mediterraneo. Delle sue spiagge, a
cominciare da quella di Porto Katsiki, la più famosa dell’isola e fra le più ricercate dell’intera Grecia, alle opportunità
offerte per lo sport (snorkeling, immersioni, kitesurf e windsurf, mountain bike, trekking) fino alle proposte culturali
(il museo archeologico, la collezione di icone post-bizantine).
Forse, però, il suggerimento migliore è quello di sperimentare dal vivo l’esperienza, come già molti altri hanno fatto
in questi ultimi vent’anni (da quando cioè l’isola è entrata a
pieno titolo nei circuiti turistici internazionali). Qualche anno
fa, il “Time” ospitò a lungo una pubblicità della Grecia che
ritraeva un’isola senza nome con una scritta eloquente: “Chosen by Gods”. Scelta dagli Dei. Quell’isola era Lefkada.
* L'autore devolve il suo compenso agli "Archivi del '900" per
il recupero del patrimonio culturale e archivistico di Genova
78
bahia que le da nombre; Agios Nikitas, en la costa occidental;
Nidri, el pueblo más variopinto, abierto al deporte y a la diversión. Sívota, reclamada por los dueños de yates que amarran
sus barcos para cenar en las tabernas locales; Vassilikí, con suficiente viento para ser refugio de surfistas y deportistas de vela,
con una magnífica playa de guijarros; Athani, una roca desde la
cual se domina la panorámica del Mar Jónico, zona de la isla que
se empleaba para la defensa de los ataques piratas.
Muchas más cosas se podrían decir y escribir de este referente
de belleza en el Mediterráneo. Desde sus playas, empezando
por Porto Katsiki, la más famosa de la isla y de las más buscadas de Grecia, gran variedad de ofertas desde deporte
(snorkeling, submarinismo, kitesurf y windsurf, mountain bike,
trekking) hasta propuestas culturales (el museo arqueológico, la
colección de iconos post-bizantinos). Probablemente la mejor
recomendación es ir allí para vivir la experiencia, como muchos
han hecho estos últimos veinte años (cuando la isla entró en
el circuito como destino turístico internacional). Hace unos
años, el “Times” publicó, durante un tiempo, una publicidad
de Grecia en la que se representaba una isla sin nombre con
la frase: “Chosen by Gods”. Elegida por los Dioses. Esa isla era
Lefkada.
* (El autor donó sus honorarios a los “Archivos del 900” para recuperar el patrimonio cultural y documentos de Génova)
marenostrum
Erice, la sagrada "u munti"
Ciudad suspendida entre las nubes, anclada
en la roca estratificada de caliza jurásica
80
marenostrum
Erice,
la sacra
“u munti”
di / de Adele Fortino
Cittadina sospesa tra le nuvole,
aggrappata alla roccia stratificata
di calcari giurassici
81
marenostrum
82
Tre Porte, Spada, Carmine e Trapani, definiscono il lato
occidentale dell’impianto triangolare del borgo
Tres Puertas, Spada, Carmine y Trapani, perfilan la vertiente
occidental de la estructura triangular del burgo
marenostrum
“U
munti” la chiamano i siciliani. Ovvero Erice, interamente contenuta in un perimetro triangolare che enfatizza la sua sacralità, sottolineata dalla presenza di un
celebre tempio (XII sec.) dedicato alla dea della fecondità, della
bellezza, dell’amore, Afrodite per i Greci e Venere Ericina per i
Romani. Erice, dicono gli intenditori, va visitata d’inverno, quando
la sue stradine, tortuose e lastricate di pietra chiara e liscia, sembrano -immerse come sono in una cortina di nebbia- vivere una loro
silenziosa e surreale vita, quando il vento di tramontana taglia la
faccia ma rende più vividi i colori dei cortili fioriti antistanti le abitazioni del centro storico, quando, nelle giornate limpide, dall’alto
del monte, si vede un altro monte, il superbo Etna, talvolta col suo
guizzo di escandescenza vulcanica. Ma anche nella stagione estiva
Erice riserva emozioni di ordine superiore, perché è più agevole
percorrerla, Erice, cittadina dall’impianto medievale, a partire dai
tre magnifici portali normanni che interrompono mura ciclopiche,
porta Spada, porta del Carmine e porta Trapani, che definiscono il
lato occidentale dell’impianto triangolare del borgo. Mentre a sudest si trova il bellissimo giardino del Balio, dentro il quale si erge il
castello Pepoli, normanno anch’esso e poi largamente modificato nel
1800 per essere trasformato in villa.
Passeggiare lungo le stradine di Erice significa non solo potere
apprezzare una quantità di bellissime chiese normanne e di periodi
successivi (la Chiesa di san Giuliano con la sua rosea facciata, la
Matrice dove dimora una candida cinquecentesca Madonna con
bambino di Gagini e che esibisce, in uno spazio accanto, un bellissimo campanile trecentesco, ornato di bifore e monofore di decisa
ispirazione chiaramontana), ma anche essere catturati da piccoli
laboratori di tessitura dove abili mani intrecciano su antichi telai
cascami di filati da cui ottengono variopinti tappeti dalle fantasie
geometriche, talvolta con effetti fiammeggianti, o negozietti stracolmi di cerulee ceramiche ericine dai disegni eleganti e sofisticati,
difficili da trovare in altri luoghi della Sicilia.
A chi si reca a Erice, soprattutto per frequentare il Centro di Cultura di Eccellenza, Ettore Majorana, creatura del prof. Antonino
Zichichi, organizzatore, ormai da più lustri, di convegni conferenze
workshop su temi della ricerca scientifica o per seguire, in primavera, la “Gara in salita di velocità Monte Erice” o a fine estate, la
Settimana di Musica Medievale e Rinascimentale, ovvero ancora
“L’Atelier Internazionale di Gastronomia Molecolare”, può capitare
di volere abbandonare per qualche ora “u munti”, per respirare l’incanto marino.
Così, fra Trapani e Marsala, troverà lo Stagnone, un basso spec-
“U
munti” llamada así por los sicilianos. Es decir
Erice, totalmente contenida en un perímetro
triangular que ensalza su carácter sagrado, enmarcada por la presencia de un famoso templo (siglo XII)
dedicado a la diosa de la fertilidad, de la belleza y del
amor, Afrodita para los Griegos y Venus Ericina para
los Romanos. Erice, dicen los entendidos, es visitada
en invierno, cuando sus calles, tortuosas y adoquinadas de piedra clara y lisa, parecen –inmersas en una
cortina de niebla-vivir una silenciosa y mágica vida y
aunque el viento de tramontana sople de cara hace
más vivos los colores de los patios floridos de las
casas del centro histórico. En los días claros, desde lo
alto del monte, se ve el otro monte, el soberbio Etna,
a veces con restos de erupciones volcánicas.
También en la estación estiva Erice, ubicada en un
emplazamiento medieval, posee un encanto especial ya que es más sencillo recorrerla desde los tres
magníficos portales de arquitectura normanda que
interrumpen muros ciclópicos: puerta Spada, puerta del
Carmine y puerta Trapani, que perfilan la vertiente
occidental del emplazamiento triangular del burgo.
Mientras, en el sureste encontramos el majestuoso
jardín del Balio, también de estilo normando, en el
cual se encuentra el castillo Pepoli, que fue modificado
en 1880 para ser transformado en villa.
Pasear por las calles de Erice supone no tan solo
apreciar las numerosas iglesias normandas y de
épocas posteriores (la Iglesia de san Giuliano con
fachada cobriza, en la cual se encuentra una cándida
virgen quinquenaria con un niño de Gagini que exalta,
en un espacio lateral, un hermoso campanario del
trescientos, decorado con un parteluz de estilo claramontano), sino que además significa adentrarse en
los pequeños talleres de tejidos donde ágiles manos
trabajan hilaturas, en antiguos telares, de las cuales
obtienen variopintas alfombras de fantasías geométricas, a veces con efectos flameantes de colores y
matices, o tiendas acaparadas de cerámicas de Erice,
de color azul cerúleo con diseños elegantes y sofisticados, difíciles de encontrar en otros sitios de Sicilia.
Quien va a Erice, para ir al Centro de Cultura de
Excelencia "Ettore Majorana", creado por el profesor
83
marenostrum
Dallo Stagnone, un
paesaggio che lascia senza
fiato, con mulini a vento
del '500 utilizzati per la
“cultura del sale marino”
Desde la Laguna, un paisaje
que deja sin respiración,
con molinos de viento del
siglo XVI empleados para la
“cultura de la sal marina”
84
marenostrum
85
chio di acqua di mare, oggi Riserva
Naturale Orientata, dove i Cartaginesi
costruirono una strada a pelo d’acqua
per potere rendere fruibile l’incantevole isoletta di Mothia, borgo fenicio,
importantissimo strategicamente per
le operazioni degli stessi Cartaginesi
contro i Greci di Sicilia. Questo lembo
di terra verdeggiante, peraltro produttrice di un preziosissimo vino bianco
(se ne recuperano ogni anno mille
bottiglie), è sede di un museo ospitato nella Villa Whitaker, residenza
della famiglia inglese che si stabilì in
Sicilia alla fine dell’800. Nelle acque
di Mothia, ricche di alghe gialle che
rendono d’oro i corpi dei bagnanti che
vi si immergono, fu ritrovato l’ormai
famoso giovinetto (o Auriga), attribuito
alla mirabile arte scultorea greca del
V sec.a.C., ragazzo dalle fattezze squisite, i cui panneggi incantano ma le
cui terga sono, se è possibile, addirittura più liriche. Sì, insomma, è una di
quelle opere godibili di più se ammirate da dietro piuttosto che davanti.
Me c’è un altro aspetto dello Stagnone
che lascia senza fiato quanto a fascino
estetico: qui il paesaggio è dominato
dai mulini a vento, alcuni del '500
completamente restaurati nei loro
ingranaggi di legno, utilizzati per la
“cultura del sale marino”. Uno spettacolo unico nelle due fasi dell’anno:
da giugno a settembre, cumuli di sale
bianchissimi scintillanti sotto il sole
cocente ordinati in distese infinite;
dopo, nei mesi a venire, la quiete
solenne del riposo invernale, dominata
da grandi trapezi di tegole che proteggono il sale.
E, di ritorno a Erice, che dire dei
dolcetti di pasta di mandorla ripieni
di cedro candito, opera dell’Antica
Pasticceria del Convento in Via Guarnotti?
86
Antonio Zichichi, brillante organizador
de congresos y conferencias sobre temas
pertenecientes a la búsqueda científica;
o bien va para seguir “el Torneo de velocidad Monte Erice” o a finales de verano,
la Semana de Música Medieval y Renacentista, o también para asistir a “El Atelier Internacional de Gastronomía Molecular”, puede ser que quiera evadirse en
algún momento “un munti”, para respirar
la brisa del mar.
Así pues, entre Trápani y Marsala, encontrará la Laguna, un estanque de agua
marina, actualmente Reserva Natural
Dirigida, donde los Cartagineses construyeron un camino a pie de agua para
aprovechar el encanto de la pequeña isla
de Mothia, burgo fenicio, ya que fue un
lugar estratégicamente muy importante
para las operaciones de los Cartaginenses contra los Griegos de Sicilia. Esta
franja de tierra verde, además es una
gran productora de un preciado vino
blanco (del cual se obtienen mil botellas
cada año), y es la sede de un museo
ubicado en la Villa Whitaker, residencia
de la familia inglesa que se estableció en
Sicilia a finales del siglo XIX. En las aguas
de Mothia, ricas en algas amarillas que
convierten en dorados los cuerpos de
los bañistas, fue descubierto el famoso
joven (o Auriga), relacionado con la
admirable escultura griega del siglo V
a.C., un chico de rasgos delicados, con
vestimentas sutiles y pliegues sinuosos
que rozan la perfección. En definitiva, es
una de esas obras preferibles de admirar
desde atrás más que desde una perspectiva frontal.
Pero hay otro aspecto de la Laguna
que es digno de admirar por su valor
estético: aquí el paisaje está repleto de
molinos de viento, algunos del siglo XVI
en los que se han reestructurado los
engranajes de madera, utilizados para la
“cultura de la sal marina”. Un espectáculo
único en las dos épocas de año: de junio
a septiembre, cúmulos de sal blancos
y brillantes bajo el sol resplandeciente
ordenados en extensiones infinitas;
en cambio, en los siguientes meses, la
quietud solemne del reposo invernal
está dominada por grandes trapecios de
teja que protegen la sal.
Y, de vuelta, a Erice, ¿que se puede decir
de los dulces de pasta de almendras
rellenos de cidra confitada, obra de la
Antigua Pastelería del Convento en Via
Guarnotti?
marenostrum
Erice è sede del Centro di Cultura di
Eccellenza "Ettore Majorana", creatura del
prof. Antonino Zichichi.
Erice es la sede del Centro de Cultura de
Excellencia "Ettore Majorana", creado por
el prof. Antonio Zichichi.
87
WelcomeOnBoard
Ristorante
Restaurant
Bar in Piscina
Pool Bar
Centro Benessere
Health Centre
Negozi
Shopping
Flotta
Fleet
Rotte
Network
Menu Restaurant CRUISE BARCELONA
Antipasti
Starters
Delizie di mare in salsa rosa (seppie, Seafood starter in thousand island
calamaretti, scampi, polpo e rucola) dressing (cuttlefish, squid, scampi,
octopus and rocket salad)
Rotolini di salmone con gamberetti Salmon rolls with sweet and sour
in agrodolce
prawns
Bruschette con brie speck e pera
Bruschetta with Brie, speck ham
and pear
Dischetti di melanzane con
Eggplant with ham and smoked
prosciutto e provola affumicata
Provola cheese
Primi piatti
Ravioli alla caprese
Linguine alla Portofino
(con pesto e pomodorini)
First courses
Ravioli alla caprese
Linguine (ribbon pasta) alla
Portofino (with pesto and cherry
tomatoes)
Pennette del Golfo di Acicastelle
Pennette del Golfo di Acicastelle
(con tocchetti di spada e melanzane (pasta with swordfish and
a funghetto)
eggplant)
Risotto con crema di limoni
Risotto with lemon sauce and
e scampi
scampi
Secondi piatti
euro
11,00
12,00
10,00
10,00
Menu Restaurant CRUISE ROMA
11,00
Antipasti
10,00
11,00
11,00
Second courses
Filetto di orata in bellavista
con crema di zucchine
Rana pescatrice con ciliegine
e olive verdi
Frittura di calamari e gamberi
in salsa tartara
Filetto di manzo al cartoccio
Agnello alla cosentina
(con peperoni, olive verdi e
pomodori maturi)
Fillet of bream with zucchini sauce 16,00
Patate fritte o al forno
Insalata mista
Verdurine al vapore
Fried or baked potatoes
Mixed salad
Steamed vegetables
Bocconcini di grana
con crostini al miele
Misto di formaggi della casa
Parmesan pieces with honey
croutons
Cheese platter
7,00
Ananas alla moda dello chef
Tagliata di frutta fresca
con granella di noci
Torta Black forest
Profiteroles
Tiramisù
Dolce dello chef
Pineapple surprise
Fresh fruit with chopped walnuts
4,50
Black forest cake
Profiteroles
Tiramisù
Chef’s surprise
4,00
4,00
4,00
5,00
2,20
2,00
Contorni
Formaggi
Frutta e dessert
Acqua minerale (1Lt)
Coperto
Monkfish with cherry tomatoes and
green olives
Fried squid and prawns in tartar
sauce
Foil-baked fillet of beef
Lamb alla cosentina
(with red peppers, green olives and
ripe tomatoes)
Side dishes
Cheeses
Fruit & dessert
Mineral water (1Lt)
Cover charge
16,00
16,00
16,00
15,00
4,00
3,00
4,00
8,00
5,00
Sottilissima di pomodoro e
mozzarella di bufala campana con
riduzione al balsamico su crostone
speziato
Parmigiana di melanzane
profumata al basilico con filetti di
mandorle tostate
Fogliette di pesce con insalata di
finocchi, pesto al sedano e scaglie
di grana
Involtini di salmone ripieni di
ricotta e olive
Primi piatti
Paccheri al ricciolo di calamaro
con concassè di pomodoro, olive e
capperi
Ravioli ripieni di pesce al sugo di
Scampi
Sformatine di rigatoni alla
Vesuviana, con piselli, polpettine,
mozzarella e vellutata di pomodoro
Tagliatella con pancetta e cipolla
stufata su crema di pomodorino
piccante
Secondi piatti
Tournedos di manzo alla griglia con
patate al forno
Tagliata di tacchino al profumo di
limone con capperi e carpaccio di
pomodoro
Pesce fresco alla griglia con verdure
di stagione
Filetto di tonno al forno con
zucchine al gratin con pomodorini
al sapore di rosmarino
Corvo Rosato cl.75
15,00
Spumanti / Sparkling wines
Berlucchi cl.75
Ferrari Brut cl.75
32,00
32,00
Champagne
Moet Chandon Brut Imperial
cl.75
Moet Chandon Brut Imperial
cl. 37,5
60,00
36,00
Paccheri pasta with squid, chopped 11,00
tomatoes, olives and capers
Seafood ravioli in scampi sauce
Semifreddo al caffè
Cheesecake ai frutti di bosco
Profiteroles
Acqua minerale (1Lt)
Coperto
11,00
Rigatoni flan alla Vesuviana with
peas, meatballs, mozzarella and
10,00
tomato soup
Tagliatella noodles with bacon and
stewed onions served in a spicy
10,00
tomato cream soup
Second courses
Grilled beef medallions with baked 16,00
potatoes
Lemon turkey fillet with capers
and tomato carpaccio
14,00
Grilled or foil-baked fresh fish and 16,00
vegetables
Baked tuna fillet with zucchinis
au gratin, cherry tomatoes and
15,00
rosemary
Cheeses
Tagliata di frutta fresca
Ananas al naturale
Macedonia di frutta con gelato
Crema catalana
12,00
First courses
Formaggi
Frutta e dessert
Rosé
Roulade of salmon with ricotta
cheese and olive filling
Side dishes
Patate fritte o al forno
Insalata mista
Verdure al vapore
Gorgonzola con pere e granella di
nocciole
Bianco / White
euro
Starters
Tomatoes and buffalo milk
mozzarella from Campania served 11,00
with balsamic vinegar on spicy
toasted bread
Slices of baked eggplant seasoned
served with basil and toasted
9,00
almonds
Fish parcels served with fennel,
celery pesto and Parmesan flakes 12,00
Contorni
Tris di formaggi con miele
Vino / Wine List
euro
Corvo Bianco cl.75
15,00
Falanghina cl.75
15,00
Coda di Volpe cl.75
14,00
Vermentino di Sardegna cl.75 15,00
Rosso / Red
Corvo Rosso cl.75
15,00
Nero d'Avola cl.75
14,00
Sangre de Toro cl.75
18,00
Cannonau Sardegna cl.75
15,00
Menu "à la carte"
Fried or baked potatoes
Mixed salad
Steamed vegetables
4,00
3,00
4,00
Cheese platter (a selection of 3
cheeses served with honey)
Gorgonzola cheese with pear and
chopped hazelnuts
8,00
Fresh fruit platter
Fresh pineapple
Fruit salad and ice cream
Crema catalana (low fat crème
brûlée)
Coffee flavored soft ice cream
dessert
Soft fruit cheesecake
Profiteroles
4,00
4,50
5,00
Fruit & dessert
Mineral water (1Lt)
Cover charge
8,00
5,00
5,00
5,00
5,00
2,20
2,00
onBoard shopping
Panino espresso
Maxitoast farcito
Panino con Hamburger
Pizza spicchio margherita
Pizza spicchio 4 stagioni
Hot Dog
Patatine fritte
Insalata fantasia vaschetta
Insalata di riso
Frutta di stagione in vaschetta
Crepes alla Nutella
Roll with a filling
Maxitoast with a filling
Hamburger (in a roll)
Portion of margherita pizza
Portion of four seasons pizza
Hot Dog
French fries
Fantasia salad in bowl
Rice salad
Fruits in bowl
Chocolate crepes
euro
4.20
4.00
4.20
4.00
4.50
4.20
3.50
4.50
5.00
4.00
3.70
Spiedino di carne + patatine fritte
Cotoletta + patatine fritte
Hot Dog + patatine fritte
Hamburger + patatine fritte
Skewer meat & french fries
Cutlet & french fries
Hot Dog & french fries
Hamburger & french fries
6.00
6.00
6.00
6.00
Birra alla Spina
Sangria in caraffa
Draft beer
Jug of Sangria
Combinazioni
Drinks
Mixed dishes
Caffetteria / Coffee shop
euro
1.20
1.60
1.50
2.00
1.50
0.50
1.20
1.30
Coca Cola - Sprite - Aranciata / Orangeade
Tonica / Tonic water
Succo pomodoro / Tomato juice
Succhi di frutta / Fruit juices
Spremute / Fresh fruit juices
Té freddo / Ice tea
Sciroppi (menta-orzata)/Syrop (mint – barley water)
2.60
2.60
2.60
2.60
3.00
2.60
2.60
Nazionale / Italian
Estera / Foreign
Analcolica / / Alcohol-free
Aperitivi / Aperitif
Cocktails
Long drinks
Amari / Bitters
Grappe / Grappas
3.50
3.80
3.50
3.50
6.00
6.00
3.50
3.50
Bicchiere bianco o rosso/ White/Red wine glass
Vino Porto bicchiere / Porto Wine glass
Prosecco Flute
3,50
3,50
3,30
5 anni / 5 years old
12 anni / 12 years old
4,50
6,00
Normal
Superior
4,50
5,50
Italiano / Italian
Estero / Foreign
3,50
3,80
4,00
3,50
Birre / Beers
Vino / Wine
Whisky
Cognac
Brandy
Vodka / Rhum / Gin
Liquori nazionali / National Spirits
Snack bar a bordo
piscina per chi ama
vivere all’aria aperta
Have your lunch
at the Snack Bar
on the Sun Deck /
Pool area to better
enjoy the beauty
of cruising the
Mediterranean
3.50
12.00
Espresso
Cappuccino
Caffè americano / American Coffee
Cioccolato / Hot chocolate
Infusi / Herbal teas
Correzione caffè / Liqueur added to coffee
Latte (bicchiere)/ Milk (glass)
Acqua / Water (50 cl)
Bibite / Soft drinks
Pool Bar
onBoard services
Cafeteria & Bar
onBoard services
Ingressi – Entrance
Fitness (solo palestra)
Fitness (gym only)
Completo
Full entrance Lampada esafacciale
Face tanning (6 UVA lamps) Doccia solare
Vertical tanning
MASSAGGI • MASSAGES
Collo e schiena - Back & Neck
Rilassante - Relaxing
Antistress - Anticellulite - Anti-Cellulite
Rassodante - Firming treatment
€ 10,00
€ 15,00
12 min. - € 6,00
13 min. - € 12,00
25 min. - € 20,00
50 min. - € 30,00
50 min. - € 30,00
50 min. - € 35,00
50 min. - € 35,00
VISO • FACIAL
Benvenuti all’ “Aquae & Gymnasium”
il Wellness Center delle navi Grimaldi Lines*
dove potrete trascorrere parte del vostro viaggio
vivendo una piacevole esperienza Wellness.
Sauna, bagno turco, jacuzzi, sala relax, lampade e docce abbronzanti sono completate da
un menù di trattamenti estetici per il viso e per il
corpo mentre per i più attivi è disponibile una moderna palestra con attrezzature Technogym©.
Welcome to “Aquae & Gymnasium” our
Wellness Center * where you can enjoy your time on
board living a memorable Wellness experience.
Sauna, steam room, jacuzzi, relax area, tanning
lamps and beauty treatments are offered for your
face and body.
A modern fully furnished fitness room is also
available with Technogym© equipment.
Trattamento ad idratazione profonda
Exceptional deep hydration
Trattamento di pulizia profonda
Purifying and rebalancing treatment
€ 30,00
€ 30,00
CORPO • BODY
Trattamento con olii essenziali
Treatment with essential oils Trattamento idratante Body Scrub
Scrubbing nourishing treatment
DEPILAZIONE • EPILATION
Gamba - Leg
Mezza gamba - Half leg
Ascelle - Underarms
Sopracciglia -Eyebrows
Completa - Whole body
Manicure Pedicure
€ 40,00
€ 40,00
€ 30,00
€ 20,00
€ 10,00
€ 5,00
€ 50,00
€ 12,00
€ 18,00
Orari di apertura - Opening hours:
M/N Cruise Roma, Cruise Barcelona:
Mattina - Morning 9.00 - 18.00
Sera - Evening
22.00 - 24.00
M/N Cruise Europa, Cruise Olympia:
Mattina - Morning 9.00 - 15.00
Sera - Evening
19.00 - 23.00
I minori di 18 anni devono essere accompagnati da
un adulto.
Access is permitted to those under 18 (but over 14
years old) if accompanied by an adult.
* su navi Cruise Roma, Cruise Barcelona, Cruise Europa e Cruise Olympia
on Cruise Roma, Cruise Barcelona, Cruise Europa and Cruise Olympia only
onBoard shopping
Orologio / Watch
Classic Mariner
euro 19,00
Felpa / Sweatshirt
euro 25,00
Orologio / Watch
Chrono Nautilus
euro 60,00
Orologio / Watch
Chrono Navy Blue
euro 58,00
Orologio / Watch
Fun Eurostar
euro 13,40
Cappellino Bianco o Blu /
White or Blue peaked cap
euro 6,50
Bandana
euro 6,50
Pile
euro 32,00
T-Shirt Bianca, Blu o Rossa /
T-Shirt White, Blue or Red,
euro 8,00
Tracolla multitasche /
Multi-pocket shoulder bag
euro 8,50
Zaino Blu o Rosso /
Backpack Blue or Red
euro 19.00
* Shopper in cotone con
portacellulare /
* Cotton shopper with mobile
phone case
euro 12,90
Borsa pieghevole a fiori /
Flower folding bag
euro 17,00
Spazzola pieghevole /
Folding brush
euro 6,50
Laccetto portacellulare-portachiave /
Mobile phone-MP3 strap
euro 5,00
Portacellulare - MP3 /
Mobile phone case MP3
euro 6,50
Bracciale con chiavetta USB /
Usb bracelet
euro 15,60
onBoard shopping
Pastelli in Astuccio /
Pastel-pencil box
euro 5,50
Portachiavi con silicone /
Silicone Key Holder
euro 4,00
Penna / Pen
euro 3,00
Set matite /
Pencil set
euro 7,50
Portachiavi Spagna o Italia /
Key holder Spain or Italy
euro 2,50
Accendino ricaricabile /
Rechargeable lighter
euro 2,00
Carte ramino /
Playing cards
euro 14,50
Antistress
euro 3,00
* solo su nave Cruise Roma
on Cruise Roma only
Flotta / Fleet
Nave traghetto
Stazza lorda 55.000 tonnellate
Lunghezza 225 m
Velocità di crociera 27,5 nodi
2.300 passeggeri
479 cabine - 150 poltrone
Ristorante a’ la carte - Self Service
Drivers’ Club
Area Piscina con bar e fast food
Salone Principale
Bar, Caffetteria, Internet point
Centro Benessere: sauna, massaggi, palestra
Sala Conferenze
Casinò con area fumatori
Videogiochi, Slot machine
Sala giochi bambini
Discoteca
Boutique, Mini market
Nave traghetto
Stazza lorda 26.000 tonnellate
Lunghezza 186,4 m
Velocità di crociera 22,5 nodi
91 cabine
2 suite
370 posti letto
62 poltrone
Ristorante
Salone, Bar
Club Vesuvio
Sala video \ TV
Video giochi, Slot machine
Negozio
Ponte Sole con Bar
Ascensore
Passenger ferry
Gross tonnage 55,000 tonnes
Length 225 m
Service speed27.5 knots
2,300 passengers
479 cabins - 150 reclining seats
Restaurant & Self Service
Drivers’ Club
Swimming Pool area, bar, fast food
Main Lounge
Bar, Cafeteria, Internet point
Spa: Sauna, Massages, Gym
Conference Room
Casino with smoking area
Arcade, Slot machines
Kids Play Area
Disco
Boutique, Mini Market
Passenger ferry
Gross tonnage 26,000
Length 186.4 m
Service speed 22.5 knots
91 cabins
2 suites
370 berths
62 reclining seats
Restaurant
Lounge \ Bar
Vesuvio Club
TV \ video room
Video games, Slot machines
Shop
Sun Deck with Bar
Lift
Cruise Roma
Cruise Barcelona
Sorrento
Catania
Florencia
onBoard shopping
Cruise Europa - Cruise Olympia
Lunghezza metri / Length meters
225
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
55,000
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
27,5
Passeggeri / Passengers
2.850
Cabine / Cabins
413
Poltrone / Reclining seats
542
Ristorante a’ la carte- Self service / Restaurant & Self Service
Casinò con area fumatori / Casino with smoking area
Centro benessere: sauna, massaggi, palestra / Spa: Sauna, Massages, Gym
Discoteca / Disco
Olympia Palace - Europa Palace
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique - Mini market / Boutique - Mini Market
Cinema
Piscina / Swimming Pool
214
36.825
31,5
1.922
190
108
110
1.932
Knossos Palace - Festos Palace
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique - Mini market / Boutique - Mini Market
Cinema
Piscina / Swimming Pool
214
24.000
31,5
2.500
231
742
110
1.500
Ikarus Palace
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Passeggeri / Passengers
Cabine / Cabins
Poltrone / Reclining seats
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Ristorante / Restaurant
Salone, Bar / Lounge, Bar
Boutique - Mini market / Boutique - Mini Market
Cinema
Piscina / Swimming Pool
200
29.968
27
1.528
197
181
110
2.130
Flotta / Fleet
classe / class
Grande Europa
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Italia
classe / class
Fides
181
51.714
20
2.500
2.000
400
150
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
3
3
176
37.712
19,6
4.500
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
2
178
33.825
18
1.400
700
300
65
classe / class
Grande Ellade
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Anversa
classe / class
Grande Roma
182
52.485
19,5
2.500
2.000
400
200
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
2
5
176
40.000
19,6
4.800
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
2
197
44.500
19,3
5.300
E U R O C A R G O G E N O VA
E U R O C A R G O G E N O VA
PA L E R M O
classe / class
Eurocargo Valencia
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Eurocargo Napoli
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
3
195
20.833
20
1.000
2.500
64
65
unità/unit
1
176
21.357
17
620
1.940
classe / class
GRIMALDI LINES
Eurocargo Genova
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
classe / class
Eurocargo Europa
200
32.600
22,3
400
4.000
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
4
2
182
33,650
20
2.900
onBoard shopping
classe / class
Grande Africa
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Repubblica del Brasile
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Repubblica di Venezia
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Benin
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
10
classe / class
214
56.650
19,7
2.500
2.500
800
250
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
unità/units
2
206
51.925
18
1.200
1.700
800
180
unità/unit
1
213
42.597
18,5
2.000
1.500
400
150
unità/units
4
210,92
47.300
21
2.000
2.000
800
250
classe / class
Grande Angola
unità/units
210
47.115
21
3.261
3.950
1.318
159
Repubblica di Amalfi
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe / class
Grande Marocco
ACL Atlantic
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
2
216
48.600
18,5
2.000
1.500
400
150
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità auto/van unità/ Car/van capacity units
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità container TEU / Container capacity TEU
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
classe/class
2
4
211
47.300
20
2.000
2.000
800
40
unità/units
5
292
57.255
17,5
1.262
2.940
2.000
420
Flotta / Fleet
classe / class
Finnstar
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Passeggeri / Passengers
classe / class
Finnclipper
classe / class
Finnmill
Finnbreeze
classe / class
Finnhansa
unità/units
Finnarrow
Finnhawk
unità/unit
Translubeca
Lunghezza metri / Length meters
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Passeggeri / Passengers
classe / class
Finnsailor
Lunghezza metri / Length meters
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Passeggeri / Passengers
1
168
25.966
21
2.400
200
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
classe / class
4
183
21
3.200/3.050
100
270/300
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Passeggeri / Passengers
classe / class
2
187
33.769
20
3.240
Lunghezza metri / Length meters
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Passeggeri / Passengers
classe / class
2
187
25.564
20
2.281
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
3
188
33.769
22
2.918
440
440/480
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
classe / class
218
46.565
25
4.200
100
500
unità/units
Lunghezza metri / Length meters
Stazza lorda tonn. / Gross Tonnage tonnes
Velocità di crociera nodi / Service speed knots
Capacità rotabili metri lineari/ Ro-Ro capacity linear meters
Capacità rampa tonn. / Ramp capacity tonnes
Passeggeri / Passengers
5
2
162
11.530
20
1.899
unità/unit
1
157
20,3
2.100
84
unità/unit
1
157
20
1.350
119
Grimaldi Motorways of the Sea Network
Rauma
Naantali
Turku
Helsinki
Kotka
Kapellskär
St. Petersburg
Wallhamn
Ventpils
Aarhus
Malmö
Hull
Immingham
Travemünde
Lübeck Rostock
Sassnitz
Gdynia
Amsterdam
Zeebrugge
Antwerp
Venice
Genoa
Ancona
Livorno
Civitavecchia
Bilbao
Barcelona
Valencia
Salerno
Porto
Torres
Cagliari
Palermo
Trapani
Tunis
Catania
Corfu
Igoumenitsa
Patras
Piraeus
Corinth
Malta
Tangier
Heraklion
Tripoli /Al Khoms
N
Mediterranean Short Sea
Baltic Short Sea
Adriatic Short Sea
Grimaldi Euro Med Network
Kapellskär
Rauma
Naantali Helsinki
Turku
Kotka
St. Petersburg
Ventpils
Wallhamn
Aarhus
Esbjerg
Hull
Immingham
Cork
Bristol
Southampton
Bilbao
Malmö
Travemünde
Lübeck Rostock
Sassnitz
Hamburg
Amsterdam
Zeebrugge
Antwerp
Gdynia
Monfalcone Koper
Venice
Genoa Ravenna
Savona
Ancona
Marseille
Fos
Livorno
Civitavecchia
Yenikoy
Barcelona
Valencia
Porto
Torres
Cagliari
Salerno
Palermo
Setubal
Trapani
Tunis
Corfu
Catania
Igoumenitsa
Patras
Corinth
Piraeus
Gemlik
Izmir
Tangier
Mersin
Lattakia
Limassol Tartous
Beirut
Malta
Heraklion
Haifa
Tripoli
Ashdod
Alexandria
N
EuroMed Network
Finnlines Network
Minoan Network
N
Jacksonville
Savannah
Portsmouth
Baltimore
New York
Boston
Halifax
Montevideo
Buenos Aires
Zarate
Paranagua
Rio Grande
Vitoria
Rio De Janeiro
Santos
Banjul
Dakar
Monrovia
Freetown
Conakry
Valencia
Rouen
Genoa
Marseille
Antwerp
Salerno
Luanda
Bome
Pointe Noire
Libreville
Douala
Emden Hamburg
Amsterdam
Cotonou
Lome
Lagos
Tema
Abidjan
Takoradi
Casablanca
Leixoes
Lisbon
Bilbao
Le Havre
Tilbury
Liverpool
Gothenburg
Atlantic Network
Orari / Timetable
Partenza / Departure
Arrivo / Arrival
Partenza / Departure
Arrivo / Arrival
Linee Spagna / Spain Lines
MP Civitavecchia > Barcelona
MP Livorno > Barcelona
MP Porto Torres > Barcelona*
Lunedi
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Venerdi
Sabato
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
Sabato
Martedi
Sabato
22:15
22:15
22:15
22:15
22:15
22:15
23:30
23:30
23:30
23:30
06:30
06:30
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Venerdi
Sabato
Domenica
Martedi
Giovedi
Sabato
Domenica
Martedi
Sabato
18:15
18:15
18:15
18:15
18:15
18:15
20:00
20:00
19:30
20:00
18:15
18:15
Barcelona > Civitavecchia
Barcelona > Livorno
Barcelona > Porto Torres*
Lunedi
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Venerdi
Sabato
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Venerdi
22:15
22:15
22:15
22:15
22:15
22:15
23:59
23:59
23:59
23:59
22:15
22:15
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Venerdi
Sabato
Domenica
Mercoledi
Giovedi
Venerdi
Domenica
Martedi
Sabato
18:45
18:45
18:45
18:45
18:45
18:45
19:30
19:30
19:30
19:30
10:30
10:30
*Servizio operativo da aprile ad ottobre 2011.Nei mesi estivi frequenza fino a 5 partenze settimanali / Line operated from April to October 2011. Up to 5 departures per week in summer time
M Livorno > Valencia
M Salerno > Valencia
M Cagliari > Valencia
Mercoledi
Sabato
Martedi
Giovedi
Domenica
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
13:30
21:00
19:00
23:59
14:00
11:00
11:00
22:00
Giovedi
Lunedi
Giovedi
Domenica
Martedi
Martedi
Giovedi
Domenica
20:00
07:00
13:00
07:00
13:00
13:00
13:00
07:00
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
Venerdi
Domenica
Martedi
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
22:30
22:30
22:30
10:30
19:00
23:59
22:30
22:30
22:30
Martedi
Giovedi
Sabato
Venerdi
Lunedi
Mercoledi
Mercoledi
Venerdi
Domenica
17:00
17:00
17:00
20:00
06:00
14:30
18:45
18:45
18:45
Civitavecchia > Catania
Martedi
Mercoledi
Giovedi
Sabato
Martedi
Sabato
Mercoledi
Venerdi
Domenica
Domenica
Domenica
Venerdi
Domenica
02:00
23:59
23:00
22:00
02:00
22:00
22:00
22:00
22:30
11:00
11:00
10:30
19:00
Mercoledi
Venerdi
Sabato
Lunedi
Giovedi
Lunedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Lunedi
Lunedi
Lunedi
Mercoledi
07:00
06:00
07:00
06:00
01:00
23:59
06:00
06:00
07:00
09:00
16:00
09:00
10:00
Genoa > Catania
Martedi
Sabato
Martedi
Sabato
11:30
11:30
06:30
06:30
Valencia > Livorno
Valencia > Salerno
Valencia > Cagliari
Lunedi
Venerdi
Martedi
Giovedi
Domenica
Martedi
Giovedi
Domenica
22:00
02:00
20:00
20:00
14:00
20:00
20:00
14:00
Giovedi
Sabato
Giovedi
Domenica
Martedi
Mercoledi
Sabato
Lunedi
19:30
13:30
14:00
06:00
10:00
20:00
09:00
16:00
Martedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Venerdi
Mercoledi
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
22:30
22:30
22:30
12:00
23:59
17:00
22:15
22:15
22:15
Mercoledi
Venerdi
Domenica
Lunedi
Sabato
Giovedi
Mercoledi
Venerdi
Domenica
17:00
17:00
17:00
21:30
09:30
07:30
17:00
17:00
17:00
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
Sabato
Martedi
Giovedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Martedi
Martedi
Mercoledi
Sabato
19:00
20:00
22:00
17:00
06:00
07:00
12:00
12:00
13:00
00:00
16:00
23:59
14:00
Mercoledi
Venerdi
Domenica
Domenica
Mercoledi
Venerdi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Mercoledi
Mercoledi
Sabato
Lunedi
07:00
09:00
07:30
21:00
07:00
09:00
19:00
18:00
19:00
20:00
20:00
09:30
21:30
Lunedi
Venerdi
Lunedi
Venerdi
22:15
22:15
22:15
22:15
Martedi
Sabato
Martedi
Sabato
05:30
05:30
10:30
10:30
Mercoledi
Venerdi
Lunedi
Mercoledi
Sabato
Lunedi
Lunedi
Mercoledi
10:00
18:00
09:00
20:00
09:00
16:00
09:00
10:00
Linee Sicilia / Sicily Lines
MP Catania > Civitavecchia
MP Palermo > Salerno
MP Trapani > Civitavecchia
M Catania > Barcelona**
Salerno > Palermo
Civitavecchia > Trapani
Barcelona > Catania**
**Via Civitavecchia
M Catania > Genoa
M Catania > Livorno
M
M
MP
M
M
M
Catania > Malta
Catania > Patras
Catania > Corinth
Palermo > Cagliari*
Livorno > Catania
Malta > Catania
Patras > Catania
Corinth > Catania
Cagliari > Palermo*
*Via Salerno
Linee Sardegna / Sardinia Lines
MP Porto Torres > Civitavecchia*
MP Porto Torres > Barcelona*
Martedi
Sabato
Martedi
Sabato
18:45
18:45
18:15
18:15
Civitavecchia > Porto Torres*
Barcelona > Porto Torres*
*Servizio operativo da aprile ad ottobre 2011. Nei mesi estivi frequenza fino a 5 partenze settimanali / Line operated from April to October 2011. Up to 5 departures per week in summer time
M Cagliari > Salerno
M Cagliari > Valencia
M Cagliari > Palermo*
Lunedi
Mercoledi
Sabato
Lunedi
Mercoledi
Venerdi
Mercoledi
Sabato
19:00
23:59
14:00
11:00
11:00
22:00
23:59
14:00
Martedi
Giovedi
Domenica
Martedi
Giovedi
Domenica
Sabato
Lunedi
10:00
14:00
06:00
13:00
13:00
07:00
09:30
21:30
Salerno > Cagliari
Valencia > Cagliari
Palermo > Cagliari*
Martedi
Giovedi
Domenica
Martedi
Giovedi
Domenica
Venerdi
Domenica
19:00
23:59
14:00
20:00
20:00
14:00
10:30
19:00
*Via Salerno
Gli orari possono variare, si consiglia di controllare chiamando la infoline +39 081 496444 / Schedules may change, please check with your travel agent or call our infoline +39 081 496444
Partenza / Departure
Arrivo / Arrival
Partenza / Departure
Arrivo / Arrival
Linee Malta / Malta Lines
M Salerno > Malta
Sabato
Mercoledi
Venerdi
Domenica
Lunedi
Mercoledi
Sabato
Martedi
Giovedi
Sabato
Sabato
22:30
22:00
22:00
22:30
19:00
20:00
17:00
06:00
07:00
23:59
23:59
MP Livorno > Tangier
MP Barcelona > Tangier
Sabato
Domenica
23:30
23:59
Mp Civitavecchia > Malta
M Catania > Malta
M
MP
M Genoa > Malta
M Livorno > Malta
Lunedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Lunedi
07:00
06:00
06:00
07:00
06:00
06:00
06:00
06:00
06:00
06:00
06:00
Malta > Civitavecchia
Malta > Catania
Malta > Genoa
Malta > Livorno
Malta > Salerno
Lunedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Lunedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Sabato
Giovedi
Giovedi
13:00
12:00
12:00
13:00
16:00
12:00
12:00
16:00
12:00
16:00
16:00
Martedi
Giovedi
Sabato
Lunedi
Mercoledi
Sabato
Lunedi
Giovedi
Lunedi
Venerdi
Venerdi
17:00
19:00
18:00
19:00
07:00
06:00
06:00
01:00
23:59
18:00
18:00
Martedi
Martedi
17:00
17:00
Giovedi
Mercoledi
19:30
20:00
Linee Marocco / Morocco lines
Martedi
Martedi
10:30
10:30
Tangier > Livorno
Tangier > Barcelona
Collegamenti dal Marocco anche per Salerno, Sicilia, Sardegna, Malta e Libia (via Valencia e Livorno) / From Morocco connections available to Salerno, Sicily, Sardinia, Malta and Libya (Via Valencia and Livorno)
Linee Libia / Libya Lines
Sabato
Sabato
Sabato
Lunedi
17:00
22:30
23:59
23:59
MP Trapani > Tunis
Mercoledi
Lunedi
Venerdi
Lunedi
Sabato
Giovedi
17:00
12:00
23:30
23:59
11:30
09:00
M
M
M
M
Venerdi
Venerdi
Domenica
Domenica
22:00
22:00
11:00
11:00
M
M
M
M
Genoa > Tripoli / Al Khoms
Civitavecchia > Tripoli / Al Khoms
Salerno > Tripoli / Al Khoms
Malta > Tripoli / Al Khoms
Martedi
Martedi
Martedi
Martedi
13:00
13:00
13:00
13:00
Tripoli / Al Khoms > Genoa
Tripoli / Al Khoms > Civitavecchia
Tripoli / Al Khoms > Salerno
Tripoli / Al Khoms > Malta
Mercoledi
Mercoledi
Mercoledi
18:00
18:00
18:00
Sabato
Giovedi
Giovedi
17:00
23:00
20:30
Martedi
Giovedi
Domenica
Giovedi
Domenica
Martedi
13:30
20:30
01:30
20:00
01:30
13:30
Mercoledi
Venerdi
Lunedi
Venerdi
Domenica
Martedi
14:30
20:00
06:00
06:00
14:30
22:30
Martedi
Martedi
Martedi
Martedi
23:59
16:00
23:59
16:00
Venerdi
Venerdi
Mercoledi
Mercoledi
09:00
09:00
20:00
20:00
Linee Tunisia / Tunisia Lines
MP Civitavecchia > Tunis
MP Salerno > Tunis
MP Palermo > Tunis
Giovedi
Martedi
Sabato
Martedi
Sabato
Giovedi
16:30
10:00
22:30
11:30
22:30
16:30
Tunis > Civitavecchia
Tunis > Salerno
Tunis > Palermo
Tunis > Trapani
Linee Grecia / Greece lines
Genoa > Patras
Genoa > Corinth
Catania > Patras
Catania > Corinth
Lunedi
Lunedi
Lunedi
Lunedi
09:00
16:00
09:00
16:00
Patras > Genoa
Corinth > Genoa
Patras > Catania
Corinth > Catania
Lunedi / Monday Martedi /Tuesday Mercoledi / Wednesday Giovedi /Thursday
Venerdi / Friday Sabato / Saturday Domenica / Sunday
MP = Passeggeri e Merci / Passengers & Freight
M = Solo Merci / Freight Only
Genoa
Livorno
Civitavecchia
Barcelona
Valencia
Salerno
Porto Torres
Cagliari
Patras
Palermo
Trapani
Tunis
Corinth
Catania
Malta
Tangier
Al Khoms
Gli orari possono variare, si consiglia di controllare chiamando la infoline +39 081 496444 / Schedules may change, please check with your travel agent or call our infoline +39 081 496444
Porti / Ports
Catania
Civitavecchia
Genova
Livorno
Malta
Palermo
Porto Torres
Salerno
1
SH
UT
TLE
BU
S
Barcelona
CONTROLLO BUS
CONTROLLO AUTOVETTURE
3
2
CONTROLLO PEDONI
P
GATE 2
4
5
8
7
6
STAZIONE MARITTIMA
Bus e Pedoni
ZONA DI IMBARCO
6
N1
Perco
Perco
GATE 3
Autovetture
Trapani
Tunis
Tangeri
Perco
Venice • Igoumenitsa • Corfu • Patras
Ancona • Igoumenitsa • Patras
Piraeus • Crete
up to
30%
50%
Early Booking
up to
RD
PIN
OA
IN
P
N
M
VENICE
LINE
CAM
ALL I
ANCONA
LINE
U SIV E C A
CL
G
Offers
G ON B
www.minoan.gr
Anno VIII - N° 1
La magia deL CaSiNo barCeLoNa
G rimaldi M agazine
Cv 233
torNei
di
poker
la casa del poker internazionale
roULette bLaCk-JaCk
Tangeri
Asinara
Lefkada
Miraggio oltre lo Stretto
Mirage beyond the Strait
Tra storia e natura
A blend of history and nature
Scelta dagli dei
Chosen by Gods
Tossa de Mar
Volterra &
San Gimignano
Erice
Paradiso Blu
Blue Paradise
Cene Spettacolo e Buffet con musica in diretta
eUropeaN poker toUr UNibet poker
Vulci
La sacra “u munti”
The sacred “u munti”
Gioielli toscani
Tuscan treasures
Nel mondo degli Etruschi
In the Etruscan world
worLd poker toUr FULL tiLt poker SerieS
teppaN-Yaki CaSiNo CaFÉ
cene di gruppo
ingresso gratuito per due persone
dietro presentazione della carta d’imbarco
Valido fino 30.12.2011
PORT OLÍMPIC - Marina, 19-21 - 08005 Barcelona - T. 93 225 78 78 - www.casino-barcelona.com
È obbligatorio presentare la carta d’identità, la patente di guida o il passaporto. Per i cittadini che non fanno parte dell’unione europea è obbligatorio
presentare soltanto il passaporto. Età minima: 18 anni.
Grimaldi Magazine Mare Nostrum
SLot-maChiNe
Poste Italiane s.p.a. - Spedizione in Abbonamento Postale - 70% - DCB NA
la griglia giapponese
copia in omaggio
/
your complimentary copy

Documentos relacionados

Year XII- N° 1 - Grimaldi Group

Year XII- N° 1 - Grimaldi Group Nella roccia il paesaggio delle Cinque Terre Savage cliffs and stone villages at Cinque Terre

Más detalles