feria de malaga - Il Giornale Italiano

Comentarios

Transcripción

feria de malaga - Il Giornale Italiano
28/2009 | GIORNALE NAZIONALE GRATUITO | WWW.ILGIORNALEITALIANO.NET
IL SINDACO FRANCISCO de la TORRE: MALAGA CITTÀ EUROPEA E INTERNAZIONALE
di Giulio Rosi
Il “Plan Estrategico” prevede una “Ciudad del Conocimiento”, una “Ciudad de la Cultura” e una “Ciudad Litoral”. Tutto
questo in linea con il PGOU (Plan General de Ordenación Urbana) continua a far crescere Malaga come Capitale
Economica e Tecnologica dell’Andalusia. Intanto celebra la sua Feria che accoglie spagnoli e stranieri di tutto il mondo.
La bandiera con lo stemma di Malaga per le vie della città
- INTERVISTA La Feria di Malaga, quanto è importante per la città? È difficile
dirlo in poche parole. Si tratta di
dieci giorni che la città offre tanti
spazi differenti e tanti modi diversi per esprimere l’allegria ed offrire il divertimento. Il centro storico
arredato per l’occasione, con la
sua “Feria de diá”, che accoglie
amabilmente sia i malaghegni sia
lo straniero con tanto spazio per le
manifestazioni culturali, per il folclore internazionale e con i “verdiales”. Inoltre abbiamo il Real de
Cortijo de Torres, con un auditorio veramente singolare capace di
accogliere 14 mila spettatori, con
le “casetas” aperte a tutti, niente di
esclusivo. Durante il giorno “Feria del Caballo”. Durante la notte,
con una temperatura più gradevole, con uno spazio illuminato
che ogni anno rinnova gli arredi
luminosi. Incontrarsi è la tradizione centenaria fatta realtà. La
corrida è presente, il Festival de
Musica nel Castillo de Gibralfaro
e le esposizioni nel Museo di Arte
Contemporanea, il tutto perché
per la nostra città, l’estate significa un aumento notevole di visitatori. La festa ogni anno cresce
con la presenza di nuove strutture,
nuovi spazi e nuove “casetas”, si
associano nuove “peñas” e rivaleggiano fra di loro per presentare il meglio delle loro attività. La
cultura popolare è presente assieme a quella accademica, che non
significa elitista, per raccogliere le
radici di questa tradizione.
Quindi, a parte la cultura, anche
grandi servizi per Malaga sono
in fase di completamento come
il porto, l’aeroporto, la metropolitana e le vie di comunicazione?
Certamente, tutto è collegato. Con
una sinergia per una città collegata con tutto il mondo, prossimamente avremo il collegamento
con l’Alta Velocità con la Francia
quando verrà attivato il tratto di
Barcellona, e il sud della Spagna
sarà collegato con Parigi. Poi il
porto, con la alta potenzialità di
crociere che sta crescendo e in
due-tre anni raggiungerà un mi-
Pag. 2
lione di croceristi. Il collegamento
con Madrid, che è un grande centro culturale, permette ai madrileni e ai malaghegni di godere delle
due città.
Parliamo della Spagna. La si-
di sensibilità per la legge di decentramento locale. Circa la crisi,
penso che il Governo dovrebbe
“liderar mas”, non lasciare tutto
in mano al dialogo sociale, con gli
imprenditori e sindacati. Guidare
di più la formula in cui crede sinceramente e che si uniscano le posizioni fra imprenditori e sindacati. Tutte le forze politiche debbono
trovare la maniera di vedere ciò
che serve alla Spagna e non quello che conviene a ciascuna forza
politica, non solo quando ci sono
le elezioni. Cercare di far convergere le soluzioni migliori per
l’economia spagnola per uscire
dalla situazione di crisi, riattivarsi ed offrire nuove opportunità di
lavoro a tutti quelli che lo hanno
perso e che sono moltissimi.
Il Sindaco con il Presidente della Junta de Andalucia in visita a Malaga
Nel 2008 Malaga ha ospitato il congresso delle autorità locali regionali d’Europa
tuazione politica nazionale attraversa un momento difficile. Cosa
dovrebbe fare questo Governo
per risolvere la crisi? Se ci riferiamo al tema economico, per i finanziamenti alle autonomie regionali, sembra aver dimostrato che
si è preoccupato solo della stabilità politica del suo governo nel
Parlamento, di fronte alle leggi
e al prossimo bilancio, condizionando le trattative a questa ricerca
di appoggio. Ha dimostrato una
certa insensibilità nei finanziamenti municipali e locali, mentre
per la finanziazione autonomica
ha dimostrato il contrario. Si sarebbe potuto fare tutto insieme per
l’equilibrio territoriale, che manca
La politica della Junta de Andalucia, quando pregiudica Malaga e i suoi cittadini? Penso che
la Junta ha tardato nel rendersi
conto della capacità economica
e della potenzialità di Malaga,
nei progetti che avevano bisogno
di appoggi necessari e materiali,
come il Museo Archeologico, le
infrastrutture,la Iper Ronda , il
bulevar, i quali potevano essere
trattati meglio. Sono convinto che
il “cambio” che desideriamo per il
governo in Andalusia, riguarderà
sicuramente la nostra capacità di
pianificare la politica dell’educazione e della formazione, perché
dovrà essere più competitiva, più
chiara. Un decentramento più de-
finito e più chiaro. La giunta riceve delle direttive da Madrid e le
mantiene in ambito autonomico,
mentre alcune avrebbe dovuto
passarle all’ambito locale affinché
siano più vicine alle necessità del
cittadino come succede in molti
comuni d’Europa, mentre molti
sono mal dotati di mezzi e di finanziamenti per soddisfare le esigenze pubbliche.
Malaga, città della cultura 2016,
importante appuntamento per la
città e per i giovani, come si prepara? Stiamo lavorando per avere
la candidatura, con buoni progetti,
buone idee, per la giuria che dovrà
scegliere fra varie città spagnole.
Non stiamo facendo questo solo
perché vogliamo essere eletti, ma
perché abbiamo il “Plan estratégico de Malaga Ciudad de la Cultura” ,che riteniamo sia valido per le
esigenze dei cittadini anche sotto
il profilo economico. Speriamo di
venire eletti e saremo all’altezza
di questa sfida. Sarà uno sforzo,
avvieremo tante iniziative, idee e
proposte.
A che punto è l’approvazione del
Plan General de Ordinacion Urbanistica? Abbiamo partecipato
ad una riunione con la Commissione Urbanistica dell’Andalusia.
L’approvazione definitiva spetta
alla Junta de Andalucia che avverrà dopo aver apportato una serie di
modifiche. C’erano due possibili-
tà, fare una approvazione parziale
o la sospensione di tutto in attesa
di ripresentare il Piano completo
dopo le modifiche. Si è preferito
la seconda soluzione per la sicurezza giuridica, perché si sono
verificati casi di municipi, dove
si è fatta l’approvazione parziale,
ma poi si sono avuti molti ricorsi di privati che hanno contestato
diversi punti creando notevoli
problemi. Comunque questo non
fa tardare molto l’approvazione,
perché il lavoro da fare non cambia, cambia solo la denominazione. Il tutto tarderà 3- 4 mesi come
sarebbe avvenuto nell’altro caso.
Introdurremo questi cambiamenti
che sono già in marcia ed arriveremo alla approvazione definitiva.
Sono stato informato solo durante
questa riunione, potevano avermelo detto prima, ma comunque
andiamo avanti.
Quali sono i punti più importanti
per Malaga? Sono molti. Il Plan
ha una parte di migliorie e rinnovamento urbanistici. La zona di
San Rafael, al lato della ferrovia,
si configura una nuova zona ad est
della città, con un bulevar sopra la
ferrovia,il recupero dello spazio di
Repsol, l’antica raffineria di petrolio, facendo zone libere con edifici esteticamente interessanti; per
il poligono San Rafael degli anni
‘50, si prevede un trasferimento e
un ammodernamento. Sono alcu-
Il Sindaco di Malaga a Bruxelles a febbraio per la firma del Patto Energetico fra i
Comuni d’Europa a cui hanno partecipato 1000 Sindaci e 300 comuni d’America Latina
Visita ai lavori della metro: il Sindaco con il Ministro de Obras Publica José Blanco
28/2009
Con Carmen Riera e la sua collezione d’arte al Centro Arte Contemporanea
VI riunione del Club Malaga Valley, luglio 2009
ni dei punti più importanti. Poi c’è
il litorale, l’antica “termica”, e lì
si crea a Torre del Rio una zona
di edifici, non eccessivamente alti,
ma di una certa qualità architettonica, poi una espansione naturale
dal Guadalhorce verso Campanillas, l’espansione del Parco Tecnologico e il rinnovamento urbanistico del centro storico,anche
verso Martinico la zona dell’ Indesa, nei pressi dello stadio della
Rosaleda sono previsti edifici
singolari. Stiamo studiando come
risolvere tecnicamente il tema del
Guadalmedina.
Quindi, Malaga sta andando
sempre più verso una vera Capitale Europea? Senza dubbio,il
Plan General va in linea con il
Plan Estrategico della città, che si
appoggia con la Ciudad del Conocimiento, Ciudad del la Cultura e
Ciudad Litoral. Questi tre elementi che si manifestano attraverso l’espansione della Universidad
e del Parque Tecnologico, il Club
Malaga Valley, che riunisce più
di 100 imprese che sono un punto di riferimento europeo come il
Silicon Valley per l’America, per
il Conocimiento; con l’Auditorio,
con gli appuntamenti culturali e
gli itinerari museali per la Cultura
e la Ciudad Litoral con il Puerto Deportivo che difendiamo la
28/2009
creazione del Parque Morlaco,
l’ampliamento del Candado, che
creano l’immagine di una città più
importante con una proiezione europea e internazionale.
Arriverete ad essere la Capitale
dell’Andalusia? Non vogliamo
spodestare a nessuno, ma avere un
ruolo che la potenzialità di Malaga
e della sua provincia ci permette
di svolgere, assieme ad altre città
“hermanas”. Siviglia è capitale
amministrativa ed politica, ma noi
dobbiamo puntare su una Malaga
che sia una capitale economica e
tecnologica, oltre che culturale.
Malaga è presente come creazione
d’ imprese, in particolare per i giovani come proiezione del mondo
universitario. La federazione dei
giovani imprenditori di Malaga è
fra le più potenti di Spagna. Noi
siamo vicini agli imprenditori e
alle imprenditrici, ne stimoliamo
ed appoggiamo le iniziative perché
creano anche nuove possibilità di
impiego. Abbiamo un aumento del
turismo culturale e congressistico,
con il conseguente incremento del
commercio. Malaga è la città spagnola che è maggiormente è cresciuta in questi anni come turismo
di città, in particolare per le navi
da crociera, fra cui compagnie italiane. Una alleanza strategica con
Marbella per una campagna di immagine e di proiezione congiunta,
due città forti e complementari:
noi più nel turismo culturale, di
convegni e congressi e Marbella
più sole, spiaggia e golf. Siamo
due “marchi di qualità e di prestigio”. Dobbiamo lavorare insieme
per andare avanti, partecipare con
stand congiunti alle Fiere Turistiche, fare campagne promozionali.
A quando quindi il collegamento
ferroviario con Marbella? Stiamo lavorando in questo senso, mi
piacerebbe con più velocità ma
tanto nell’ambito del Gobierno
Central quanto in quello Autonomico esistono alcuni progetti ed
alcune cose in marcia. Spero che
la linea ferroviaria FuengirolaMarbella si realizzi presto perché
questo collegamento darà molta
forza all’asse Malaga -Marbella.
Il Sindaco con Maya Picasso
Il Sindaco al museo Carmen Thyssen
Antonio Banderas, il Sindaco di Malaga, la Baronessa Thyssen e Antonio Gala il
giorno della costituzione della Fondazione del Museo Carmen Thyssen
Gli italiani, attraverso il nostro giornale, ringraziano il Sindaco per la sua affettuosa e sensibile partecipazione alla tragedia d’Abruzzo, dedicando e presenziando una
Santa Messa a suffragio delle vittime italiane, che si è celebrata nella Cattedrale di Malaga, alla presenza del Console italiano Pietro Lano e delle autorità civili e militari
Pag. 3
FERIA DE MALAGA
Manuel Bandera, orgoglioso e
felice di essere il Pregonero
fatto? A livello professionale
molte cose. A livello personale,
essendo già laureato in educazione fisica, con il titolo di allenatore giovanile, mi piacerebbe
diventare anche allenatore di
calcio. Mi mancano un paio di
esami per esserlo e prima o poi
ci riuscirò.
MANUEL BANDERA
Intervista in esclusiva al
famoso attore spagnolo.
di Giulio Rosi
Come hai accolto l’invito ad
essere il Pregonero della Feria
di Malaga? Quando il Sindaco
mi telefonò per chiedermi se
volevo essere il Pregonero della
Feria rimasi per un attimo senza
parole ma poi con tutto il mio
sentimento e la mia gratitudine
gli risposi che accettavo. Chiamai mia moglie per comunicarglielo e con l’allegria che condividemmo le dissi di preparare un
“modelito”. Naturalmente sento
tanta responsabilità ma devo
confessare soprattutto tanto orgoglio. Preparare un “pregon”
per Malaga la mia città natale
è un compito impegnativo ma
gratificante. Riconoscere il mio
percorso di attore è indubbiamente un momento significativo
per me. Il Sindaco e la gente di
Malaga hanno sempre apprezzato il mio lavoro e oggi sono io
che rendo omaggio a loro con il
mio “pregon”. Devo confessare.
È più difficile recitare in teatro e in televisione, o svolgere
il ruolo di Pregonero? Francamente, penso che sia più difficile fare il pregonero. Però preferisco dirtelo dopo la mezzanotte
del giorno 14, quando ormai
avrò assolto questo compito. Sai
perché? Perché contrariamente
a quanto si possa pensare, nella
vita privata sono fondamentalmente timido, non sono di parola facile. Ovviamente recitando
è diverso. Il teatro e la televisione sono la mia professione, qui
invece non ho nessuna esperienza. Il pregon non è una recita,
ma una sincera espressione di
sentimenti personali.
Il lavoro in cui ti sei maggiormente identificato con il tuo
personaggio? Con “Las cosas
del querer”, in cui impersonavo
un artista malaghegno chiamato
Miguel de Molina, che aveva
avuto diverse disavventure di
carattere politico, tanto che poi
venne cacciato dalla Spagna.
Nel suoi panni mi sono sentito
a mio agio, forse perché era il
mio primo lavoro ed ero molto
giovane, con poca esperienza.
C’è qualcosa che avresti voluto fare e ancora non hai
Nato nel 1960 a Malaga dove
inizia la sua attività teatrale. è
sposato con Marisol ed hanno
un bambino di nome Miguel. A
Madrid studia educazione fisica e debutta in riviste teatrali. A
preso parte in 15 film, nel 1989
è protagonista de “Las cosas
del querer” di Jaime Chávarri,
debuttando così nel cinema con
numerose esibizioni canore del
repertorio popolare assieme ad
Ángela Molina. Ha lavorato
con Almodovar ed attualmente
è il protagonista della serie televisiva di successo “Amor en
tiempos revueltos”, per la TVE.
Alto: Il Sindaco, Francisco de la Torre,
con l’Assessore alla Cultura, Miguel
Briones (a sinistra), e l’attore Manuel
Bandera. Sotto: Giulio Rosi illustra il
Giornale Italiano a Manuel Bandera
IL PITTORE LORENZO SAVAL E LA SUA
DONNA, È IL CARTELLO DELLA FERIA
Il Sindaco, l’autore e l’Assessore alla Cultura Miguel Briones
Lorenzo Saval, autore del “Cartel” Feria Malaga 2009. Nipote
del poeta Emilio Prados, famoso pittore insignito da Re Juan
28/2009
Carlos e dalla Regina Sofia con
la Medaglia d’Oro al Merito
delle Belle Arti come direttore
della rivista Litoral.
Rappresentare la Feria con un
“Cartel”, che cosa si prova?
È una sensazione curiosa. Hai
paura e ti chiedi se lo farai bene,
un senso di allegria e timore
nello stesso tempo, pensi che è
un onore, ma è anche un compito difficile, devi accontentare
moltissima gente. È una sfida.
Ho scelto la figura della donna,
della “Farola”, a Malaga il faro
viene chiamato al femminile. È
un elemento architettonico simbolo della città. Un collage con
i colori azzurri del cielo e del
mare Mediterraneo. Una donna
“malagueña” e un cavallo con
le ruote, sono elementi che in
qualche modo ricordano la Feria e i caroselli festivi. I suoi
capelli al vento simboleggiano
la notte e la luna.
G.R.
PROGRAMA DE LA FERIA
14 AGOSTO ¤ PLAYA MALAGUETA ¤ 23’50 h.
PREGÓN DE LAS FIESTAS; 24’00 h. ESPECTÁCULO PIROMUSICAL “Europa”; 00’25 h. CONCIERTO MÁLAGA SOL
FESTIVAL Estopa ¤ Kate Ryan ¤ Despistaos ¤ 15 AGOSTO
¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 11’00 h. PASEO DEL PARQUE Concentración de enganches, caballos y peregrinos; 12’00
h. SALIDA DE LA COMITIVA PARA LA OFRENDA FLORAL
A LA PATRONA EN EL SANTUARIO DE NTRA. SRA. DE LA
VICTORIA ¤ ARCHIVO MUNICIPAL ¤ Exposición:
“CERTAMEN DE PINTURA Y FOTOGRAFÍA CONTEMPORÁNEA-CLÍNICA HIDALGO” ¤ MUSEO DEL PATRIMONIO MUNICIPAL ¤ Exposición: “RODIN Y LA MITOLOGÍA SIMBOLISTA” ¤ Exposición: “MADRE SÓLO UNA
CONCEPTUALIZACIONES SOBRE LA MATERNIDAD” ¤
CENTRO DE ARTE CONTEMPORÁNEO ¤ Exposiciones: JACK PIERSON ¤ TAL R. Teenager Beach - ELEGIDOS
PARA LA GLORIA Matías Sánchez ¤ DE LA PIEL A LA MÉDULA ¤ PLAZA DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00
h. CORRIDA DE TOROS Toros de la ganadería Los Recitales
- Manuel Jesús “EL CID”, MIGUEL ÁNGEL PERERA, DANIEL
LUQUE ¤ REAL DE LA FERIA ¤ 21’30 h. INAUGURACIÓN DEL RECINTO FERIAL INTERVENCIÓN DE LA BANDA MUNICIPAL DE MÚSICA DE MÁLAGA ¤ Inauguración
del alumbrado artístico; 22’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica”; TEATRO
LA PACA Espectáculo: “Cuentos Animados”; 22’00 h. CASETA
MUNICIPAL DE VERDIALES - FIESTA MALAGUEÑA DE
VERDIALES ¤ PANDA LOS CAFETERAS Estilo Almogía ¤
PANDA SANTA CATALINA Estilo Montes; 23’00 h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ GRAN GALA Achicoria NENA DACONTE; 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO Y LA
COPLA ¤ EMI BONILLA ¤ PEPE DE CAMPILLOS; 23’00 h.
CASETA MUNICIPAL DE LA JUVENTUD ¤ HABLANDO EN
PLATA ¤ EL PHOMEGA Y PICOS PARDOS ¤ FC ¤ SOUL RAP
360 ¤ 16 AGOSTO - CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00
h. PASEO DEL PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE FOLCLORE ¤ Actuación de:
PANDA DE VERDIALES “RAÍCES DE MÁLAGA” Málaga ¤
CONJUNTO POPULAR COREOGRÁFICO “RUSIA” Liubertci.
Región de Moscú; 13’00 h. CALLE MARQUÉS DE LARIOS
¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA INFANTIL DEL CERRO Estilo Almogía ¤ PANDA DE LOS MONTES Estilo Montes;
13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE VERDIALES PANDA DE BENAGALBÓN Estilo Montes; 13’30 h. PLAZA
DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA JUAN BREVA ¤ CHATO DE VÉLEZ; 14’00 h. PLAZA DE LAS FLORES/
CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ ORQUESTA CALIPSO ¤
REE SOUL BAND ¤ FUNDACIÓN PICASSO-MUSEO
CASA NATAL ¤ Plaza de la Merced, 15 ¤ Exposición: Picasso.
La verdad del desnudo (hasta 01/09)¤ Exposición: La leyenda de
los siglos (hasta 01/09); Plaza de la Merced, 13 ¤ Exposición: Julio González. Los límites del metal (hasta 04/10) ¤ ARCHIVO
MUNICIPAL ¤ Exposición: “CERTAMEN DE PINTURA Y
FOTOGRAFÍA CONTEMPORÁNEA-CLÍNICA HIDALGO” ¤
MUSEO DEL PATRIMONIO MUNICIPAL ¤ Exposición: “RODIN Y LA MITOLOGÍA SIMBOLISTA” (hasta 30/08)
¤ Exposición: “MADRE SÓLO UNA. CONCEPTUALIZACIONES SOBRE LA MATERNIDAD” (hasta 04/10) ¤ CENTRO
DE ARTE CONTEMPORÁNEO ¤ Exposiciones: JACK
PIERSON (hasta 27/09) ¤ TAL R. Teenager Beach (hasta 06/09) ¤
ELEGIDOS PARA LA GLORIA. Matías Sánchez (hasta 15/11) ¤
DE LA PIEL A LA MÉDULA ¤ PLAZA DE TOROS LA
MALAGUETA ¤ 19’00 h. CORRIDA DE TOROS ¤ Toros
de la ganadería de Benítez Cubero ¤ SERGIO GALÁN ¤ DIEGO
VENTURA ¤ LEONARDO HERNÁNDEZ ¤ REAL DE LA
FERIA ¤ 12’00 a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES Y CABALLOS ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤ 14’00
h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA JUVENIL DE ÁLORA Estilo Almogía ¤ 21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL. “La Feria Mágica” ¤ ACUARIO TEATRO
Espectáculo: “Rosaura y Gilda” ¤ 22’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA ARROYO CONCA Estilo Comares ¤ PANDA DE
ALMOGÍA Estilo Almogía ¤ 23’00 h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ GRAN GALA Hermanos Ballesteros ¤ PITINGO ¤ 23’00
h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO Y LA COPLA ¤
NIÑO DE LA ALMUDENA ¤ MORENITO DE CÓRDOBA ¤
Pag. 5
FERIA DE MALAGA
UNA STORIA LUNGA CINQUE SECOLI 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DE LA JUVENTUD ¤ EL TRIO
La Feria di Malaga ha più di 500
anni ed è collegata ai Re Cattolici,
Isabella e Fernando, i quali, il 19
agosto del 1487, riconquistarono
la città incorporandola alla Corona
di Castiglia. Nell’anno 1887, con la
commemorazione del IV Centenario di questo avvenimento, la Feria
riprese al suo splendore arrivando
ai nostri giorni come una grande
festa dell’estate. Una delle sue singolarità è la divisione in due zone
di divertimento: di notte nel recinto ferial, detto Real de la Feria,
ubicato nel Cortijo de Torres; di
giorno nel centro storico. Durante
i festeggiamenti le strade vengono
adornate con lampioncini e addobbi floreali, si montano le “casetas”,
si celebrano spettacoli per grandi
e piccini, si balla, si improvvisano
esibizioni di strada, sfilano eleganti carrozze trainate da stupendi
cavalli e rivaleggiano in bravura
le bande dei “verdiales”. Per chi
ama la corrida c’è un appuntamento quotidiano nell’antica Plaza de
la Malagueta. Di notte, poi,e fino
all'alba, il Real de la Feria diventa
un immenso parco dei divertimenti
per i visitatori provenienti da ogni
parte del mondo.
DEL SACO Y RAIMUNDO AMADOR
CIONAL MINORITY
¤ SONIDO INTERNA-
17 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h.
PASEO DEL PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE FOLCLORE ¤ Actuación de:
PANDA DE VERDIALES “JOTRÓN Y LOMILLAS” Málaga ¤ LÜLEBURGAZ ANADOLU LISESI Turquía ¤ GRUPO
FOLCLÓRICO “VIRGEN DE LA VEGA” Murcia ¤ 13’00 h.
CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤
PANDA AIRES DEL TORCAL Estilo Almogía ¤ PANDA 1ª DE
LOS MONTES Estilo Montes ¤ 13’30 h. PLAZA DEL OBISPO
¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA DE LA TORRE Estilo
Montes ¤ 13’30 h. PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA JUAN BREVA ¤ GLORIA DE MÁLAGA ¤ 14’00 h. PLAZA DE LAS FLORES/CALLE MARQUÉS
DE LARIOS ¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE SOUL BAND
¤ SALA MORENO VILLA ¤ Exposición: “PROCESOS
CRUZADOS”. Escuela de Arte San Telmo de Málaga. Fotografía
artística (hasta 20/09) ¤ PASEO DEL PARQUE ¤ 12’00 a
15’30 h. LA FERIA MÁGICA EN EL PARQUE JUEGOS. TALLERES. CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA.
KARAOKE DANCING. EL TREN CHU-CHU. ¤ PLAZA
DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00 h. CORRIDA
DE TOROS ¤ Toros de Pedro y Verónica Gutiérrez y Carmen
Lorenzo ¤ SEBASTIÁN CASTELLA ¤ JOSE MARÍA MANZANARES ¤ CAYETANO ¤ 22’30 h. XXVIII CONCURSO
DE ENGANCHES “CIUDAD DE MÁLAGA” ¤ REAL DE
LA FERIA ¤ 12’00 a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES
Y CABALLOS ¤ ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤
14’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA
MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA AMIGOS DE LOS
MONTES Estilo Montes ¤ 21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica” ¤ TROMPECOCOS Espectáculo: “La casita de los sueños” ¤ 22’00 h.
CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA LOS ROMANES Estilo
Comares ¤ PANDA 1ª DEL PUERTO Estilo Montes ¤ 23’00
h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ GRAN GALA Diez Negritos
MALÚ ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO
Y LA COPLA ¤ GLORIA DE MÁLAGA ¤ CUADRO FLAMENCO “LA LUPI” ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DE
LA JUVENTUD ¤ STRAVAGANZZA ¤ VANITY VANDALS
¤ MARVIN GREEN ¤ DEVILS DANDRUFF ¤ MARTES
18 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h.
LE CURIOSITÀ
Casetas: casette dove si beve il “fino”,
degustando “tortilla” ballando la “sevillana” al ritmo dei “palmeros” (battitori
di mani) e cantando. Appartengono di
solito alle “peñas”, confraternite e associazioni tipiche andaluse
Alumbrado: illuminazione notturna del
portale feriale con un milione di lampadine. Con la loro accensione si inaugura
la “feria” di notte.
Pregonero: personaggio famoso che pronuncia un proprio discorso inaugurale dal
balcone comunale assieme al Sindaco e
alla Giunta, aprendo i festeggiamenti.
Malagueñas: canti melodiosi e solenni
provenienti da antichi fandangos del secolo XIX, che accompagnano i balli.
Bisnagueros: personaggi tipici che vendono la “bisnaga” malaghegna, un bouquet di
fiori di gelsomino.
Cartojal: vino dolce tipico di Malaga, si
beve molto freddo mangiando pescaito frito, boquerones fritos, espetos de sardina e
ensalada malagueña (composta di patate,
baccalà, cipolla, arance, olive ed olio)
Pag. 6
PASEO DEL PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE FOLCLORE ¤ Actuación de:
PANDA DE VERDIALES “ESCUELA DEL CERRO-VILLA
DEL TORCAL” Málaga ¤ LÜLEBURGAZ ANADOLU LISESI Turquía ¤ CONJUNTO POPULAR COREOGRÁFICO “RUSIA” Liubertci. Región de Moscú ¤ 13’00 h. CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA EL
BORGE Estilo Comares ¤ PANDA SAN LORENZO MÁRTIR
Estilo Almogía ¤ 13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE
VERDIALES ¤ PANDA DE TEATINOS Estilo Montes ¤ 13’30
h. PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA
JUAN BREVA ¤ CUADRO FLAMENCO JÁBEGA ¤ 14’00
h. PLAZA DE LAS FLORES/CALLE MARQUÉS DE LARIOS
¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE SOUL BAND ¤ PASEO
DEL PARQUE ¤ 12’00 a 15’30 h. LA FERIA MÁGICA
EN EL PARQUE ¤ JUEGOS. TALLERES. CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA. KARAOKE DANCING.
EL TREN CHU-CHU. ¤ PLAZA DE TOROS LA MALAGUETA
¤ 19’00 h. CORRIDA DE TOROS ¤ Toros de la ganadería La
Campana ¤ JULIO APARICIO ¤ JAVIER CONDE ¤ MORANTE DE LA PUEBLA ¤ REAL DE LA FERIA ¤ 12’00
a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES Y CABALLOS ¤ ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤ 14’00 h. CASETA
MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE
VERDIALES ¤ PANDA DE PERIANA Estilo Comares ¤ 21’00
h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL
“La Feria Mágica” ¤ PRODUCCIONES INFANTILES MIGUEL
PINO ¤ Espectáculo: “Las aventuras de Peneque el valiente” ¤
22’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA
MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA 1ª DE COMARES
Estilo Comares ¤ PANDA RAÍCES DE ALMOGÍA Estilo Almogía ¤ 23’00 h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ GRAN GALA Justo Gómez MELENDI ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL
FLAMENCO Y LA COPLA ¤ MARÍA DOLORES ¤ NIÑO DE
LA ALEGRÍA ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DE LA JU-
28/2009
FERIA DE MALAGA
La Panda de Verdiales è una
manifestazione socio-musicale
di lontanissima origine contadina, esclusiva di determinati
punti geografici della provincia
di Málaga, come il distretto della
Axarquía, la valle del Guadalhorce e il Montes de Málaga,
eseguita con l'accompagnamento di una rondalla (frottola), un
violino, da due a quattro chitarre, un pandero (tamburello),
due o più platillos (crotali), castañuelas (palillos) e, in alcuni
dei suoi stili, un liuto o bandurria
(mandola). Prendono il nome da
una varietà di oliva denominata
VENTUD ¤ LOS GALVÁN ¤ JAULA DE GRILLOS
SPENCER BAND ¤ EL BESO DE WENDY
19 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h.
PASEO DEL PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE FOLCLORE ¤ Actuación
de: PANDA DE VERDIALES “SANTÓN PITAR” ¤ ASOCIA-
Mosaico romano che testimonia l’antichità dei Verdiales
Panda de Verdiales per le strade di Malaga
cia a valorizzare la "fiesta" - che
alcuni consideravano come "de
catetos" ( da zoticoni) - in seguito all’insediamento dei contadini
emigrati dai monti circostanti
verso le periferie cittadine. Diventano così, la nuova tradizione
di Malaga. Questa manifestazione è accompagnata da una forma
di asta - detta Rifas - nella quale
i componenti della panda (fiesteros) e gli spettaori, propongono
sfide relazionate con l'esecuzione dei Verdiales. Se lo sfidato
non realizza il compito perde la
scommessa e paga.
UN VENTAGLIO, IL NUOVO DOLCE DELLA FERIA
Per la prima volta nella storia, la Feria di Malaga ha anche il
suo dolce tipico, studiato, provato e sfornato appositamente
per accompagnare questo evento. Ha la forma di un ventaglio e già si trova in vendita in tutte le pasticcerie della città.
Durante la Feria di Malaga si può degustare gratuitamente
dalle 17 alle 19 nella Piazza della Costituzione. Se ne produrranno almeno 4.000 unità. Lo ha annunciato il Direttore
del Centro di Ricerca e Sviluppo della Pasteleria Andaluza,
Francisco Sánchez. Si tratta di un dolce fatto con prodotti
naturali e pastorizzato dopo la cottura, in modo da conservarsi bene durante
l’estate. L’idea di
un ventaglio è nata
pensando ad un oggetto caratteristico
della Feria, facilmente associabile
alla terra andalusa
e al caldo d’agosto.
Dopo varie prove,
i pasticceri sono
riusciti ad ottenere
una massa che non
si secca nella bocca
e che si può assaporare anche senza bevanda, perché lascia
un sapore di arancio
e di limone.
28/2009
¤ BUD
verdial per il fatto di si conserva
verde anche una volta maturata. I
verdiales sono una specie di monumento arcaico-musicale che
risale addirittura all’epoca Romana, all’antica Grecia e prima
ancora all’Egitto. In un mosaico dedicato a Bacco scoperto a
Cordova, si vede una donna che
suona una specie di pandero. Ma
la prova più attendibile riguardo
alle antichità è un mosaico trovato fra le rovine di Pompei. La
fase moderna di questa tradizione inizia con le prime registrazioni audiovisive (1950-1960)
con cui Malaga capitale comin-
CIÓN-ESCUELA DE FOLCLORE “Mª DEL MAR SILLERO”
Málaga ¤ GRUPO FOLCLÓRICO “VIRGEN DE LA VEGA”
Murcia ¤ 13’00 h. CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA JUVENIL DE ÁLORA Estilo Almogía ¤ PANDA ISABEL PORTILLO Estilo Montes ¤
13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE VERDIALES
¤ PANDA DE LOS MONTES Estilo Montes ¤ 13’30 h. PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA JUAN
BREVA ¤ ANTONIO DE CANILLAS ¤ 14’00 h. PLAZA
DE LAS FLORES/CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE SOUL BAND ¤ PASEO DEL
PARQUE ¤ 12’00 a 15’30 h. LA FERIA MáGICA EN EL
PARQUE JUEGOS. TALLERES. CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA. KARAOKE DANCING. EL TREN
CHU-CHU ¤ PLAZA DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00 h. Toros de María José Barral ¤ MANUEL DÍAZ
CORDOBÉS ¤ RIVERA ORDÓÑEZ ¤ DAVID FANDILA “EL
FANDI” ¤ REAL DE LA FERIA ¤ 12’00 a 18’30 h.
PASEO DE ENGANCHES Y CABALLOS ¤ ITINERARIO
OFICIAL POR EL RECINTO ¤ 14’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA INFANTIL DEL PUERTO Estilo Montes ¤
21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica” ¤ LA PULGA TEATRO Espectáculo: “El dragón y el gato” ¤ 22’00 h. CASETA MUNICIPAL
DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES
¤ PANDA COTO TRES HERMANAS Estilo Almogía ¤ PANDA JOTRÓN Y LOMILLAS Estilo Montes ¤ 23’00 h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ GRAN GALA Manolo Sarriá AMAYA
MONTERO ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO Y LA COPLA ¤ CELIA ¤ GITANILLO DE VÉLEZ ¤
23’00 h. CASETA MUNICIPAL DE LA JUVENTUD ¤ TABLETOM ¤ LITOS BLUES BAND ¤ HERMANAS SISTER ¤
CARMEN VIRUS ¤ COSA MALA
20 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h.
PASEO DEL PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE FOLCLORE ¤ Actuación de:
PANDA DE VERDIALES ARROYO CONCA ¤ GRUPO JA-
CARANDA-ESCUELA DE FOLCLORE “MARISOL EGEA”
Málaga ¤ AGRUPACIÓN DE COROS Y DANZAS DE MORA
Toledo ¤ 13’00 h. CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA AIRES DEL TORCAL Estilo Almogía ¤ PANDA DE BENAGALBÓN Estilo Montes ¤
13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤
PANDA SAN ISIDRO DE PERIANA Estilo Comares ¤ 13’30
h. PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA
JUAN BREVA ¤ PAQUI CORPAS ¤ 14’00 h. PLAZA DE LAS
FLORES/CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE SOUL BAND ¤ PASEO DEL PARQUE
¤ 12’00 a 15’30 h. LA FERIA MáGICA EN EL PARQUE
JUEGOS. TALLERES. CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA. KARAOKE DANCING. EL TREN CHU-CHU
¤ PLAZA DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00
h. Toros de la ganadería El Pilar ¤ JOSÉ PEDRO P. “EL FUNDI” ¤ JOSÉ TOMÁS ¤ LUIS BOLÍVAR ¤ REAL DE LA
FERIA ¤ 12’00 a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES Y
CABALLOS ¤ ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤
14’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA
MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA LA TORRE Estilo
Montes ¤ 21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica” ¤ ALAMAR TEATRO
Espectáculo: “Los exploradores” ¤ 22’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA DE ALMOGÍA Estilo Almogía ¤ PANDA
1ª DE COMARES Estilo Comares ¤ 23’00 h. AUDITORIO
MUNICIPAL ¤ ELECCIÓN REINA Y MISTER DE LA FERIA
¤ organizado por la Federación Malagueña de Peñas, Centros
Culturales y Casas Regionales ¤ Actuaciones: PATRICIA LAN ¤
ISABEL FAYOS ¤ Solista y Coro ganadores Certamen de Malagueñas ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO
Y LA COPLA ¤ MARA DÍAZ ¤ ROSA PALOMO ¤ CUADRO
FLAMENCO “NIÑO DE BONELA” ¤ 23’00 h. CASETA
MUNICIPAL DE LA JUVENTUD ¤ LORI MEYERS ¤ ALIS ¤
ORTOFALICO CHISME ¤ CHICO MALO ¤ D-7
Pag. 7
FERIA DE MALAGA
La Malagueta è la plaza de toros di Malaga. Al suo interno si trova
il Museo Taurino Antonio Ordoñez. Nel 2006 è stata nominata Plaza
de 1ª Categoría. Durante la Feria di Malaga, in agosto vi si svolgono
una serie di corride con i migliori toreri di Spagna. Fu costruita nel
1874 da Joaquín Rucoba e venne inaugurata l’11 giugno del 1876
con tre tori dell’allevamento di Murube: Desperdicios, Gordito e
Lagartijo, rispettivamente combattuti dai toreri Manuel Rodríguez,
Antonio Carmona e Rafael Molina. Nel 1976, in occasione del suo
centenario, è stata dichiarata bene architettonico cittadino, con il titolo
di “Conjunto Histórico-Artístico”. Attualmente le attività vengono
gestite da una società formata da Fernando Puche, i toreri Javier
Conde e Francisco Rivera Ordoñez, assieme all’impresario francese,
Simón Casas. La “Malagueta”, di stile neomudéjar, ha la forma di un
poligono a 16 lati e contiene 14.000 spettatori. L’arena ha un diámetro
di 52 metri, con 4 corrales, 10 chiqueros, caballerizas, corraletas per
la prova dei cavalli, una sala per la famosa cerimonia di vestizione
dei toreri e l’infermeria. Molto importante la cappella dedicata alla
Madonna, davanti alla quale il torero prega prima di entrare nell’arena.
L’“ENGANCHES”, È IL PIÙ GRANDE SPETTACOLO DEI CAVALLI
L’introduzione del cavallo nella
Feria di Malaga risale al 1910.
L’elemento equestre, che vede
protagonisti lo splendido cavallo
andaluso e le classiche carrozze,
è uno degli aspetti più suggestivi
della Feria di Malaga. Lo spettacolare evento si ripete praticamente immutato fin dalle sue
origini. Dopo aver percorso una
“romeria” per offrire fiori alla
Virgen de la Victoria, patrona, i
cavalieri sfilano per la città e si
fermano per bere, ballare e cantare assieme al resto del pubblico.
Attualmente il passaggio dei cavalieri e degli “enganches” - ossia delle pittoresche carrozze trainate da cavalli - a partire dalla prima domenica della Feria si ripete
tutti i giorni sul medesimo itinerario, dapprima in città e poi nel recinto Real, ed è uno degli elementi
più seguiti della manifestazione, che si conclude nella Plaza de Toros della Malagueta con il prestigioso
Concurso de Enganches “Ciudad de Málaga”. Il concorso di “enganches”, ossia di attacchi, si svolge
in tre giorni e durante ognuno di essi si svolge una prova. Vince la competizione l’equipaggio che ha
totalizzato il minor numero di penalità. Nel caso della Feria non necessitano vere e proprie doti sportive
da parte di cavalli e mostrano equipaggi tali e quali a quelli usati nei secoli precedenti. L’eleganza si esibisce in luoghi di prestigio e con carrozze d’epoca originali o repliche esatte. L’intero equipaggio viene
ispezionato attentamente dai giudici che valutano tenuta del guidatore e dei groom, finimenti e carrozza
e la pulizia del tutto. Talvolta si effettuano anche prove in movimento. Si chiama perciò prova di tradizione ed è composta di tre fasi: la prima è di eleganza; la seconda è un percorso dai 4 ai 15 km che mette
alla prova la regolarità delle andature. Si possono incontrare alcuni ostacoli di natura poco difficile da
superare; la terza è un percorso ad ostacoli mobili simile alla terza prova degli attacchi sportivi ma con
delle porte più larghe. Esistono numerosi modi di attaccare i cavalli. Negli attacchi con più di un cavallo
si distinguono sempre i cavalli di timone, normalmente più vicini alla carrozza e che tirano la maggior
parte del carico, e quelli di volata che sono generalmente davanti a quelli di timone e servono proprio ad
“invogliarli” ad andare avanti e a definire maggiormente la traiettoria dell’equipaggio. Le disposizioni
più comuni sono:il singolo: un unico cavallo; la pariglia: due cavalli uno accanto all’altro; il tandem:
due cavalli uno di seguito all’altro di cui quello davanti è detto di volata e quello dietro di timone; il tiro
a quattro: quattro cavalli in totale di cui una pariglia davanti di volata e una dietro di timone.
VIERNES 21 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h. PASEO DEL PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE
FOLCLORE ¤ Actuación de: PANDA DE VERDIALES “COTO TRES HERMANAS” Málaga ¤ BALLET FOLCLÓRICO “RITMOS Y RAÍCES PANAMEÑAS” Panamá
¤ AGRUPACIÓN DE COROS Y DANZAS DE MORA Toledo ¤ 13’00 h. CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA INFANTIL DEL
PUERTO Estilo Montes ¤ PANDA AZAHAR DE ALGAIDAS Estilo Almogía ¤ 13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA VILLANUEVA
DE LA CONCEPCIÓN Estilo Almogía ¤ 13’30 h. PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA JUAN BREVA ¤ LAURA ROMÁN ¤ 14’00 h. PLAZA
DE LAS FLORES/CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE SOUL BAND ¤ PASEO DEL PARQUE ¤ 12’00 a 15’30 h. LA FERIA
MáGICA EN EL PARQUE ¤ JUEGOS. TALLERES. CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA. KARAOKE DANCING. EL TREN CHU-CHU ¤ PLAZA
DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00 h. MIXTA Toros de San Pelayo y Samuel Flores ¤ PABLO HERMOSO DE MENDOZA ¤ ENRIQUE PONCE ¤ MATÍAS TEJELA ¤ 22’30 h. Toros de la ganadería Jaralta ¤ MARI PAZ VEGA ¤ ANTONIO BARRERA ¤ JOSELITO ORTEGA ¤ REAL DE LA FERIA ¤ 12’00
a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES Y CABALLOS ¤ ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤ 14’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤FIESTA
MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA EL BORGE Estilo Comares ¤ 21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica”
¤ COMPAÑÍA BARRÉ Espectáculo: “Tras la escoba” ¤ 22’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA
SANTA CATALINA Estilo Montes ¤ PANDA SAN LORENZO MÁRTIR Estilo Almogía ¤ 23’00 h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ FESTIVAL FLAMENCO “CIUDAD
DE MÁLAGA” ¤ JOSÉ MERCÉ ¤ LA REPOMPA ¤ VIRGINIA GÁMEZ ¤ SONIA FERNÁNDEZ ¤ RAFAEL SÁNCHEZ ¤ ANTONIO DE VERÓNICA ¤ 23’00 h.
CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO Y LA COPLA ¤ RAÚL PALOMO ¤ CUADRO FLAMENCO “SERGIO ARANDA” ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DE
LA JUVENTUD ¤ LOS ATLÁNTICOS ¤ JAMMIN DOSE ¤ STILLDAWN ¤ PANGEA ¤ 22 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h. PASEO DEL
PARQUE-RECINTO EDUARDO OCÓN ¤ FESTIVAL INTERNACIONAL DE FOLCLORE ¤ Actuación de: PANDA DE VERDIALES “RAÍCES DE ALMOGÍA” ¤
GRUPO FOLCLÓRICO “COROS Y DANZAS DE TORRE DEL MAR” Málaga ¤ BALLET FOLCLÓRICO “RITMOS Y RAÍCES PANAMEÑAS” Panamá ¤ 13’00 h.
CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA LOS ROMANES Estilo Comares ¤ PANDA NTRA. SRA. DE LOS DOLORES Estilo Montes
¤ 13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA 1ª DE LOS MONTES Estilo Montes ¤ 13’30 h. PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO
EN FERIA-PEÑA JUAN BREVA ¤ PERLA DE MÁLAGA ¤ 14’00 h. PLAZA DE LAS FLORES/CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE
SOUL BAND ¤ PASEO DEL PARQUE ¤ 12’00 a 15’30 h. LA FERIA MáGICA EN EL PARQUE JUEGOS. TALLERES. CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA. KARAOKE DANCING. EL TREN CHU-CHU ¤ PLAZA DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00 h. Toros de Juan Pedro Domecq ¤ ENRIQUE
PONCE ¤ JOSÉ MARÍA MANZANARES ¤ SALVADOR VEGA ¤ 22’30 h. Toros de Vellosino ¤ SEBASTIÁN CASTELLA ¤ MIGUEL ÁNGEL PERERA ¤ REAL
DE LA FERIA ¤ 12’00 a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES Y CABALLOS ¤ ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤ 14’00 h. CASETA MUNICIPAL
DE VERDIALES ¤ FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA NTRA. SRA. DE FLORES Estilo Almogía ¤ 21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤
FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica” ¤ TEATRO ESTABLE ¤ Espectáculo: “La gallinita ciega” ¤ 22’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤ FIESTA
MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤ PANDA 1ª DEL PUERTO DE LA TORRE Estilo Montes ¤ PANDA LOS CAFETERAS Estilo Almogía ¤ 23’00 h. AUDITORIO
MUNICIPAL ¤ GRAN GALA El Morta CONCHITA ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO Y LA COPLA ¤ ROCÍO ALBA ¤ ANTONIO DE CANILLAS
¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DE LA JUVENTUD ¤ A CONTRATIEMPO ¤ DELIRUM 360 ¤ T-TRAPO ¤ FLAMMING DOLL’S ¤ 23 AGOSTO ¤ CENTRO HISTÓRICO ¤ 13’00 h. CALLE MARQUÉS DE LARIOS ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA TEATINOS Estilo Montes ¤ PANDA VILLANUEVA DE
LA CONCEPCIÓN Estilo Almogía ¤ 13’30 h. PLAZA DEL OBISPO ¤ FIESTA DE VERDIALES ¤ PANDA AMIGOS DE LOS MONTES Estilo Montes ¤ 13’30 h.
PLAZA DE LA MERCED ¤ FLAMENCO EN FERIA-PEÑA JUAN BREVA ¤ BONELA HIJO ¤ 14’00 h. PLAZA DE LAS FLORES/CALLE MARQUÉS DE LARIOS
¤ ORQUESTA CALIPSO ¤ FREE SOUL BAND ¤ PASEO DEL PARQUE ¤ 12’00 a 15’30 h. LA FERIA MÁGICA EN EL PARQUE JUEGOS. TALLERES.
CUENTACUENTOS. TEATRO. TÍTERES. MAGIA. KARAOKE DANCING. EL TREN CHU-CHU ¤ PLAZA DE TOROS LA MALAGUETA ¤ 19’00 h.
Toros de Román Sorando ¤ LUIS FRANCISCO ESPLÁ ¤ JAVIER CONDE ¤ CAYETANO ¤ REAL DE LA FERIA ¤ 12’00 a 18’30 h. PASEO DE ENGANCHES Y CABALLOS ¤ ITINERARIO OFICIAL POR EL RECINTO ¤ 14’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES FIESTA MALAGUEÑA DE VERDIALES ¤
PANDA AZAHAR DE ALGAIDAS Estilo Almogía ¤ 21’00 h. CASETA MUNICIPAL INFANTIL ¤ FESTIVAL INFANTIL “La Feria Mágica” ¤ TEATRO DE MARIONETAS DIAMANTE Y RUBÍ ¤ Espectáculo: “Las mil y una noches, el mini musical” ¤ 22’00 h. CASETA MUNICIPAL DE VERDIALES ¤FIESTA MALAGUEÑA
DE VERDIALES ¤ PANDA SANTÓN PITAR Estilo Montes ¤ PANDA RAÍCES DE MÁLAGA Estilo Comares ¤ 23’00 h. AUDITORIO MUNICIPAL ¤ GRAN GALA
¤ EL SUEÑO DE MORFEO ¤ 23’00 h. CASETA MUNICIPAL DEL FLAMENCO Y LA COPLA ¤ MACARENA ¤ CHATO DE VÉLEZ
Pag. 8
28/2009
MADRID
di Alessandra Selvelli
LA FONDAZIONE MARILENA FERRARI – FMR
HA DONATO UN ESEMPLARE DELL’OPERA
D’ARTE IN FORMA DI LIBRO MUNDUS NOVUS
ALL’AMBASCIATA D’ITALIA IN SPAGNA
Sin. Ambasciatore Terracciano e consorte; Davide Bolognesi, Direttore Generale
di Marilena Ferrari-FMR in Spagna; Pietro Tomassini, Dir. Comm. FMR; Roberta
Cardinali, Dir. Comunicaz. FMR e Pablo Dizenhaus, Dir. Comm. FMR in Spagna.
Madrid - La Fondazione Marilena Ferrari – FMR ha donato un
esemplare del volume Mundus
Novus all’Ambasciatore d’Italia,
Pasquale Terracciano. Si tratta di
un’autentica opera d’arte edita in
italiano ed in spagnolo, che rende
omaggio alla storia della scoperta
del Nuovo Mondo. Alla cerimonia, celebratasi nell’Ambasciata
d’Italia, sono intervenuti Davide
Bolognesi e Pablo Dizenhaus, rispettivamente Direttore Generale
e Direttore Commerciale di Marilena Ferrari-FMR in Spagna, così
come Pietro Tomassini, Direttore
Commerciale del Gruppo Marilena Ferrari-FMR e la Direttrice
della Comunicazione del Gruppo
Marilena Ferrari-FMR, Roberta Cardinali. Per l’Ambasciatore
d’Italia, Pasquale Terracciano,
“si tratta di un nuovo gioiello del
Gruppo Marilena Ferrari-FMR,
una magistrale opera d’arte italiana per ricordare uno dei passaggi
più importanti della storia della
Spagna e dell’umanità quale è stata la scoperta dell’America. Con
questo sofisticato ed elegante libro
che ricevo con grande emozione
– ha continuato l’Ambasciatore
– celebriamo lo spirito della modernità di quell’epoca e l’inizio di
una intensa collaborazione tra la
Spagna e ciò che oggi conosciamo
come l’Italia, che si è consolidata
nel corso dei secoli fino a trasformarsi nella infrangibile amicizia
che unisce oggi i nostri due Paesi”. Da parte sua, Davide Bolognesi, Direttore Generale di Marilena
Ferrari-FMR in Spagna, ha sottolineato che “per la Fondazione è
un autentico privilegio poter donare all’Ambasciata d’Italia questa
magnifica opera che simboleggia
gli stretti legami che, da sempre,
sono esistiti tra i due paesi, in un
volume che è una simbiosi perfetta
tra la cultura spagnola e l’artigianato ed il genio italiani”. Il volume è ampiamente illustrato con
varie tavole originali confezionate
dall’artista contemporaneo italiano Salvo. La prefazione è a cura
Pag. 10
dello scrittore messicano Antonio
Sarabia. Nel testo, una selezione di
passaggi estratti dal Primo Libro di
La Storia dell’India di Bartolomè
de Las Casas, di El Novo Mondo
(1504) e della Lettera di Amerigo
Vespucci delle isole nuovamente trovate in quattro suoi viaggi.
La donazione di Mundus Novus
all’Ambasciata d’Italia si colloca
all’interno del progetto culturale
“Italia e Spagna: I Nuovi Mondi”, promossa dalla Fondazione
Marilena Ferrari-FMR e orientata
a fomentare e riscoprire gli stretti
vincoli storici e culturali tra l’Italia
del Rinascimento e la Spagna che,
terminata la Riconquista, si predispone a vivere lo splendore del
“Siglo de Oro”. Negli anni a cavallo tra il Quattrocento ed il Cinquecento, Italia e Spagna incarnano in modo diverso l’avanguardia
del mondo moderno che sta nascendo: in Italia il Rinascimento
sta maturando sino a raggiungere
la fase culminate negli ambiti della filosofia e dell’arte, arrivando a
rivoluzionare la stessa coscienza
dell’uomo. Nella Spagna unificata di Fernando II di Aragona (Re
anche di Napoli e di Sicilia) e di
Isabella di Castiglia, le imprese di
Cristoforo Colombo e di Amerigo
Vespucci aggiungono alle scoperte
di nuovi mondi intellettuali anche
quelle dei mondi fisici e territoriali
delle Americhe. Lo scorso 11 giugno, la Fondazione ha donato un
esemplare, al di fuori dei circuiti
commerciali, di Mundus Novus
all’Ambasciatore di Spagna in Italia, Luis Calvo Merino.
Mundus Novus
Il bookbeautiful Mundus Novus
appartiene alla collezione “Litteraria”. L’edizione è accompagnata
da 77 immagini stampate a colori
ed elaborate con fotoliti di Modesto Rigoldi a Milano, rappresentanti preziosi codici che contengono mappe, antichi documenti
autografi di Cristoforo Colombo
ed Amerigo Vespucci, sette dei
quali sono arricchiti da interven-
ti cromatici del maestro Salvo.
Completano l’opera sei tavole
originali realizzate dal maestro
Salvo con tecnica serigrafica in
Seri Arte, stamperia di arte di Davide Carminati a Gorle su foglio di
puro cotone di 250 grammi creata in forma rotonda dalle Cartiere
Magnani di Pescia. La stampa dei
testi, composti da caratteri bodoniani in scrittura tonda e corsiva e
corpo 24, 14 e 12 è stata realizzata
a Loreto nella tipografia di Lamberto Pigini su carta di cotone puro
di 170 grammi, creata a proposito
per questa edizione ed abbellita
con la filigrana della collezione
“Litteraria”, realizzata a mano su
tela e fabbricata in forma rotonda
attraverso una formula esclusiva
disegnata dalle cartiere Magnani
di Pescia. Il volume è rilegato in
pelle naturale Veau Anilina tinta in
barile in colore arancio con cinque
nervature ed iscrizioni realizzate
in oro sul dorso. La rilegatura è
stata realizzata a mano dall’Antica
Legatoria Steri di Riccardo Steri a
Corciano. In copertina è stato posto un esemplare dell’opera Croce
del Sud di Salvo. Si tratta di una
scultura originale in bassorilievo
patinata di oro 24 carati con inserzioni manuali di argento, realizzata attraverso il procedimento
di fusione alla terra nella bottega
artistica Fardel di Giuseppe Belotti ad Erbusco in tiratura limitata.
Ogni bassorilievo è numerato e
firmato dall’autore. L’opera conta
364 pagine, chiusa misura 34,5 x
44,5 x 12,5 cm., è numerata e firmata dall’artista e dall’editore in
corrispondenza del colofone descrittivo e racchiusa in un astuccio
di metacrilato realizzato su progetto esclusivo da TreCi di Mauricio
Cesaron di Ancaramo.
NOTIZIE da
Madrid e Reggio Calabria rafforzano i loro vincoli
Per il progetto “Passaporto per l’Europa”, che prevede un intercambio
turistico tra le città di Madrid e Reggio Calabria, è stato firmato un accordo tra il Comune reggino ed il Patronato del Turismo della capitale
spagnola, per lo scambio di esperienze e lo studio di nuovi prodotti
turistici. Presente l’assessore al Turismo del Comune Madrid, Miguel
Angel Villanueva Gonzàlez, accompagnato dall’Ambasciatore d’Italia,
Terracciano, e dai membri del Comité de Presidencia della Camera di
Commercio e Industria Italiana per la Spagna. La CCIS è la promotrice dell’iniziativa, considerando anche la presenza nell’organizzazione
del progetto di interscambio turistico, avviata con l’inaugurazione del
primo dei voli diretti settimanali della Air Malta, che collegheranno
Reggio Calabria e Madrid per il periodo estivo. Si sono incontrati i rappresentanti delle associazioni, del Comune e della Camera di Commercio della città calabrese, e la delegazione proveniente da Madrid. Dopo
la firma del convegno, si è svolta la riunione del Comité de Presidencia
della CCIS, con il presidente della CCIS, Marco Pizzi, del sindaco di
Reggio Calabria, Giuseppe Scopelliti, del presidente della Camera di
Commercio locale, Lucio Dattola, l’Ambasciatore Pasquale Terracciano ed i rappresentanti del Comune di Madrid. La delegazione spagnola
ha inaugurato il volo diretto al rientro.
La CCIS invitata all’evento “Crotone incontra i mercati esteri”
Nell’ambito dell’iniziativa ''Crotone incontra i mercati esteri'', realizzata dalla Camera di Commercio di Crotone, il Segretario generale
della CCIS, Giovanni Aricò, insieme ai Segretari Generali delle Camere di Commercio italiane all'estero (CCIE) di Casablanca (Marocco), Istanbul (Turchia), Tel Aviv (Israele), Salonicco (Grecia), La Valletta (Malta) e Atene (Grecia), ha preso parte ad una serie di incontri
con i rappresentanti istituzionali e imprenditoriali del territorio, con
lo scopo di promuovere a livello turistico-commerciale la provincia
calabrese verso i paesi mediterranei. La CCIS, invitata a partecipare
all'iniziativa, si è affermata quale partner essenziale sia per l'importanza rappresentata dalla Spagna quale partner commerciale di rilievo, sia per la professionalità e l’esperienza che ha maturato soprattutto
negli ultimi anni nella realizzazione di progetti di collaborazione nei
settori turistico e commerciale con alcuni enti territoriali calabresi.
I segretari generali delle Camere di Commercio Italiane all'estero presenti all'incontro. Il
secondo da destra è il Segretario generale della CCIS, Giovanni Aricò
A Caserta incontro di 74 Camere di Commercio Italiane all’Estero
L’Assocamerestero ha organizzato in collaborazione con la Camera
di Commercio di Caserta un incontro dei Segretari Generali delle 74
CCIE, tra cui la CCIS. Le Camere di commercio sono presenti su ben
48 mercati esteri rappresentando e promuovendo le aziende italiane
sul territorio ospitante. Si è svolto poi il Convegno “Ripartire dal territorio per rilanciare il Made in Italy all’estero”. Hanno partecipato
importanti rappresentanti di Istituzioni nazionali e locali, del Sistema
Camerale italiano, italiano all’estero e del mondo imprenditoriale, si
sono confrontati sulle iniziative che si stanno attivando sia a livello
nazionale che regionale per promuovere e valorizzare l’economia del
territorio, soprattutto nelle aree con minor grado di internazionalizzazione delle imprese, attraverso il ricorso ad un sistema condiviso
di governance che implichi lo sviluppo di iniziative coordinate tra
i diversi soggetti implicati nel processo di promozione territoriale istituzioni, imprese, governo locale e nazionale - anche alla luce delle
opportunità offerte dai mercati internazionali in cui operano le CCIE.
Tra le iniziative collaterali, la realizzazione di incontri B2B (Business
to Business) tra le aziende del territorio casertano ed i delegati delle
CCIE presenti, al fine di valutare concretamente ed operativamente le
reali opportunità all’estero per le produzioni locali.
28/2009
MdiA
DRID
Alessandra Selvelli
Notizie dal GRUPPO FIAT
ALCALÁ DE HENARES - Sponsorizzato dalla Lancia e finanziato con fondi raccolti dai Premi Nobel
per la Pace, a San Demetrio, in provincia dell’Aquila, è stato inaugurato il “Salone Nobel per la Pace”, una
struttura permanente multiuso, dove si proiettano filmati, si tengono riunioni e si svolgono molte altre attività culturali e promozionali. All’evento hanno assistito varie personalità, come George Clooney e la Premio Nobel per la Pace, Betty Williams, assieme a politici e rappresentanti delle zone colpite dal terremoto
d’Abruzzo. Sempre all’Aquila, in occasione del G8, il Gruppo Fiat ha messo a disposizione dei partecipanti un parco di 221 veicoli, composta da autovetture, vetture elettriche, fuoristrada, veicoli industriali
e autobus. La macchina emblematica dell’evento è stata ancora una volta la Lancia Delta Executive.
MADRID - I Principi di Asturias hanno presieduto nel Museo del
Prado la cerimonia della consegna del Premio Velásquez de Arte Plásticas 2009 ad Antoni Muntadas, “per la sua brillante e intensa carriera e per il suo contributo all’arte contemporanea nazionale e internazionale, come pioniere di nuovi comportamenti artistici, per seguire
l?attualità sperimentando esperienze legate alle nuove tecnologie e
alle inquietudini spciali dei nostri tempi”. Alla cerimonia sono stati
presenti la ministra della Cultura, Ángeles Gonzáles-Sinde, il presidente del Patronato del Museo del Prado, Placido Arango, il direttore
generale de Bellas Artes y Bienes Culturales, José Jiménez e il direttore della pinacoteca, Miguel Zugaza. Il Principe Felipe ha dichiarato
che tutti i destinatari di questo riconoscimento “Gaya, Tápies, Palazuelo, Soriano, López, Gordillo, Meireles e adesso Muntadas” hanno
contribuito a fare del Premio Velasquez un illustre referente per l’arte,
in cui si riflette la vocazione del primato creativo che ha sempre contraddistinto la Spagna.
44.000 soci in 33 collegi
ALCALÁ DE HENARES L’equipaggio spagnolo del Fiat
MSN Tour ‘09 - in rappresentanza della Fondazione Abracadabra Magos Solidarios - ha vinto
questo concorso di beneficenza
organizzato a livello europeo per
celebrare il lancio della edizione speciale della FIAT BRAVO
MSN, frutto della collaborazione
fra Fiat e Microsoft. La macchina
entra adesso in commercio ed è
dotata dei più avanzati sistemi digitali di navigazione e controllo. Il
giro ha toccato la principali capitali europee: Madrid, Lisbona, Berlino, Parigi, Amsterdam, Londra, Roma
e Bruxelles, concludendosi sulla pista di prova del Gruppo Fiat a Balocco (Italia) L’equipaggio Fiat ha
percorso i 1.600 chilometri previsti con poco più di un solo pieno di carburante: prestazioni ed economia.
ALCALÁ DE HENARES - La
modella Elle Macpherson con la
sua nuova 500C. Elle, che già era
proprietaria di una 500, affascinata da questa nuova versione ha
dichiarato "Mi piace la Fiat 500C,
ha un’aria sexy e moderna tipica
di tutte le auto made in Italy" aggiungendo, "mi piace la sua semplicità di guida, è perfetta soprattutto per muoversi in città".
La nuova 500C è allegra, confortevole, tecnologica e rispettosa dell'ambiente. Proprio come la prima 500 del
1957, la 500C unisce e abbina
infatti due materiali molto diversi: la scocca d'acciaio, sicura e resistente, e la capote
di tela, funzionale e dallo stile
tutto italiano.
La Fiat 500C, che è stata presentata quest’estate a livello internazionale, arriverà sul mercato
della Spagna alla fine dell’anno.
28/2009
NOTIZIE
MADRID - Valentí Pich, Presidente del Consejo Generale de Colegios
de Economistas (che comprende 44.000 soci in 33 collegi); Maria Teresa Costa, Presidentessa della Commissione Nazionale dell’Energia;
Marti Parellada e Antonio Garrido, entrambi cattedratici di economia
dell’Università di Barcellona, presso la sede del Consejo Generale de
Colegios de Economistas hanno presentato 3ECONOMÍ4, rivista elettronica del Consejo Generale de Colegios de Economistas, il cui primo
numero è dedicato a due temi di massima attualità: l’energia, che sarà
determinante per uscire dalla crisi e il suo successivo modello economico nel quadro dei nuovi scenari. Questo il sommario: Presentazione
di Valentí Pich; El año que vivimos peligrosamente - José Viñals (Economistas); En el umbral de otra época - Emilio Ontiveros (Economistas); Cambio de escenario y de orientación de la política monetaria
del euro - José Luis Malo de Molina (Economistas); Perspectiva europea y española de la energía - José Sierra (REC); El sector eléctrico en
España - Pedro Rivero (REC); El papel del gas natural en el proceso
de liberalización del sector eléctrico - Antoni Peris (REC); El suministro de último recurso en los mercados energéticos liberalizados María Teresa Costa (Economistas); El sector energético español ante el
reto del cambio climático - Teresa Ribera (REC); El lento despegue de
la I+D+i en el sector energético - Joan Batalla (REC).
MADRID - La Commissione Nazionale del Mercato dei Valori, ha
autorizzato l’AdHoc Asesores Financeros, a fornire servizi di investimenti come Impresa di consulenza finanziaria indipendente,
l’abilitazione è stata approvata dal Consejo Generale de Colegios de
Economistas, nella sezione Economistas Asesores Financieros, presieduta da Carlos Orduña. Delle 70 pratiche presentate 26 sono state
autorizzate da EAF, facilitando così le regolarizzazioni delle gestioni
effettuate dagli economisti regolarmente iscritti all'albo. Nell’AdHoc
operano quattro esperti consulenti: Marco Mocquard, Miguel Angel
Peñasco, Ignacio Lanza e Juan Juárez.
MADRID - Il Registro degli Economisti Consulenti Fiscali, ha pubblicato un manuale intitolato Codice Fiscale dell’anno 2009. Un testo
di 1.900 pagine, sulla Legge Generale Tributaria con il regolamento
applicativo. Tratta le imposte: sulle persone fisiche, sulle società, rendita non residenti, sul patrimonio, su successioni e donazioni, sul valore
aggiunto, la trasmissioni patrimoniali e AJD, beni immobili, attività
economiche, costruzioni, valore dei terreni, legge Generale Tributaria.
Uno sforzo editoriale svolto come organo del Collegio dei Collegi degli
Economisti, per facilitare il lavoro degli economisti consulenti fiscali.
Secondo Jesús Sanmartín, presidente del REAF, il Codice permette di
disporre di tutte le informazioni in modo immediato e accessibile. Il
Direttore Generale dei Tributi, Jesús Gascón, ha detto che si tratta di un
necessario strumento per gli specialisti di diritto fiscale e tributario.
Pag. 11
BARCELLONA
di Paola Pacifici
Cristina Bandettini di Poggio, Presidente Comites Barcellona: 50 mila italiani
- INTERVISTA Presidente, parliamo del Comites di Barcellona e dei suoi
compiti. I Comites sono organi
elettivi che rappresentano gli
italiani residenti all’estero nelle rispettive circoscrizioni, per
i rapporti consolari, quindi con
le istituzioni italiane presenti sul
territorio. Pertanto collaborano e
devono seguire e individuare le
necessità della comunità. Sono
costituiti nelle circoscrizioni
consolari con almeno 3000 italiani iscritti all’AIRE (Anagrafe Italiani Residenti all’estero).
Quello di Barcellona è attualmente formato da 11 membri
eletti e da 2 coptati fra oriundi
italiani non iscritti all’ AIRE.
Le ultime lezioni sono state
nel 2004 e le cariche durano 5
anni, per cui attualmente siamo
in proroga. Le elezioni saranno
entro il dicembre del 2010. Questo perché si vuole modificare la
legge del Comites, per la quale
ci sono diverse proposte elaborate da parlamentari dei diversi
partiti. Attualmente il ruolo dei
Comites è molto ampio, dovrebbe collaborare sia con autorità
italiane, sia con le regioni, le
province nell’interesse della
comunità. Quindi qualsiasi iniziativa volta a migliorare la situazione degli italiani all’estero
deve essere presa come iniziativa del Comites. Voglio ricordare
che i membri del Comites non
hanno diritto a nessun compenso
perché sono volontari. Il Comites di Barcellona ha subito delle
trasformazioni da quando è stato
eletto perché alcuni membri del
consiglio sono stati sostituiti. Ne
fanno parte anche persone provenienti da altre località della
circoscrizione consolare. La circoscrizione oltre alla Catalogna
comprende Aragon, Mursia, le
Baleari e Andorra, sono più di
50 mila gli italiani iscritti. Sappiamo che almeno un 30% in più
potrebbe essere la cifra reale.
La nostra sede è presso la Casa
degli Italiani, abbiamo una commissione di lavoro, presieduta
da Angelo Nicolini, che è anche
segretario del Comites, il quale è
disponibile 4 ore al giorno assieme al personale durante l’orario
di ufficio.
In pratica come funzione il
vostro aiuto? Molte richieste
avvengono spontaneamente da
persone che si rivolgono direttamente alla sede o ci contattano per telefono o via e-mail.
Cerchiamo di aiutarli, orientarli
nei migliore dei modi . In questi
ultimi anni le richieste più numerose sono relative ai servizi
consolari, alle pratiche di rinnovo di documentazione. Se hanno
Pag. 12
bisogno di altre informazioni li
indirizziamo personalmente.
Le vostre attività? Per il terzo anno abbiamo
un corso di italiano per italiani a
Barcellona,tenuto da una socia che è docente universitaria,
una iniziativa nata con l’arrivo
massiccio dal sud America di
persone che non conoscono
l’italiano. Un altra consigliera in
Costa Blanca, partecipa sempre
con uno stand alle giornate internazionali organizzati nei vari
centri. Teniamo riunioni esplicative per le lezioni. Organizziamo
delle serate, come in occasione
del centenario di Garibaldi e riunioni didattiche. La parte principale è quella dell’informazione.
Quali sono i vostri problemi?
La lunghezza del mandato influisce un pochino sulla motivazione. Il fatto che ci sia stato
questo ricambio dei consiglieri
lo denota. Bisogna avere le idee
molto chiare in questo momento. Come può lavorare essendo
volontariato, se per ogni iniziativa deve trovare degli sponsors
e non è facile, soprattutto qua
in Catalogna. Quindi le attività
sono limitate anche se hai tante
idee. Collaboriamo con le asso-
ciazioni e così continuiamo. A
settembre prevediamo un corso
di informatica intitolato “il PC
non morde”, in collaborazione
con la Casa degli Italiani e la
Scuola Italiana.
Che cosa vogliono gli italiani?
Nella nostra circoscrizione le
esigenze sono diverse. Dai giovani che vengono per scambi
universitari e per lavoro, il 90%
cercano una sistemazione, come
ottenere i documenti, qauli sono
i servizi. Cercano maggiormente
lavoro. Quelli che si sono fermati per motivi di lavoro o affettivi, in quanto matrimonio misto
Sin. Stefano Ferri, Armando Ferrari del Patronato Inca; Angelo Nicolini, Alessandro Ferrari, Rosa Maria Torrens, Console Pietro De Martin, Salvatore Spata, Console Generale Roberto Natali, Susana Crea,
Cristina Bandettini, Ornella Cattaneo, Alfredo Milesi, Maria Antonia Spera del Patronato INAS-CISL
Che cosa sono i COMITES?
I Comitati per gli Italiani all'Estero (COMITES) contribuiscono
ad individuare le esigenze di
sviluppo sociale, culturale e
civile della comunità di riferimento; particolare cura viene
assicurata alla partecipazione
dei giovani, alle pari opportunità, all'assistenza sociale e
scolastica, alla formazione professionale, al settore ricreativo,
allo sport ed al tempo libero. I
Comitati sono anche chiamati a cooperare con l'Autorità
consolare nella tutela dei diritti e degli interessi dei cittadini
italiani residenti nella Circoscrizione consolare. A seguito
delle elezioni del marzo 2004,
operano oggi 126 COMITES,
diffusi in 38 Paesi.
COMITES Barcellona - Pje. Méndez Vigo, 8 - 08009 Barcelona - SPAGNA
Tel.: +34.93.487.88.51 - Fax: +34.93.272.08.59
www.comitesbcn.org - email: [email protected]
per lo più uomini italiani con
moglie spagnola e sono quelli
meno problematici. Poi la fascia
dei pensionati che sta aumentando specialmente sulla costa e
alle Baleari, che hanno bisogno
di aiuto nella burocrazia pensionistica.
Recentemente hai partecipato
ad una riunione Intercomintes
a Madrid? Partecipo due volte
all’anno alla riunione dell’ InterComites, cioè i tre Comites,
Barcellona, Madrid e Canarie.
Abbiamo stilato un elenco degli
argomenti più attuali, come le
lezioni europee e il Referendum
dove vediamo che la partecipazione è molto bassa soprattutto per i seggi rispetto al voto
postale, paralizzando anche le
attività dei consolati. Abbiamo
rilevato il continuo. Abbiamo
notato un aumento degli iscritti provenienti dal sud America
e anche dall’Italia. Ormai siamo al 50%. Abbiamo notato un
miglioramento dei servizi consolari con la suddivisione degli
orari, un giorno dedicato agli
italiano-parlanti e un giorno per
i non italiano-parlanti, ai quali si dedica più attenzione con
migliore efficienza. Si è parlato
delle proposte della modifica del
Comites.
Come si può modificare secondo te? Il mio parere è che bisogna capire che ruolo gli si vuole dare. Quando sono nati non
c’era una rappresentanza politica in Italia degli italiani all’estero che ora c’è. Una grande difficoltà è quella di raggiungere i
nostri connazionale che vivono
qui, anche perché il livello di
integrazione è molto elevato
e si fanno sentire solo quando
hanno qualche problema. Bisogna decidere se questo Comites
lo vogliono far diventare quello
che loro chiamano “le antenne
del governo in loco”, e quindi
dargli un ruolo prettamente politico e quindi da riorganizzarlo
totalmente, o se continuare a
mantenerlo in questo modo che,
sinceramente, secondo me non
ha molto senso. O gli si danno
i mezzi “politici”, totalmente
e diventando uno specchio dei
partiti o lo lasciamo cosi. Mettere in piedi una organizzazione
come quella del Comites a livello mondiale senza dargli dei poteri è difficile noi abbiamo degli
ottimi rapporti con il consolato,
si lavora insieme però non è così
da tutte le parti. Così come la
vedo oggi è un’associazione di
liberi dipendenti scelti da altri,
tutto molto vago sia come definizione sia come poteri e funzioni. I nostri pareri, conseguentemente, non sono vincolanti.
28/2009
BARCELLONA
BARCELLONA - La Lancia DELTA, ammiraglia della celebre casa
automobilistica italiana e veicolo protagonista del film “Angeli e Demoni”, è stata scelta come macchina ufficiale per la prima edizione di
The Brandery, il grande incontro della moda contemporanea celebrato
per la prima volta nella capitale catalana. Il sindaco di Barcellona,
Jordi Hereu, ha tenuto a precisare che con questa automobile si favorisce la collocazione della città nel “motore” della moda europea.
All’incontro hanno partecipato gli stilisti di numerosi paesi europei,
in maggioranza italiani, spagnoli, francesi, inglesi e scandinavi.
BARCELLONA - Il Centro Diseny Hob Barcelona (DHUB)
dell’Istituto di Cultura della città, ospita fino al 13 dicemre 2009
l’esposizione “Effetto souvenir.Feticci di viaggio.Oltre i topici”, in
cui si mostrano degli oggetti-icone di località, che se portati a casa
attivano la fantasia, il ricordo e quindi l’immaginario collettivo dei
turisti.Il commisario dell’esposizione, Óscar Guayabero, ha spiegato
una sua tesi basata su tre effetti psicologici: l’effetto che ha il souvenir
per creare il desiderio di viaggio; il suo protagonismo nella costruzione dell’esperienza del proprio viaggio; la sua funzione come ricordo
dell’esperienza vissuta, soprattutto intesa come cosa eccezionale e
fuori della routine. In poche parole, una forma tipica di feticismo,
innocuo e redditizio. Soprattutto per vende il feticcio.
BARCELLONA - Presso l’Università Politecnica della Catalogna di
Vilanova i la Geltrú (Barcellona), è stato presentato il primo laboratorio sottomarino allestito in Spagna e chiamato OBSEA. L’installazione permetterà di studiare dalle minime variazioni di temperatura e
di salinità dell’acqua, fino ai segnali acustici proveniente da fonti naturali o antropogeniche, ossia di origine umana, per valutarne l’inquinamento acustico. Inoltre potrà misurare la contaminazione dovuta
agli scarichi del traffico marittimo. Il tutto avviene con sistema ad alta
risoluzione che permette un elevato grado di affidabilità scientifica.
28/2009
di Giuseppe Vitali
VARATA LA “SPLENDIDA” NAVE DELLA MSC
A Barcellona, la MSC Crociere ha battezzato la nuova
ammiraglia MSC Splendida.
Madrina, come da tradizione,
la meravigliosa Sophia Loren.
La cerimonia è stata accompagnata da uno spettacolare
show di gala lirico che ha visto
protagonista il maestro José
Carreras.
La scelta di Barcellona segue l’idea innovativa di MSC
Crociere di varare le sue navi
in paesi diversi, una tradizione che ha preso il via con il
varo di MSC Poesia a Dover
nell’aprile 2008, e che proseguirà con MSC Magnifica, che
sarà battezzata ad Amburgo, il
prossimo anno.
Con MSC Splendida, MSC
Crociere porta la sua flotta a
10 unità. MSC Splendida, insieme alla sua gemella MSC
Fantasia,è la nave più grande
mai costruita da un armatore
europeo. Questa città galleggiante può trasportare fino a
3.959 passeggeri, ha una lunghezza di 333,3 metri, è alta
66,8 metri e misura 137.936
tonnellate.
La progettazione di MSC
Splendida è stata affidata agli
architetti dello studio De Jorio Design International che
hanno puntato all’innovazione
tecnologica volta a garantire il
comfort dei clienti e la protezione ambientale.
Grazie alle sue credenziali
in materia ambientale, MSC
Splendida riceverà le prestigiose “6 Golden Pearls”, riconoscimento già assegnato a
MSC Fantasia. Il premio sarà
consegnato durante la conferenza stampa prima della cerimonia di battesimo, da Chaleat Didier, Vice-Presidente del
Bureau Veritas.
“Pensavamo di aver costruito
la nave più bella del mondo
con MSC Fantasia” ha commentato Pierfrancesco Vago,
Amministratore Delegato di
MSC Crociere. “Invece, anche MSC Splendida identifica,
già con il nome che le è stato
conferito, un nuovo e straordinario splendore nel panorama
crocieristico. Con il suo arrivo, la nostra flotta ha ora dieci
unità, un obiettivo importante
che non avremmo potuto raggiungere senza le qualità, sempre dimostrate, dalla squadra
MSC Crociere: energia, passione e professionalità. Caratteristiche che possono attribuirsi anche a Barcellona,
città eclettica e dinamica,m
importante per la nostra Compagnia, con 82 scali e 304.000
passeggeri movimentati solo
quest’anno”.
Sophia Loren con il comandante mentre riceve l’omaggio dal tenore José Carreras
Pag. 13
COMUNITÀ
VALENZIANA
di Luca Gentiloni Parma
UNA BELLA CITTÀ FUTURISTA
DELLE ARTI E DELLE SCIENZE
Valencia è famosa per Las Fallas una festa popolare che si
celebra in onore a San Giuseppe tra il 15 ed il 19 marzo, per
la paella valenciana, per "l'horchata di chufa", ma soprattutto, con crescente interesse a livello internazionale, per
la nuova Città delle Arti e delle Scienze. La Ciutat de les
Arts i les Ciències (valenziano), Ciudad de las Artes y las
Ciencias (spagnolo) è un complesso architettonico composto da cinque differenti strutture suddivise all'interno di tre
aree tematiche: arte, scienza e natura. Sorge a Valencia, sul
vecchio letto del fiume Turia, ora spostato per arginare le
inondazioni stagionali che lo caratterizzavano, e si estende
su una superficie 350.000 metri quadrati. L’importante e
monumentale insieme museale, progettato dall'architetto
valenziano Santiago Calatrava ed iniziato nel luglio 1996,
è un esempio di architettura organica e funzionale, che grazie alle più avanzate qualità costruttive e dalle tecnologie
d'avanguardia, riesce ad armonizzare gli elementi con i
contenuti, lasciando però trasparire la tradizione mediterranea del mare e della luce attraverso un gioco di colori,
abilmente alternati tra l'azzurro dei grandi stagni d'acqua
a cielo aperto e il bianco assoluto del cemento. Il Centro,
da un punto di vista ambientale, è una vera e propria "città
nella città" e le sue varie strutture museali, dalla fisionomia originale che conferma l’ardita fantasia progettuale e
la componente artistica di Santiago Calatrava, sono conosciute nel mondo con i loro nomi valenziani.
L'Hemisfèric
Una struttura architettonica di 13.000 metri quadrati, concepito per fondere insieme le vibranti sensazioni
suscitate da un planetario con l'impatto visivo delle immagini cinematografiche in formato IMAX Dome e gli
spettacoli audiovisuali prodotti da un modernissimo laser OMNISCAN. La forma dell'edificio riprende l'idea
di un gigantesco occhio umano, la cui metà superiore,
costituita dalla creazione architettonica di Calatrava, è
virtualmente completata nell'occhio del visitatore dal riflesso dell'edificio osservabile in uno stagno rettangolare
di 24.000 metri quadrati.
L'Umbracle
El Palau de les Arts Reina Sofía
Un monumentale edificio dalle forme molto singolari destinato alla creazione, alla promozione e alla diffusione di
tutte le arti sceniche. È alto più di 75 metri e occupa una
superficie di 40.000 m2. Al suo interno contiene tre auditori: una sala principale con una capienza di 1.800 persone, una sala da camera con una capienza di 400 persone
e un auditorio all'aria aperta, posto sulla parte superiore
dell'edificio, con una capienza di ben 2.500 persone.
Un edificio situato nella parte meridionale del complesso,
lungo 320 m e largo 60, costituito da un parcheggio su
due piani per automobili (fino a 900) e pullman (fino a
20) e una passeggiata superiore nota come Paseo de las
Esculturas (in italiano viale delle sculture) abbellita da un
giardino alberato contenente una grande varietà di piante
di specie diverse.
Parco oceanografico di Valencia
El Museu de les Ciències Príncipe Felipe
Un museo scientifico interattivo con una forma che ricorda vagamente lo scheletro di un enorme dinosauro,
suddiviso su tre piani principali di circa 8.000 metri quadrati ciascuno: Tecnópolis, El Escaparate de la Ciencia
(la vetrina della scienza) e Formas y Estructuras (forme
e strutture). Al secondo piano è inoltre presente El legado
de la ciencia (il lascito della scienza) in cui è presente
un'esposizione sulla vita e le opere dei Premi Nobel Severo Ochoa, Santiago Ramón y Cajal e Jean Dausset.
28/2009
Uno dei più grandi acquari d'Europa, un parco oceanografico all'aria aperta posto su di una superficie di 110.000
m2. Al suo interno sono rappresentati tutti i differenti
habitat marini di mari e oceani attraverso più di 40.000
specie diverse. Fra le strutture oceanografiche del mondo,
occupa un posto di grande rilievo, non solo per la quantità di materiale biologico disponibile e continuamente
integrato da nuovi soggetti e aggiornamenti della documentazione, ma anche per la vivacità della sua forma di
partecipazione interattiva, che coinvolge emotivamente e
razionalmente studiosi, esperti e visitatori.
PAPA BENEDETTO XVI
“HOXATER D’HONOR”
Nei giorni scorsi, nella Plaza de la Virgen di Valenza,
sono stati distribuiti 1.600 litri della famosa horchata
de chufa a 10.000 partecipanti ad una festa popolare. Il Consejo Regulador della bevanda, concede una
onoreficenza di “Orxater d’Honor” che due anni fa
venne assegnata perfino a Papa Benedetto XIV. La
horchata de chufa (in valenziano: orxata de xufa) è
una bevanda vegetale, rinfrescante, preparata con acqua, zucchero e latte ricavato dalle radici del Cyperus
esculentus. La sua diffusione è da ricondursi alla presenza degli Arabi a Valencia nel VIII secolo. L'etimologia deriva probabilmente dal catalano ordiata (da
ordi, orzo), che a sua volta, analogamente alla parola
italiana “orzata”, procede dal latino hordeata, hordeum, orzo. Secondo la tradizione popolare, la parola sarebbe nata ai tempi della conquista di Valencia,
quando Giacomo I d'Aragona, al momento di entrare
in città, si vide offrire un assaggio di questa bevanda da parte di una bella ragazza valenziana. Il sovrano, deliziato da questa bevanda misteriosa, avrebbe
risposto “Açò és or, xata” (questo è oro, ragazza),
da cui il nome. Questa versione però e inverosimile,
perché xata era un castiglianismo sconosciuto ad un
catalano del secolo XI. La preparazione dell' horchata
inizia con la mondatura del tubercolo e la triturazione. Poi si aggiungono tre litri di acqua per chilogrammo di chufas e si lascia il tutto a macerare. La massa
semisolida viene poi pressata ripetutamente fino ad
ottenere l’estratto finale, cui si aggiungono circa 125
grammi di zucchero per litro. Il tutto viene infine filtrato e sedimentato. A tutela della qualità del prodotto
e della denominazione di origine è stato istituito un
ente apposito nella Comunità Valenziana.
ALTEA - Il Subdelegado de Gobierno di Alicante, José
Pérez Grau, ha annunciato che il Comune di Altea firmerà
un accordo con il Ministerio de Fomento per permettere
alla Policia Local di accedere agli schedari dei delinquenti, allo scopo di ridurre la delinquenza. In proposito il sindaco di Altea, Andrés Ripoll, ha reso noto che, grazie alla
collaborazione fra le polizie già esistente, la delinquenza
è già scesa dell’11 % rispetto all’anno passato. Sono dati
forniti dalla Junta de Seguridad che annualmente, con
l’arrivo dell’estate e soprattutto con la celebrazione del
Castell de l’Olla, vengono stilati in accordo fra la Guardia Civil, la Policía Local, la Subdelegación de Gobierno
e i rappresentanti municipali.
BENIDORM - Patrocinato dagli assessorati alla
Cultura e alle Feste del Comune, è arrivato in città il famoso concerto “Los mejores años de nuestra
vida”, organizzato dalla Comisión de Fiestas Mayores Patronales e la Asociación de Peñas “Virgen del
Sufragio”. Il ricavato del botteghino dello spettacolo, che ha già riscosso molto successo alla Televisión
Española, servirà per organizzare la Fiestas Mayores
in programma a novembre.
Pag. 15
"Il Giornale Italiano de España" distribuito in Spagna e nella Costa del Sol lo trovi a:
MALAGA
Pizzorante Italiano El Panaro
Av. Benyamina, 10
Ristorante Pizza Mare
Paseo Marítimo s/n (Fte. H. Melia)
Restaurante Roma
Av. P. del Mallorca, 5
Cafeteria Snack Bar Luca
Av. P. del Mallorca, s/n
Guanteria Costa del Sol
San Miguel, 2
Pizzeria Bacio di Crema
Plza.Unione Europea 13
La Chacha- Vinos y Mariscos
Av. Palma de Mayorca,3
Joyero POPI’S
C/ San Miguel,57
Bazar San Miguel
C/ San Miguel,64
Heladeria San Miguel
C/ San Miguel
Creperia El Marques
C/ San Miguel,68
Ristorante Anema e Core
C/ Bulto,29 (Carihuela)
Pizzeria “da Marco”
C/ Campillo 4
Edicola McDonald
Plaza Costa Sol
Lo Stivale
C/ Bulto 65 - La Carihuela
Ce y Ce - Kyosko prensa
C/ S. Miguel
Heladeria “Mi Ranchito“
C/ Casablanca - C/ Danza
Churreria Pizzeria Da Marco
C/ Campillos,4
Prensa Torremolinos
Plza Costa del Sol
Papeleria Elena
Frente al Ayuntamiento
Hostal Italia
C/ de la Cruz,1
Loteria y Apuestas de Estado
Paseo Jesús Santo Rein
Pizzeria Ristorante “O Mammamia”
C/ de la Cruz, 23
Ristorante Adriatico
Paseo Maritimo
Planofax
Paseo Jesús Santo Rein
La Tahona
Av. Jesús Santo Rein
Solbank
Avda.Clemente Diaz, 4
Joyeria Vasco
C/ Ramon y Cajal, 2
Pizzeria Pueblo
Paseo Maritimo, 45
Heladeria Gelatissimo
Paseo Maritimo - Edif. EL YATE
Hotel Florida
C/ Dct. G. Ginachero
Libreria Teseo
Av. J. G. Juanito 15
Casa de la Cultura
Av. J. G. Juanito
Video Myramar
av. Miramar
Matteo Carfora Pasteleria Italiana
Paseo maritimo n 1/ bloque 6 loc.10
Peña Nuevas Amistades
Av. J.S. Rein
Bazar Marrakech
Av. J. S. Rein
Casa Gomez
C/ San Pancracio 5
Hotel Agur
Av. Ramon y Cajal
Edicola Kositas
Av. Ramon y Cajal
Salon Cauca
Av. Ramon y Cajal
Calzature Verona
Av. Ramon y Cajal
Accademia della Pizza Italiana
C/Marbella,17
Restaurante Pizzeria “La Trinacria”
Paseo Maritimo Rey de Espana 141
Papeleria Prensa y Kiosko “El Canillita”
C/Marconi,37
Caffè Colorato
C/Marconi,34
Ristorante Pizzeria “La Stella”
C/ Martin Catena, 25
Ristorante Da Baldo
Plaza de España
BENALMADENA
MIJAS
Asociación Empresarios de Hosteleria
C/Marín García 9-4º
Restaurante Adolfo
Paseo Pablo Picasso, 12
Grupo Guarnieri BMW e Mini
Av. de Velázquez, 468
Café Centrál
Plaza Constitución, 11
La Bodeguilla del Centrál
Pasaje de Chinitas, 1
Restaurante Marisqueria Jacinto
Av. Obisco H. Oria, 7
Restaurante El Trillo
C/ D. J. Diaz 4
Confiteria Pasteleria Anglada
Puerta del Mar 3
Edicola Aereoporto di Malaga
TORREMOLINOS
Ayuntamiento de Benalmadena
Av. Juan Luis Peralta s/n
Restaurante El Parador - Pizzeria
Av. Juan Luis Peralta, 47
Restaurante El Parador II
Ctra. de Cadiz Km. 217,5
Benalmadena Costa
Hotel Torrequebrada
Benalmadena Costa
FUENGIROLA
Oficina Turismo
Av. Jesús Santo Rein
Papeleria Marfil
C/ San Pancracio s/n
Papeleria Iberia
Av. Ramón y Cajal, 2
Hotel Las Palmeras
C/ Martinez Catena,4
Pizzeria La Campesina
Av. Jesús Santo Rein,9
Clinica Veterinaria Andalucia
C/ Ruiz Vertedor, 3
Space Call
C/ Capitán, 3
Foto Rámos
C/ Jacinto Benavente, 1
Ristorante Portofino
Paseo Maritimo,29
Bar Cafè Kuik
Paseo Maritimo
Pizzería El Corte
Paseo Maritimo,27
Agencia de Viajes Maxy
Paseo maritimo,26
Heladeria Verdú
Paseo Maritimo,25
Pizzería Tricolore
Paseo Maritimo,18
Pub Bocaccio
Paseo Maritimo,15
La Grotta - Pizzeria Ristorante
Paseo Maritimo,12
28/2009
Ayuntamiento de Mijas
Plaza de Ayuntamiento
CALA DE MIJAS
Ristorante La Luna
Cala de Mijas
Vitania Residencial
Boulevard La Cala - Calasol B Loc. 15
Heladerias La Jijonenca
Paseo Marítimo 7/8
Boutique L.Roberto
Terrazas Puerto Deportivo
Heladeria Fiúl
Av. Duque de Ahumada,16
Kiosco Arte
Terrazas Puerto Deportivo
Boutique L.Roberto
Edf. Eden Rock - Paseo Marítimo
Cañas y Tapas
C/ Ramón Gómez de la Serna, 4
Cervecería Simón
C/ Pablo Casals,1
El Abuelo Melquiades
C/ Pablo Casals,1
Luigi’s Lucky Leprechaun
Av. Arias Maldonado s/n
Vitamina Lounge – "Da Ciccio"
C/ Peral, 15 - Casco Antiguo - Marbella
USP - Hospitales
Av. S. Ochoa,22
Gran Marisqueria Santiago
Paseo Maritimo,5
Ristorante da Pino
Av. Gregorio Marañón
Ristorante da Bruno sul Mare
Paseo Maritimo
Bar Ristorante Catering Italian Kitchen
Av. R. Soriano, 45
Restaurante La Axarquia
Av. Duque de Ahumada
Bar La Pergola
Playa Fontanilla - Av. D. de Ahumada
Restaurante & Bar Blue Palm
Paseo Maritimo,7
Restaurante El Platanero
Paseo Maritimo, 1
Churreria - Zumos Naturales
Plaza Africa
Areté Restaurante
C/ Mediterráneo, 1 - Paseo maritimo
MADRID
ACLI
c/o Com.It.Es - C/ C. Bordiu 3
Gioielleria Angeles Farga
c/Ortega y Gasset, 55
Mangitalia
c/Galileo, 73
Prodotti Italiani "Vinos Y Conservas"
P. Empresarial Alcalá de Henares
Heladeria Ricci
c/ Huertas, 9
Heladeria Ricci
centro Comercial C/ Alcalá 414
Heladeria Ricci
c/ Cristo s/n - Villanueva Cañada
Heladeria Ricci
c/ Dr. Ochoa, 8 - Coslada
Ristorante Per Bacco
c/del prado 15
Ristorante Boccon divino
c/castelló 81
Ristorante Italiano La Gioconda
Paseo Maritimo, 16
Ristorante Italiano I Mascalzoni
Paseo Maritimo, 10-11
Restaurante "La Red"
Playa La Fontanilla- Paseo Maritimo
Restaurante Italiano "Zafferano"
C/ Gloria 11- Casco Antiguo
Negozio di Borse Farina
C/ P. Francisco Echamendi, 2- Casco Antiguo
Boutique Maristella
C/ Nueva 12- Casco Antiguo
Churreria Ramon
Plaza de los Naranjos
Boutique Uomo Spago
C. C. Le Village - Ctra de Istan
Chinese Restaurant “Dragon del Mar”
C.C. Pino Golf Don Carlos L - 6 Ctra Cadiz Km
192 Elviria Marbella
NUEVA ANDALUCIA
Cafeteria Churreria “La Toscana”
C/ Quevedo loc.2 ed. Al Andalus La
Campana
Tenencia Alcaldia
PUERTO BANUS
Pasta Factory
Restaurante Made in Sardinia
Centro Comercial Cristamar
Momento Italiano
Av. Rotary Internacional Ed. Las Terrazas de
Banus, Local. 34
Bar ristorante “Al dente”
Urb. Jardines del Puerto local 12
Chinese Restaurant “Dragon del Mar”
P° Rivera s/n Puerto Banus
Ristorante Italiano Celebrities GOLD
Benabola Beach
Bettyblue
Plaza Marina Banus, 18
Desvan Disco Pub
C/ Muelle Ribera Casa YZ
LA CAÑADA
Ristorante Anima e Core
c/Donados 2
Ristorante Maruzzella
c/R. Fernandez V. Nueva
Ristorante Pulcinella
c/Reguero 8
La Cantina Pulcinella
c/Reguero 9
Ristorante Pummarola
Avd. de Europa 17
Pozuelo de Alarcon
Ristorante Rigatoni
ctr. B. del Monte
Majadahonda
Ristorante Sicilia in Bocca
P. de Yeserias 7
Negozio e ristorante Acqua fredda
c/Maldonado 15
Ristorante Munich
Plz. Iglesias 10
San. Sebastian de los Reyes
Ristorante La Pappardella
Centro Comercial La Cañada
SAN PEDRO ALCANTARA
Tenencia de Alcaldia
Heladeria Carte d’Or
C/ Dependiente, 6
Hostal Galea
Pl. za de la Iglesia Dependiente s/n
Bar Gelateria da Giorgio
Plaza
Ristorante “Tarantino Maccherone”
Av. Oriental 7
Libreria Delta
Avda.Oriental-Ed.Los Jarales
ESTEPONA
Pizzeria da Marco
C/ Real, 2
Pizzeria Di Più
C/ Mallorca
Centro Pilates & Care
Av. España, 28
Trattoria Il Pomodoro
C/ Real, 78
Ristorante Italiano Pizzeria Soleluna
Av. España 22
Ristorante Capriccio - Maurizio
C.C. Mustang Loc. 14
Cafè Segafredo
Av. España 22
ROMA
Edicola
Sergio Millo
Via dei Sabini
angolo Via del Corso
difronte al Parlamento
e
Golf Club Olgiata
Cafeteria Miguelangel
Avd. Circ. Loc. 4 - Torrejon de Ardoz
Hotel NH Nacional
Paseo del Prado 48
Boutique Piel De Toro
Paseo del Prado 42
CORDOBA
Heladeria Ricci
C/ Fuentes Bacanegra,7
VALENCIA
Heladeria Ricci
C/ Pintor Maella,32
Ristorante “La Cantinella”
C/ Pintor F. Catalayud, 10
SEVILLA
Ristorante San Marco
C/ Pintor Maella,32
Chiosco Prensa
Plaza Concordia
Duo Dublos Elements
C/ Amor de Dios 14
CALA HONDA
Centro Medico El Campanario
Av. de Espana 6
Caffè Pasta e Pizza Mona Lisa
Complejo C. Lidl
MARBELLA
Oficina de Turismo
Glorieta de la Fontanilla -Paseo Maritimo
Rio Real Golf
Urbanización Río Real S/N
Pity Boutique Borse- Articoli di pelle
C/ Pedraza, 12 - Casco Antiguo
Restaurante Villa Tiberio
Carretera 340, Km 178,5
Ristorante Oasis Toni Dalli
Carretera de Cádiz, Km 176
Restaurante La Barca
Paseo Marítimo
Restaurante Sol d’Europa
Paseo Marítimo
Restaurante El Bodegón
Paseo Marítimo
Pizzeria Mamma Rosa
Paseo Marítimo
Heladeria "La Valenciana"
Av.Duque de Ahumada- Edif.Eden Rock
Churreria Chocolateria Ramon
Paseo Marítimo
Cafetería Carte d’Or
Av. Puerta del Mar – Edif.Manila, 6
Bar Rocco
Paseo Marítimo, 8
Artigiana Gelati di Gaiti Giovanni
Paseo Marítimo Edif. Hapimag
Pag. 17
ISOLE BALEARI
di Gian Giacomo Bei
PALMA DE MAIORCA - Il Consiglio del Patrimonio
Culturale, riunitosi a Palma de Maiorca, ha annunciato che
proporrà all’Unesco di dichiarare La Serra de Tramuntana
Patrimonio Mondiale. Anche la candidatura de la Sibilla
sarà proposta come Patrimonio Immateriale, assieme al flamenco, la fiesta de Los Patios di Córdoba, i castellets e la
cetrería. Il presidente del Consiglio del Patrimonio Culturale, nonché Direttore generale delle Belle Arti e dei Beni
Culturali, José Jiménez, ha precisato che la candidatura della
Serra, che era in competizione con il Parque Nacional de
Monfragüe (Caceres), é molto solida. L’assessora all’Educazione e Cultura, Bárbara Galmés, da parte sua sottolinea
anche il valore della Serra come “riserva della biosfera”. La
decisione dell’Unesco verrà presa nel giugno del 2011.
ES MERCADAL (Minorca) - L’opera intitolata “Septiembre”, di Josep Maria Pagés Tarros, si è aggiudicata il
primo premio del Concorso di pittura di Sant Martí y Sant
Antoni, istituito per la prima volta dal Comune di Es Mercadal, in collaborazione con l’associazione di artisti [email protected]
Art. La ceremonia della consegna del premio di 1.000 euro
si è svolta nella Sala Multifuncional ed è stato presentata
dall’assessora alla cultura, Rosa Pallás, che ha sottolineato
il livello e la partecipazione della manifestazione, alla quale hanno concorso 20 artisti. La giuria, composta da Matías
Sansaloni Coll,
Andreu
Moll
Llambias, Antoni Salord Monjo
e Joseph Moncada Juaneda, ha
scelto altre due
opere finaliste:
“El ball de les
sirenes” di Delfín Dierra Rey
e “Que está mirant?” di Joseph
Florit Martí.
Josep Maria Pagés
PALMA DE MAIORCA - La compravendita di case diminuì a maggio nelle Baleari di
un 37,8 per cento in relazione allo stesso mese del 2008, per un totale di 652 operazioni,
rispetto alle 1.049 transazioni dell’anno passato, secondo l’Instituto Nacional de Estadística (INE). Questa retrocessione si è rivelata maggiore nel caso di abitazioni usate,
dove la compravendita nell’arcipelago Baleare nel solo passaggio da aprile a maggio di
quest’anno è scesa del 40,4 per cento, con 272 transazioni, ma anche il calo delle trattative per le case nuove è stato del 35 per cento, con sole 380 transazioni. Anche le case comprate dagli stranieri residenti hanno subito un forte calo di circa il 23,3 per cento, mentre
quelle comprate dagli stranieri non residenti, come case per vacanza o per investimento,
si sono notevolmente ridotte rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
Rappresentati dei Produttori durante la conferenza stampa
IBIZA - I rappresentanti dell'Organizacion Productores
de Fruta y Hortalizas de Ibiza (nella foto), si sono riuniti
per denunciare la situazione critica in cui versa il settore
agroalimentare ed ha chiesto all’amministrazione pubblica
un intervento immediato per evitare la scomparsa di questo
settore, i cui membri non ricevono alcun aiuto per affrontare la crisi. I Produttori hanno reso noti i margini commerciali abusivi che intercorrono fra produttore e consumatore, con una forte perdita di entrate, la quale non è mai stata
compensata da sovvenzioni da parte del Governo Baleare.
Il maggior danno deriva dal forte ribasso - fino al 60% che i produttori sono stati costretti a praticare per poter
vendere i prodotti, mentre il prezzo finale al cliente supera
spesso il 400 per cento di aumento rispetto all’origine.
PALMA DI MAIORCA - Le isole Baleari hanno partecipato al festival “A Taste of
Spain”, che si è svolto ad Edimburgo (Scozia). All’inizio dell’evento, due artisti spagnoli, specializzati in ritratti e caricature, hanno offerto al pubblico una importante prova
della loro abilità. Alla iniziativa, oltre alle Isole Baleari, hanno preso parte cinque Comunità Autonome: Andalucia, Madrid, Galizia, Murcia e Comunidad Valenciana, oltre
alle due associazioni pro-loco di Lanzarote e di Fuerteventura. Tutte le Comunità Autonome hanno presentato i vari aspetti delle loro cultura alla popolazione scozzese, presso
le strutture espositive di The Mound, a lato della centralissima Princes Street, di fronte
alla Nacional Gallery of Scotland, dove il pubblico ha potuto assistere a spettacoli di
teatro, danza, magia e degustazioni enogastronomiche.
ISOLE CANARIE
di Argentina Moscatelli
LAS PALMAS DE GRAN CANARIA - Le Canarie vengono nominate in una sequenza del sesto film di Henry Potter, appena lanciato in circuito ed intitolato El misterio del
principe, l’ultimo della saga dell`apprendista mago, scritta
da J.K.Rowling, in cui il protagonista è un Henry Potter
finalmente adolescente, con i vari problemi legati a questa
età. Gli spettatori delle Canarie sono rimasti piacevolmente sorpresi quando durante una scena, in cui Potter entra
in una casa in
cerca di un mago,
alla domanda di
cosa stia facendo
lì, risponde che i
proprietari se ne
sono andati in
vacanza alle isole
Canarie.
LAS PALMAS DE GRAN CANARIA - Il Primo Premio
Urbanistico per il “Concurso de Ideas de Ordenación Integral
del Litoral de Las Palmas de Gran Canaria”, è andato ex aequo
ai progetti “LP+Futur. Una Ciudad Inteligente para todos”, realizzato dall’equipe Susanne Gerstberger, Naira Gallardo Ruiz
e Quirina Morales Rojas, e “10 parques per 10 paseos”, del Laboratorio de Planeamiento y Arquitectura SLP. La motivazione: due proposte strutturali simili, ma affrontate da differenti
prospettive complementari, nelle quali emerge l’esigenza della
mobilità, attraverso lo scorrimento e l’inserimento delle direttrici di penetrazione trasversale dal litorale ai quartieri della città
e viceversa. Terzo classificato il progetto “LAZO”, presentato
da Puerta verde Arquitectura y Urbanismo, per l’articolazione
del bordo litorale come itinerario continuo e connessioni interne che influiscono positivamente sul tessuto urbano circostante. Un riconoscimento è andato al progetto “Menos es Menor”,
della FAM Arquitectura y Urbanismo SLP.
Pag. 18
TENERIFE - L’economia delle Canarie potrebbe cominciare a riprendersi, anche se lentamente, alla fine del 2010, sempre e quando si metteranno in marcia delle misure strutturali di
fondo e un piano rapido nel settore dei servizi. È la previsione
che il Servicio de Estudios de la Camara de Comercio, Industria e Navegación di Santa Cruz de Tenerife ha reso noto per
mezzo della sua vice presidente e della sua direttrice del Servizio, Maria de Los Ángeles Palmero e Lola Pérez, in occasione
della presentazione dell’Anuario Economico 2008 y Perspectivas para el 2009, elaborato dalla istituzione camerale in collaborazione con Caja Canarias. Durante la presentazione, il
direttore di Strategia y Innovación, Óscar Gonzáles, ha messo
l’accento sulla urgente necessità di riavviare il turismo.
LA LAGUNA - È
stato approvato un
Reale Decreto per
assegnare sovvenzioni per 12 milioni di
euro per il restauro
di beni architettonici,
dei quali un milione
andrà per la Cattedrale de La Laguna.
Da due mesi, in base ad un’ultima previsione, lo Stato
avrebbe dovuto mettere a disposizione del Vescovado
la somma necessaria per lo smontaggio e la ristrutturazione della Cupola. Però a poche settimane dall’inizio
dei lavori, aggiudicati all’impresa Victor Rodríguez e
Hijos, arrivava la notizia che il Ministerio de Hacienda
aveva annullato il finanziamento. Tanto il dean della
Catedral de La Laguna, quanto il sindaco, Fernando
Clavijo, sperano che Madrid metta presto a disposizione la somma prevista, prima che le condizioni meteorologiche possano complicare il lavori di restauro .
LANZAROTE - Il Cabildo ed i Comuni di Yaiza, Tinaijo,
Tías, San bartolomé e Teguise hanno firmato nel Monumento
al Campesino un documento per la costituzione del Consorcio
de la Geria, per la protezione del paesaggio di questa località.
(nella foto i firmatari). Lo scopo è anche quello di preservare
la coltivazione tradizionale della vite e l’attività vitivinicola,
ma anche di stimolare e incrementare il turismo in base a precisi criteri di sostenibilità ambientale, che aumentino le entrate economiche municipali mantenendo integro il prezioso
paesaggio naturale. In questo modo Lanzarote anticipa la costituzione definitiva del Plan Especial de la Geria, che dovrà
poi essere ratificata dal Gobierno de Canarias.
GRAN CANARIA - La famosa spiaggia de Las Canteras
è stata insignita per il 20º anno consecutivo della Bandiera Blu, assegnata dall Unione Europea come premio per
la qualità eccellente delle acque litorali, della spiaggia e
dei servizi prestati, come le docce, i soccorsi, l’assistenza
medica, la vigilaza della polizia e le strutture balneari.
Negli ultimi due anni la spiaggia canaria ha incrementato anche i servizi e migliorato gli orari, con cui si offre
assistenza ai portatori di handicap, con capacità fisiche
notevolmente ridotte o minime. L’assessore alle spiagge,
Hector Nuñez, ha precisato che il Comune non si è accontentato di aver ottenuto la Bandiera Blu per tanti anni,
ma ha lavorato per dare un servizio sempre migliore ai
cittadini e ai turisti della famosa spiaggia.
28/2009
ANDALUSIA
di Paola Lungarini
ANGELES MUÑOZ: DOPO 23 ANNI
MARBELLA CON IL SUO PGOU
MARBELLA - L’Assessore ai Servizi Sociali, Manuel Cardeña, ha incontrato a Siviglia Ana Gómez, Directora Generale dei servizi Sociali e
Attenzione alla Drogodipendenza dell'Andalusia. Lo scopo è di pianificare obiettivi comuni e attuare provvedimenti preventivi e promuovere
l’inserimento di ex drogati nel mondo lavorativo. Secondo il III Plan
de Droga Andalus 2010-2016, inserito nel Plan de Drogas del Comune.
Per la prima volta dopo ventitré anni, Marbella ha finalmente
un vero Plan General de Ordenación Urbana (PGOU), ossìa
un Piano Regolatore. Il Consiglio Municipale, riunito in sessione straordinaria, ha infatti
approvato con 24 voti a favore
(Partido Popular e PSOE) e due
contrari, (Izquierda Unida e un
consigliere socialista), la seconda revisione del Plan General
de Ordenación Urbana (PGOU)
e il suo successivo inoltro alla
Junta de Andalucia, che dovrà
ratificarlo entro cinque mesi. La
sindachessa, Angeles Muñoz,
ha dichiarato che si tratta di un
evento storico per la città, in
quanto il documento garantisce
il futuro di Marbella, restituisce
la fiducia, la sicurezza giuridica
e urbanistica, significa la tranquillità per oltre 16.500 famiglie e centinaia di esercizi commerciali. Angeles Muñoz ha
ricordato la caotica situazione
generata dai precedenti Governi
municipali, sfociata in una moltitudine di processi giudiziari,
complessi ricorsi amministrativi, ordini di paralizzazione dei
lavori, di demolizioni, nonché di
innumerevoli attività commerciali e abitazioni prive di licenze. “Due anni fa - ha spiegato
la sindachessa – assumemmo
l’impegno di riportare la città
alla normalità e alla legalità
urbanistica, con la promessa di
lottare per gli interessi dei cittadini, compratori in buona fede,
e di tutti quelli che persero le
loro zone verdi e gli impianti di
cui avevano diritto. . Il risultato
- ha ribadito la prima cittadina di
Marbella - è un PGOU dotato di
un sistema di compensazioni che
libera i proprietari che comprarono in buona fede dell’obbligo
del pagamento per la regolariz-
Pag. 20
zazione di circa 17.000 abitazioni, con un onere che ricadrà sulle imprese che vendettero le case
irregolari”. La tramitazione del
piano è stata preceduta da due
esposizioni pubbliche, nel corso
delle quali sono state presentate
17.000 domande di regolarizzazione, delle quali 13.000, pari
cioè al 76%, sono state inserite
le documento. Tutti i cittadini
hanno avuto ampia possibilità
di conoscere, di seguire e di partecipare alla sua stesura. La sindachessa ha precisato che è una
scommessa sulla qualità di vita,
con un incremento di vantaggi in
rapporto alla popolazione rispetto alla sua prima stesura, e molto
al disopra degli standard previsti
nella Ley de Ordenación Urbanistica de Andalucia (LOUA).
La quantità degli spazi liberi è
stata elevata a 4,8 milioni di metri quadrati, mentre lo spazio per
gli impianti e le strutture è passato da 1,9 a 2,1 milioni di metri
quadrati. Questo significa che
l’aumento del “rateo” vitale per
abitante è passato, nel caso degli
spazi liberi, da 27 metri quadrati
a 27,67; mentre per gli impianti
e le strutture, si è passati dai 10
metri ai 12,02 metri quadrati. Un
avanzamento molto importante
riguarda anche le abitazioni di
protezione ufficiale (VPO), ossia delle case popolari, poichè
il piano comprende 9.500 delle
16.000 programmate peri il futuro sviluppo della città, con particolare riferimento a importanti
progetti riguardanti la zona del
Guadaiza, al nord di Marbella.
In sostanza il PGOU prevede
che nelle sette zone in cui è stato
suddiviso il comune, sia previsto uno sviluppo strategico dotato di infrastrutture municipali,
con equipaggiamenti territoriali
sportivi, culturali e sanitari, con
una esatta definizione delle aree
verdi. Pertanto il documento
appena approvato conta con tutte le informazioni e gli allegati
tecnici favorevoli, fra i quali
quello del Servicio Jurñico de
Urbanismo, che avallano la regolarizzazione in modo che i
costi compensativi non ricadano
sui proprietari, come invece era
previsto nel precedente documento elaborato dalla Junta de
Andalucia. A questo si aggiungono i pareri favorevoli del Jefe
de la Unidad Tecnica de Infraestructuras, del Secretario Comunale e dell’Interventor de la
Corporación, il quale, controlla
la linea seguita dalla Giunta Municipale per verificare che si rispettino scrupolosamente le proporzioni degli spazi e le ripartizioni previste nello sviluppo del
territorio. Angeles Muñoz ha tenuto a ricordare la responsabilità
delle amministrazioni coinvolte
nella realizzazione del PGOU,
poiché molte infrastrutture previste nella precedente edizione
del 1986 non vennero realizzate
né da parte della Junta de Andalucia nè da parte delle vecchie
Giunte Municipali. Fra di queste
figura la costruzione di molte
strade, il risanamento integrale
del territorio, le infrastrutture
idrauliche e quelle del trasporto marittimo, l’ampliamento del
Puerto de La Bajadilla, l’adeguamento del trasporto urbano,
la cura dell’ ambiente, l’ammodernamento delle reti di distribuzione dell’elettricità, del gas e
delle telecomunicazioni. La sindachessa ha promesso che continuerà a lavorare, assieme ad altri
municipi limitrofi, per cercare di
individuare delle possibili soluzioni ad alcune situazioni ancora
pendenti. Adesso la parola spetta alla Junta de Andalucia.
Presso il Teatro Città di Marbella è stata rappresentata l’opera “Olvida los
tambores”, di Ana Diosdado. L’Assessora alla Cultura, Carmen Diaz, nella
foto con gli attori Antonio Hortelano, Elena Furiase, Leandro Rivera, Gorka Otxoa, Antonio Albella e Eva Almaya, ha ricordato che si tratta di un testo importante, perché riflette le inquietudini dei giovani degli anni settanta.
MARBELLA - I cestisti spagnoli Raúl López y Carlos Cabezas, sono
i due nuovi giocatori della squadra russa del Khimki, direttore Viktor
Bychov. Lo ha annunciato, presso l’Incosol di Marbella, l’allenatore
Sergio Scariolo, selezionatore della nazionale spagnola di pallacanestro. Presenti il Vice Sindaco di Marbella, Felix Romero, l’Assessore
allo Sport, Angel Mora ed Antonio López, Presidente di Incosol.
MARBELLA - Per la prima volta
il Comune di Marbella ha ricevuto
dalla ADEAC (Asociacion Educacion Ambiental Consumador), cinque "bandiere blu" per premiare le
spiagge di Guadalmina-San Pedro,
Venus-Bajadilla, Casablanca, Dunas
de Artola-Cabopino e il Puerto Pesquero de Marbella. Il premio è stato
istituito dalla FEE (Funciones para
la Educacion ambiental). Il nostro
sforzo - ha detto l'assessore Antonio
Espada (nella foto) - è per un miglioramento delle nostre spiagge, come
la pulizia, le strutture e l’arredo".
28/2009
A N Ddi Paola
A Lungarini
LUSIA
FUENGIROLA - La Delegata municipale per l’Ambiente di Fuengirola, María Jesús Pascual, assieme al Direttore dello Zoo, Francisco
García, ha annunciato una campagna di per l’Ambiente messa in atto
dallo Zoo della città. Gli scopi sono: sensibilizzare la gente sulla protezione degli spazi naturali e degli ecosistemi in cui si sviluppa la vita
animale e vegetale; evidenziare la importanza di mantenere la spiaggia libera dai residui; coinvolgere sia bambini sia adulti, attraverso
attività ludiche ed educative, in modo che comprendano gli obbietivi
dell’iniziativa, li trasmettano e li mettano in pratica. Maria Jesús Pascual ha espresso riconoscimento alla sindachessa, Esperanza Oña,
sottolineando l’importanza che una impresa privata, come lo Zoo, che
ha investito in questo progetto 20.000 euro, collabori con le autorità
comunali per la città e per i suoi cittadini.
CADICE - La sindachessa, Teófila Martínez, assieme all’assessore
delegato di Cadice 2012, Juan José Ortíz, e all’avvocato del Consiglio
Generale del Potere Giudiziario (CGPJ) in rappresentanza del Foro
Giudiziario Iberoamericano, ha presenziato la chiusura del Corso di
Formazione Giudiziaria Specializzata organizzato a Cadice da entrambe le istituzioni. L’iniziativa ha riunito 18 professionisti della magistratura proveniente da 10 paesi iberoamericani: Argentina, Bolivia,
Brasile, Ecuador, Cile, Guatemala, Honduras, Costa Rica, El Salvador e Colombia. Il ciclo formativo, svoltosi presso il Centro Culturale
Municipale Reina Sofia, ha avuto come tema centrale: “il controllo
della costituzionalità delle leggi”. Questa iniziativa si inquadra nella
cornice del Progetto Accademico municipale Cadiz 2012, istituito per
la celebrazione del Bicentenario della Costituzione del 1812.
Signor Presidente, qui in Spagna vivono e lavorano più di 200 mila italiani, quale messaggio vuol dare
loro, attraverso il giornale, in questo momento così difficile economicamente anche per gli italiani?
Gli italiani sanno che possono votare alle elezioni comunali, e alle elezioni europee. Io li incito a votare
affinché, anche in Spagna, con il loro aiuto si possa avere un governo di centro destra. È in questo modo,
governando in modo serio, competente e responsabile, che si possono affrontare e risolvere i problemi
più importanti del nostro Paese, che poi è anche il loro dal momento che la loro vita familiare, sociale ed
economica si svolge in Spagna. Oggi il problema più grave ed urgente e che ci preoccupa moltissimo, è
senza alcun dubbio quello della crisi economica e della conseguente disoccupazione, che ha raggiunto
livelli altissimi come non mai. In questo momento, però, ci sono anche molti altri problemi, che ci stiamo
trascinando senza che il Governo riesca a trovare una soluzione.
Gli italiani di qui sono quasi tutti imprenditori. La politica del centro destra è la più adatta anche per
loro? Indubbiamente. È adatta per tutti. Noi sappiamo che oggi i sondaggi ci danno vincitori delle prossime elezioni e questo significa che la gente si rende conto che è arrivata l’ora del cambio in Spagna e anche
qui in Andalusia. E così sarà. Siamo contenti di avere qui in Spagna molti italiani che lavorano e vivono in
una completa e tranquilla integrazione. Che producono lavoro e ricchezza. Siamo due paesi che condividono la stessa storia, abbiamo una origine comune e soprattutto molta strada da percorrere insieme. Invio
il mio più sentito cordiale e sincero augurio a tutti gli italiani e ai lettori del Giornale Italiano de España,
che tutto vada bene e naturalmente sono sicuro che il “cambio” riuscirà a far superare le difficoltà che stiamo attraversando ed inoltre mi auguro che il futuro ci veda sempre più uniti l’Italia e e la Spagna. Il mio
messaggio agli italiani in Spagna è quello di considerare questo Paese come la loro seconda patria.
MALAGA - Il presidente del
Partito Popolare, Mariano Rajoy,
ha tenuto una conferenza presso
l’Hotel Barceló di Málaga, sponsorizzata da Deloitte e moderata dal
direttore del giornale ABC, Ángel
Expósito. All’incontro hanno assistito molti personaggi politici, fra
cui il presidente del PP Andaluso,
Javier Arenas, il presidente del PP
di Malaga, Elias Bendodo, i sindaci di Malaga, Francisco de la Torre, di Marbella, Angeles Muñoz,
di Fuengirola, Esperanza Oña e di
Torremolinos, Pedro Fernández,
oltre a rappresentanti di enti, isti- Il Presidente Rajoy e il Direttore dell’ABC Ángel Expósito
tuzioni, associazioni e la stampa. Il primo intervento è stato incentrato sulla università, sulla scuola e sulla
istruzione in generale, che in Spagna - secondo il leader popolare - necessita ormai di una riforma che
metta la cultura spagnola in grado di competere in ambito europeo e internazionale. Rajoy ha precisato che
non esistono tensioni all’interno del partito in relazione alla sua decisione di non destituire il tesoriere Luis
Bárcenas. Sul caso Camps ha deplorato il danno personale e professionale che si stava arrecando al presidente della Comunità Valenziana, accusato di supposta “corruzione impropria” per un importo di 2.500
Euro, dicendosi convinto che abbia invece pagato regolarmente i vestiti. “È assurdo pensare - ha aggiunto
- che un uomo come Camps si possa vendere per questo”. In quanto alla Legge Finanziaría, Rajoy si è mostrato molto critico, enunciando che chiederà la comparizione in Parlamento della vice presidente economica Elena Salgado, affinché dia spiegazioni sulla sbilanciata ripartizione dei fondi nelle varie Comunità
Autonome, considerando che oltre il 64% andrà a due sole di esse. “I casi sono due - ha detto Rajoy - o il
Governo sta ingannando a tutti o non gli tornano i conti, oppure tutte e due le cose”. Alla domanda se ritiene che la Sinistra comunista catalana (Esquerra Republicana) stia ricattando il PSOE in cambio di sostenere il tripartito catalano, Mariano Rajoy ha messo l’accento sul pericolo di patteggiare con i partiti e non
con il Governo. Ha concluso affermando che gli andalusi sono ormai stanchi della lunga gestione socialista
e che Javier Arenas sarà sicuramente il nostro futuro presidente della Comunità Autonoma d’Andalusia.
Il Presidente del Partito Popolare Rajoy insieme ai Sindaci ed altre autorità politiche presenti
28/2009
Foto Rafael Carmona
MARBELLA - Con il taglio del nastro rosso da parte della Prima
Vice Sindaca di Marbella, Maria Francisca Caracuel, assieme a Manuele Lao, Presidente del Gruppo CIRSA proprietario del casino di
Marbella, e al direttore del Casino Javier Burgués, è stata inaugurata
alla presenza di oltre 700 persone la Nuova Sede delle Macchinette
“Marbella Jackpot Paradise”. Fra i rappresentanti della società e della
politica, figuravano il vice sindaco Baldomero León (Nuova Andalusia), Carmela Martínez, Candido Fernando Ledo e Yolanda Galera.
La nuova struttura offre un’ampia diversificazione di giochi, fra i quali il poker, il black jack e la roulette.
Dichiarazione in esclusiva all'editore Paola Pacifici
di Mariano Rajoy, Presidente del Partito Popolare,
durante la sua visita a Malaga.
Foto Rafael Carmona
INAUGURAZIONE DEL JACKPOT PARADISE
Pag. 21
ITALIA - ITALIA
UN’ITALIANO A MALTA, FRA STORIA, CULTURA E MARE
NOTIZIE dalla
Perchè tanti italiani la scelgono come mèta turistica? Abbiamo intervistato l’ingegnere
Nando Garozzo, innamorato di questo suggestivo arcipelago mediterraneo, dove trascorre spesso lunghi periodi di vacanze e di riposo. A soli cento chilometri dalle coste
siciliane. La compagnia di bandiera Air Malta collega la capitale con tutto il mondo.
Intervista di Giulio Rosi
Perché a te e a molti altri italiani
piace tanto Malta? Perché è un
luogo ideale per fare un turismo,
per riposarsi e nello stesso tempo
godere delle bellezze architettoniche , storiche e naturali, ha servizi
moderni e confortevoli. A Malta
il clima è sempre mite, puoi fare
escursioni nelle isolette di Gozo e
Comino, ricche di spiagge e di angoli fuori del tempo. Il passato di
Malta come colonia britannica, fa
si che la lingua inglese sia compresa da tutti. Indubbiamente è una
città cosmopolita specialmente
dopo il suo ingresso nell’Unione
Europea, permettendo così l’adozione dell’euro che ha incentivato
notevolmente l’afflusso turistico.
E sul piano culturale e architettonico? La Valletta ricca di
architetture ed opere d’arte, grazie alle quali è stata riconosciuta dall’UNESCO Patrimonio
dell’Umanità. Tutti i turisti, naturalmente anche io ogni volta che
ritorno a La Valletta, vado a rivedere la Co-Cattedrale di San Giovanni bellissima per le sue forme
barocche e per le tele del Caravaggio custodite al suo interno. Un
fascino particolare il Palazzo del
Gran Maestro, iniziato nel 1571,
con le sue sale sfarzosamente addobbate di arazzi. Il Forte Sant’Elmo, infine, è un massiccio fortilizio in pietra anch’esso cinquecentesco. Sempre al tramonto vado
a passeggiare lungo il porto della
Valletta che è il più grande dell’arcipelago. Ma l’incanto di questa
città è senza dubbio la scoperta di
cittadelle medievali forti fortificate, di imponenti chiese barocche e
di palazzi che raccontano la loro
storia. Bella la St. Paul’s Bay e un
ipogeo di antichissima origine.
Perché si chiama La Valletta?
Fu fondata nel 1566 dai Cavalieri Ospitalieri, che le diedero il
Pag. 22
nome del loro gran maestro Jean
de la Valette: in latino si chiamava, Humilissima Civitas Valettae
(“L’umilissima città della Valletta”). In maltese è conosciuta come
Il-Belt, La città. L’architetto che
ideò la città fu il cortonese Francesco Laparelli, inviato da Papa
Pio V. La Valletta è il porto principale dell’isola di Malta, circondata da due ampi e profondi golfi in
cui sono situati i porti della città:
Porto Grande (ribattezzato dagli
inglesi Grand Harbour) e Porto
Marsamuschetto
(Marsamxett
Harbour, Porto Marsamuscetto).
Oggi è un importante centro culturale, commerciale e amministrativo di tutta l’isola, ha una prestigiosa Università.
Quale il suo patrimonio naturale? Il mare offre ai visitatori lo
spettacolo di acque azzurre e cristalline, baie isolate, spiaggette e
insenature di una bellezza selvaggia, protettiva ed accogliente insieme. I suoi fondali sono noti per
le esplorazioni subacquee e adesso l’ultima moda è lo snorkeling,
cioè l’utilizzo di un tubo ricurvo
che, abbinato alla maschera, permette di nuotare in superficie sen-
za alzare la testa per osservare gli
incantevoli panorami sottomarini.
Quali sono i migliori periodi per
visitare Malta? Il clima è quello
accogliente e tipico del mediterraneo, per cui Valletta si può
visitare durante tutto l’anno. Naturalmente, sotto il profilo econo-
mico, il periodo più favorevole
per un soggiorno è tra febbraio e
giugno, in quanto è bassa stagione, ma altrettanto indicati sono i
mesi di settembre e ottobre. Io ci
vengo in diversi mesi dell’anno
e sempre utilizzo i collegamenti
della compagnia Air Malta, con i
suoi modernissimi Airbus e i suoi
efficienti servizi.
Oltre ai richiami naturali e
culturali, ci sono iniziative per
i turisti? Ce ne sono sempre.
Attualmente c’è il concorso
promosso dall’Ente per il Turismo di Malta che premia il miglior video vacanza girato dai
turisti che visiteranno le isole
maltesi fino ad ottobre 2009. Si
chiama “Uno sguardo su Malta”. Il vincitore riceverà un premio in denaro e una settimana
di vacanza per due persone a
Malta, in hotel a 5 stelle.
MARANELLO - La nuova Ferrari 458 Italia è una sintesi di innovazione tecnologica, creatività, stile, passione. Rappresenta anche il
nostro Paese, al quale Ferrari ha voluto rendere omaggio aggiungendo
il nome Italia. La Ferrari 458 Italia è completamente nuova da ogni
punto di vista: gruppo motopropulsore, design, aerodinamica, handling, strumentazione e interfaccia uomomacchina; solo per elencare
alcuni aspetti. Berlinetta due posti, la 458 Italia, come ormai tradizione
sulle vetture Ferrari per uso stradale, beneficia dell’esperienza maturata in F1. La 458 Italia, infatti, si caratterizza per una nuova impostazione di guida con volante e cruscotto di nuova concezione. Importante
l’apporto di Michael Schumacher coinvolto fin dall’inizio del progetto. Il design, realizzato da Pininfarina, è un ulteriore conferma della
profonda cesura che questa nuova vettura crea rispetto al passato. Lo
stile si basa su una forma compatta e filante, espressione dei concetti di
essenzialità, efficienza e leggerezza cui il progetto è ispirato. Il nuovo
motore da 4499 cm3 è il primo V8 a iniezione diretta della Casa di
Maranello montato in posizione posteriore-centrale. Dotato del tradizionale albero piatto, il propulsore eroga 570 CV a 9000 giri/minuto
e con una potenza specifica di 127 CV/litro raggiunge un valore da
primato assoluto non solo per la gamma e la storia Ferrari ma per tutto
il segmento di riferimento. La coppia massima è di 540 Nm a 6000
giri/minuto, di cui più dell’80% è disponibile fin dai 3250 giri/minuto.
La coppia specifica è da record: 120 Nm/litro. L’accelerazione 0-100
km/h in meno di 3,4 secondi mentre la velocità massima è superiore
ai 325 km/h. Un straordinario risultato è nell’elevato livello di coppia
disponibile pur mantenendo anche ai regimi più bassi una grande potenza. Adotta il cambio F1 a doppia frizione 7 marce che affianca a
un forte incremento prestazionale un eccezionale comfort di marcia.
Adatta per chi vuole la sportività e il comfort nell’utilizzo quotidiano,
come è ormai per i modelli Ferrari più recenti.
MARANELLO - Inaugurato il primo Ferrari Store sul circuito di Nurburg, sede del Gran Premio di Germania. Taglio del nastro d'eccezione
per entrambi i piloti Ferrari Felipe Massa e Kimi Räikkönen. Questo Ferrari
Store è il primo ad essere aperto in un circuito, e si colloca nell'ampio progetto di espansione del complesso che, con l'obiettivo di diventare un leisure
e business center per tutte le stagioni, si sta sviluppando con la creazione di
importanti strutture, dal centro commerciale, dove si trova il Ferrari Store,
al centro eventi, dal centro congressi agli hotel. Il concept del Ferrari Store
di Nurburgring, 240 metri quadrati, su un unico livello a quota pista, è stato
ideato dallo Studio Iosa Ghini, non è solo un negozio ma punto di raccolta
della storia Ferrari. Proprietari, appassionati e tifosi troveranno una gamma
di prodotti del Cavallino Rampante. Il punto vendita di Nurburgring si unisce alle altre location Ferrari nel mondo, tra cui Milano, Roma e Venezia,
Londra (UK), Barcellona (Spagna), San Francisco e Miami (USA), Macao
(Cina), Abu Dhabi (UAE). Il negozio è stato creato ed è gestito dal Gruppo
Zender proprietario del concessionario ufficiale Ferrari di Mülheim-Kärlich.
Il piano di sviluppo dei Ferrari Store prevede di arrivare a oltre 40 aperture
nei prossimi 3 anni in Europa, America e Medio ed Estremo Oriente.
28/2009
Il ristorante
italiano
preferito dagli
italiani
in cucina, il cuoco
Davide Farina
GLI ANTIPASTI
Il vero menù italiano classico e raffinato
• Ratatouille di Verdure con Uovo in camicia,
croccante di Prosciutto, Olio al Basilico
• Capesante e Gamberi scottati, Avocado, Cipolla
Rossa e Pomodoro fresco con Salsa Rosa
I PRIMI
• Tagliatelle al Ragú di Agnello e Piselli
• Garganelli ai Frutti di Mare
• Linguine alle Vongole Veraci con Pomodorini
Cherry, Aglio e Prezzemolo
Raccomandato da:
= una garanzia
I SECONDI
• Scaloppine di Vitello al Marsala Vecchio Florio
• Fagiano Tartufato al forno con salsa al Vin Santo
• Il Filetto di Manzo al Pedro Ximénez e Fichi
secchi con Formaggio di Capra tiepido
• Trancio di Baccalà alla Livornese
• Rana Pescatrice arrosto avvolta in Pancetta,
Marmellata speziata di Pomodoro
• Filetti di Sogliola con salsa allo Champagne
Pane Fatto In Casa - Dolci E Vini Italiani
MARBELLA | Calle Gloria, 11 | 952863125 - 627979442
ITALIA
- ITALIA
di Giancarlo Vitelli
PERCHÈ NASCE IL FERRAGOSTO ITALIANO
LA LEGGENDA DELLA NOTTE DI SAN LORENZO
Il Ferragosto è una festività tipicamente italiana che cade il 15 agosto. Tradizionalmente dedicata alle
gite fuori porta, è spesso caratterizzata da lauti pranzi al sacco e, data
la calura stagionale, da rinfrescanti
bagni al mare, nei fiumi e nei laghi.
Il termine deriva dal latino feriae
Augusti (riposo di Augusto), una
festività istituita dall’imperatore
Ottaviano Augusto nel 18 a.C.,
che si aggiungeva alle esistenti e
antichissime festività cadenti nello stesso mese, come i Consualia,
dedicati al dio Conso, protettore
dell’agricoltura, per celebrare i raccolti e la fine dei principali lavori
agricoli. L’antico Ferragosto, oltre
agli evidenti fini di autopromozione politica, collegava le principali
festività agostane per dare un adeguato periodo di riposo che venivano chiamate Augustali, erano
necessarie dopo le grandi fatiche
affrontate durante i mesi precedenti. Le Feriae Augusti erano riti
collettivi, banchetti, orge a cui tutti
potevano partecipare, comprese
schiavi e serve. Queste festività
che raggiungevano il loro picco
il 15 di agosto, erano così radicate che la Chiesa decise di cristianizzarle, piuttosto che provare a
sradicarle. Così, nel secolo VI, le
Feriae Augusti vennero assorbite
e trasformate nella celebrazione
dell’Assunzione in cielo di Maria
Vergine che, terminata la sua vita
terrena, fu elevata alla gloria celeste con l’anima e con il corpo. La
festa fu istituita da Romolo. Il 15 di
agosto si svolse il Ratto delle Sabine, per cui esiste un parallelo tematico tra il rapimento delle vergini
sabine e quello dell’ascesa della
Vergine in cielo. All’origine di questa tradizione, i lavoratori porgevano auguri ai padroni, ottenendo in
cambio una mancia: l’usanza si
radicò fortemente, tanto che in età
rinascimentale fu resa obbligatoria
dai decreti pontifici. Andando a
ritroso nel tempo, incontriamo numerose versioni di questa tradizione prima dell’unificazione operata
da Augusto. Per esempio, il mese
di agosto era il Capodanno per gli
antichi Egizi, lo è tuttora per i Copti Egiziani, lo fu per i Greci che
lo dedicarono ad Athena. Quando
vennero sostituite le feste pagane con feste cristiane, anche per
rendere più facili le conversioni, i
neofiti vennero allettati dal fatto di
non perdere nessuna delle feste già
codificate. Infatti, tutte le feste religiose cristiane sono perfettamente
sovrapposte alle antiche pagane e,
qualche volta, i santi celebrati hanno gli stessi attributi degli dei che li
hanno preceduti e che sono stati da
loro spodestati.
Come fotografare le "stelle cadenti"
Per fotografare le scie delle meteore basta posizionare la macchina fotografica su un treppiede, usare cavetto flessibile, un obbiettivo di focale inferiore a 55 mm. Rivolgetela verso il cielo, impostando il diaframma sulla massima apertura e scattate con “posa B” bloccando il
cavetto con la sua vitarella. Se il cielo è scuro (in spiaggia o in montagna e senza luna) mantenere in posa anche di più di mezz’ora. Se il cielo
non è buio (vicino alla città o
con la Luna) accorciare i tempi
per evitare che
la luminosità copra le tracce più
deboli e non superare i cinque/
dieci minuti. Se
passa una meteora molto brillante conviene
terminare subito
la posa e conservare gelosamente la preda.
Pag. 24
residui della cometa Swift-Tuttle,
che irrompono nell’atmosfera e
a contatto con l’aria s’incendiano
e determinano l’affascinante scia
luminosa. Lo spettacolare evento
puntualmente si ripete fra poesia e
realtà. Per i cristiani, in ricordo del
martirio di San Lorenzo (avvenuto
nel III secolo d. C. durante la persecuzione dei cristiani scatenata
dall’imperatore Valeriano), che si
rifiutò di adorare le divinità pagane
e fu arrestato mentre assisteva Sisto
II durante una Messa. Dopo essere
stato torturato, il 10 agosto fu bruciato vivo su una graticola arroventata da carboni ardenti. Le stelle
cadenti simboleggiano le scintille
del fuoco che lo bruciò, oppure le
lacrime versate dal Santo durante
il supplizio, che vagano nei cieli e
giungono sulla Terra per portare
agli uomini la speranza. Giovanni
Pascoli, in ricordo dell’uccisione
del padre, avvenuta il 10 agosto del
1867, scrisse “X agosto”.
Pietro da Cortona, Martirio di San Lorenzo
La notte del 10 agosto, notte di San
Lorenzo, tutti s’incantano ad ammirare il firmamento solcato dalla
scia luminosa delle stelle cadenti,
affidando loro un desiderio, una
speranza, un sogno. Sono sciami di
schegge celesti, dette Perseidi perché in questo periodo l’orbita della
Terra , che si trova nella costellazione di Perseo, incrocia frammenti
ERA IL PRANZO TIPICO DEL FERRAGOSTO
ROMANO CHE SI MANGIAVA SULLE SPIAGGIE
PASTA AL FORNO
Ingredienti: 1 litro di ragù alla bolognese, ½ litro di salsa besciamelle, 1 etto di parmigiano grattugiato, 50 grammi di burro, sale
e pepe al gusto, 400 grammi di lasagne.
Procedimento: Scaldate il forno a 180°. Preparate una pirofila
rettangolare, di dimensioni sufficiente per poter affiancare 3 lasagne. Mettere sul fondo mezzo mestolo di ragù ed un po’ di burro,
per evitare che la pasta si attacchi. Collocare un primo strato di
lasagne e coprire con un mestolo di ragù, un mestolino di besciamelle ed abbondante parmigiano. Proseguire strato per strato
(almeno 5) fino a finire la pasta. Coprire l’ultimo strato con abbondante ragù e parmigiano. Infornare per 30-40 minuti, finché la
pasta sia cotta e leggermente dorata.
POLLO CON I PEPERONI
Ingredienti: 1 pollo - 4 cucchiai di olio extra vergine di oliva - 1
spicchio d’aglio - sale e pepe q.b. - 4 peperoni verdi - 6 o 7 pomodori rossi
Procedimento: Dopo avere ben pulito e fiammeggiato un pollo
di circa 1,5 Kg lo si taglia a pezzi e lo si mette a rosolare in una
padella con olio, aglio, sale e pepe rimestandolo spesso. Nel frattempo si tagliano 4 peperoni a falde larghe dopo averli lavati e
privati dei semi. Appena il pollo è ben rosolato si aggiungono 6
o 7 pomodori a pezzi, i peperoni, il sale e un pizzico di pepe e si
copre la padella con un coperchio abbassando la fiamma fino a
completa cottura.
COCOMERO
Per mantenerlo fresco si scavava una buca in riva al mare, lo si
metteva dentro e si copriva ovviamente di sabbia umida, le onde
ne lambivano la superfice conservandolo ad una temperatura gradevole fino al momento in cui si mangiava.
San Lorenzo, io lo so perché tanto
di stelle per l’aria tranquilla
arde e cade, perché si gran pianto
nel concavo cielo sfavilla.
Ritornava una rondine al tetto:
l’uccisero: cadde tra i spini;
ella aveva nel becco un insetto:
la cena dei suoi rondinini.
Ora è là, come in croce, che tende
quel verme a quel cielo lontano;
e il suo nido è nell’ombra, che
attende,
che pigola sempre più piano.
Anche un uomo tornava al suo nido:
l’uccisero: disse: Perdono;
e restò negli aperti occhi un grido:
portava due bambole in dono.
Ora là, nella casa romita,
lo aspettano, aspettano in vano:
egli immobile, attonito, addita
le bambole al cielo lontano.
E tu, Cielo, dall’alto dei mondi
sereni, infinito, immortale,
oh! d’un pianto di stelle lo inondi
quest’atomo opaco del Male!
MANDA UN SMS PER LA
NOTTE DI SAN LORENZO
A te che splendi di luce propria
ed illumini la mia esistenza. ·
La luce di questa stella è solo un
esempio del mio amore per te.
· Per l’unica stella che brilla
nei miei occhi. · Ti regalo una
stella, un segno del paradiso... ·
Ieri sera guardando le stelle mi
è sembrato di vederti. · Quando
le stelle si potranno contare, da
te inizierà il numero “Uno”.
· Di notte, quando le stelle
illuminano solo i sogni, penso
alla fortuna di averti incontrato ·
Ti ho promesso l’universo, ecco
un piccolo acconto! · Tu sei la
stella che brilla nella mia vita. ·
Quando mi sento solo guardo il
cielo e so che mi sei vicino.
28/2009
28/2009
Pag. 25
ITALIA - ITALIA
COSA ACCADDE IL 15 AGOSTO NEL MONDO?
Il 15 agosto è il 227° giorno del Calendario Gregoriano (il 228° negli anni bisestili). Mancano 138 giorni alla fine dell'anno.
Secondo il Calendario romano il giorno 15 di agosto era denominato: "ante diem duodevicesimum Kalendas Septembres". Si trattava di un "Dies comitialis", di un giorno, cioè, nel quale si potevano tenere le assemblee pubbliche, dette "Comizi". All’epoca della Rivoluzione Francese, l’intervallo che
andava dal 19 Luglio al 17 Agosto, prese il nome di Termidoro, mentre quello che andava dal 18 Agosto al 21 Settembre, prese il nome di Fruttidoro.
EVENTI
523 Roma: inizio del pontificato
di papa Giovanni I · 778 Battaglia di Roncisvalle: la retroguardia dell'esercito di Carlo Magno è
attaccata e sconfitta a Roncisvalle
dai Baschi · 927 Distruzione di
Taranto: i saraceni guidati da Sabir
distruggono la città deportando il
popolo come schiavo in Africa ·
1096 La Prima Crociata. Il vescovo Ademaro de Monteuil è capo
spirituale della spedizione in Terrasanta · 1309 I Cavalieri di Malta,
dopo due anni di assedio, conquistano l'isola di Rodi che la scelgono come nuova patria dell'Ordine
· 1483 Roma: papa Sisto IV consacra la Cappella Sistina e la dedica all'Assunta · 1519 Pedrarias
Dávila fonda la città di Panama ·
1534 Nella Chiesa di Montmartre a Parigi, Ignazio di Loyola,
Francesco Saverio e Pietro Favre
pronunciano i voti di povertà, di
castità e di peregrinare in Terra
Santa. Viene così fondata la Compagnia di Gesù · 1620 Dal porto
di Plymouth parte la Mayflower,
la nave con a bordo William Brandford e il gruppo dei Padri Pellegrini diretti in America del Nord ·
1769 Nasce ad Ajaccio Napoleone Bonaparte · 1812 Nella Plaza
Mayor di Madrid viene solennemente proclamata la Costituzione
spagnola, promulgata a Cadice il
19 marzo · 1867 Italia: vengono
soppressi gli enti ecclesiastici e
messi in liquidazione i loro beni
· 1915 Prima guerra mondiale: Il
Giappone entra in guerra contro la
Germania · 1943 Seconda guerra mondiale: il Feldmaresciallo
Erwin Rommel è nominato comandante delle truppe tedesche
in Italia · 1944 Seconda Guerra
mondiale: L'imperatore Hirohito
annuncia la resa incondizionata
del Giappone ponendo fine alla
guerra · 1949 Prime elezioni democratiche dopo la caduta del
nazismo per l'elezione del Bundestag della Germania Federale
Tedesca la CDU emerge come
il più forte partito · 1961 Guerra
fredda: l'esercito della Repubblica Democratica tedesca inizia la
Pag. 26
FESTE E
RICORRENZE
Nazionali
Corea - Giorno della liberazione · India - Giorno
dell'indipendenza · Liechtenstein - Festa nazionale · Spagna - Festa nazionale
Religiose - Cristianesimo:
1812 - Plaza Mayor di Madrid dove venne proclamata la costituzione spagnola
costruzione del muro di Berlino
· 1971 Il Presidente statunitense
Richard Nixon pone fine alla convertibilità del dollaro statunitense
con l'oro · 1977 Roma: Herbert
Kappler criminale di guerra nazista fugge dall'ospedale militare
del Celio, a Roma, dove si trova
ricoverato · 1977 Ohio: Il radiotelescopio Big Ear, dell'Ohio State
University, riceve dallo Spazio
un forte segnale che sembra potersi collegare a una intelligenza
extraterrestre. Il segnale è denominato wow signal riferendosi al
commento scritto lasciato dal tecnico · 1988 Papa Giovanni Paolo
II pubblica la lettera apostolica
Mulieris Dignitatem sulla dignità
e vocazione della donna in occasione dell'anno mariano · 2007
Inizia la Coppa Italia 2007-2008
Assunzione della Vergine Maria · Dormizione di Maria, la
madre di Gesù · Santa Gioconda di Roma, vergine e martire
· San Manuel Morales, martire Messicano · San Simpliciano · Santo Stanislao Kostka ·
San Tarcisio di Roma, martire
· Beata Giuliana Puricelli da
Busto, badessa
Feste religiose in alcuni
comuni italiani
votivi addobbati con grano e
doni cereali · Fermo, antica
festa "Cavalcata dell'Assunta" · Maruggio, Si festeggia
la Madonna dell'Altomare che
proteggere i pescatori soprattutto durante il cattivo tempo
· Orsogna, sfilata dei "Talami", sei carri con gruppi di
figuranti che ricostruiscono
quadri ispirati al Vecchio e
Nuovo Testamento · Pozzuoli: si festeggia l'Assunta con
il palo di sapone, una variante
marinara del "palo della cuccagna"
SONO MORTI
1057 Macbeth di Scozia · 1275
Lorenzo Tiepolo · 1357 Carlo I
di Monaco · 1799 Giuseppe Parini, poeta italiano · 1936 Grazia Deledda, scrittrice italiana
Atri, Corteo Storico della
Contea e Apertura della Porta
Santa · Bobbio, festa patronale della città e della Cattedrale di S.Maria Assunta e fuochi d'artificio sotto il Ponte
Gobbo · Casacanditella, si
celebra in onore dell'Assunta una processione di carri
1519 Pedrarias Dávila fonda la città di Panama
SONO NATI
1195 Antonio di Padova, francescano portoghese · 1402 Humphrey Stafford, I duca di Buckingham · 1432 Luigi Pulci,
poeta italiano · 1455 Giorgio di
Baviera · 1619 Francesco Maria Farnese, cardinale italiano
· 1682 Annibale Albani, cardinale italiano · 1769 Napoleone
· 1934 Nino Ferrer, cantante
italiano · 1937 Raoul Casadei,
cantante italiano · 1940 Maria
Grazia Buccella, attrice italiana
· 1943 Barbara Bouchet, attrice
FILM: PRANZO DI FERRAGOSTO
tedesca · 1944 Gianfranco Ferré, stilista italiano · 1944 Sylvie
Vartan, cantante bulgara · 1963
Fabio Canino, conduttore televisivo e conduttore radiofonico italiano · 1972 Ben Affleck, attore e
Bonaparte · 1771 Walter Scott,
scrittore e poeta scozzese · 1879
Ethel Barrymore, attrice teatrale
e attrice cinematografica statunitense · 1921 Vittorio Caprioli,
attore e regista italiano · 1929
Carlo Ripa di Meana, politico
e ambientalista italiano · 1932
Arturo Testa, cantante italiano
sceneggiatore statunitense · 1977
Igor Cassina, ginnasta italiano
Gianni, cinquantenne figlio unico, vive con sua madre in una vecchia
casa nel centro di Roma. Tiranneggiato da lei, nobildonna decaduta,
trascina le sue giornate fra le faccende domestiche e l'osteria. Il giorno prima di Ferragosto l'amministratore del condominio gli propone
di tenere in casa la propria mamma per i due giorni di vacanza. In
cambio gli scalerà i debiti. Gianni è costretto ad accettare. A tradimento, l'amministratore porta anche la zia che non sa dove collocare.
Gianni passa un ferragosto d'inferno.
"AGOSTO" NEI PROVERBI
- I quìnece dè Uste ze pàghene i débbete (Il quindici di agosto si
pagano i debiti), proverbio di Bonefro, Molise.
- Ferragosto, moglie mia non ti conosco;
- Per ferragosto si mangiano i piccioni arrosto;
- Se ad agosto soffia il nord, il bel tempo continua.
- Se ad agosto c’è tanto sole, il raccolto sarà migliore.
- Quando i polli si spulciano nella stalla è segno di pioggia.
- Chi dorme d’agosto, dorme a suo costo
- Dove entra il sole non entra il medico.
- Agosto matura settembre vendemmia.
- Si fa vino di quelle mele che subito diventan bianche.
- Chi vuol aver del mosto zappi le viti in Agosto
- D’Agosto l’uva fa il mosto;
- Per l’Assunta l’oliva è unta;
- Se piove d’Agosto piove olio, miele e mosto.
28/2009
Esperanto
Servo Per Amikeco
Español
Servicio por Amistad
Italiano
Servo per amicizia
I.P.A. International Police Association
English
Service though friendship
NOTIZIARIO I.P.A .
a cura di Sebastián Suárez - ([email protected])
ESTE VERANO CUIDATE MUCHO - PARTE I
Desde hace ya algún tiempo las policías del Mundo y como
colaboradores los miembros de IPA, tiene en marcha una estrategia
destinada a la prevención de los accidentes, para crear una cultura
preventiva de accidentes y emergencias de todo tipo a través de la
difusión de consejos e informaciones útiles. Incidimos especialmente
en la juventud y en el turismo, con información acerca de los
accidentes en carretera, la atención a accidentados, consejos en la
playa y la montaña, actuación preventiva en el hogar y preservación
del medio ambiente. La encuesta DADO (Detección de accidentes
domésticos y de ocio) del Instituto Nacional de Consumo, estima en más
de un millón y medio las personas que sufren un accidente doméstico
o en el tiempo libre cada año. Por estos motivos, durante los meses
de verano, dentro de su estrategia de prevención de accidentes:
“Prevenir es Vivir” y bajo el lema “Este verano quiérete mucho”,
IPA Marbella refuerza la difusión de mensajes sobre prevención y
seguridad en el verano, con el objetivo de reducir los accidentes y
emergencias más comunes frente al sol, el agua y el calor. Los objetivos de esta campaña son, por una parte, informar y sensibilizar a la población y en especial a
la colonia de Italia en España, con información clara y veraz sobre los riesgos del verano, las consecuencias de los accidentes y las medidas a adoptar para prevenirlos,
adoptando una actitud preactiva ante los accidentes más típicos. Por otra parte, se pretende crear una cultura de la prevención en la ciudadanía, con la idea final de
disfrutar del verano con seguridad. PREVENIR ES VIVIR. ¿”Por qué” se producen los accidentes? Un 89% como consecuencia de descuidos, distracciones o falta
de atención (“Factor humano”) Esto es, si se adoptaran las medidas de prevención necesarias, 9 de cada 10 de accidentes se podrían evitar. Las recomendaciones de
la campaña ‘Este verano quiérete mucho’ IPA Marbella, se centran en los riesgos del sol, del agua, las lesiones causadas por los animales marinos y la protección del
medio ambiente. La campaña se dirige a la población en general y a los más jóvenes en particular, con especial incidencia entre los usuarios de las playas, piscinas,
parques acuáticos, centros de ocio. IPA Marbella presenta una guía donde explica los riesgos asociados a las actividades que se realizan durante este periodo de ocio,
y donde se ofrecen: Consejos para disfrutar del sol con seguridad: las quemaduras solares, las insolaciones o los “golpes de calor” son situaciones que se pueden evitar
¡si sabemos cómo hacerlo! Consejos para prevenir los accidentes en el medio acuático: disfrutar del agua con seguridad previniendo los ahogamientos, los “cortes de
digestión” o los accidentes producidos por los artefactos acuáticos, es uno de los objetivos que persigue esta campaña de sensibilización.
Juan Enrique Teutsch Cordaro
Direttore: Giulio Rosi | Capo Redattore: Paola Pacifici | Grafica e impaginazione: Mauro Piergentili, Maria Giulia Nuti
Il Giornale Italiano de España | Direzione e redazione | +34 647952382 / 670030227 - [email protected]
Pubblicità: +34 671974928 / 647952382 - [email protected] | Impreso por Corporación de Medios de Andalucia, S.A. • D.L.: MA-884-2008
Pag. 28
28/2009
PRESENTA
L’ITALIANO CHE VUOLE CONQUISTARE LA SPAGNA...
Gabriele, un giovane Italiano dal cognome spagnolo, è destinato a lasciare
un marchio nella scena musicale Spagnola; ha un dono speciale per
comporre canzoni che rimangono impresse nella mente.
Il video del suo primo singolo “La vida deseada” da diversi mesi viene
trasmesso dai canali musicali di tutta la Spagna. Ora Gabriele è in Spagna
e presenta il suo album dal vivo.
Questo giornale parla della Spagna
agli italiani, degli italiani in Spagna
e dell’Italia per gli italiani in Spagna
Pag. 30
28/2009

Documentos relacionados